Al Bano e Romina di nuovo insieme. La “conferma” da Loredana Lecciso

Romina Power e Al Bano sarebbero nuovamente in coppia e non solo in scena. A lasciarlo intendere è Loredana Lecciso, a Domenica Live, per parlare della fine della sua storia con Al Bano. La causa della rottura sarebbe proprio Romina.

3671574_1822_al_bano_e_romina_ballando_con_le_stelleA ferire la Lecciso, tra le tante esternazioni della Power, la dichiarazione fatta a Ballando con le stelle di Milly Carlucci, dove Romina, esibitasi con Al Bano,ha affermato di essere stata «ripescata» dopo quindici anni.
«Vorrei tanto che Al Bano ascoltasse queste parole – dice la Lecciso – Io non ho un bel carattere, me ne faccio carico, il suo è più bello. Eravamo in una fase molto delicata, Al Bano lo sa molto bene. Le colpe sono sempre a metà, mai di una sola persona. C’era comunque una storia tra noi, cui ancora non avevamo messo la parola fine. Io ho anche seguito la puntata. Al Bano se mi stai ascoltando, non è contro di te, né contro Romina, però forse quell’esibizione era un po’ prematura, non tanto per me, quanto per il resto della famiglia che ti guardava. Va bene il canto, ma magari quel ballo… Potevate aspettare qualche settimana, lo avrei spiegato meglio ai bambini. Io alcune cose di Al Bano le posso capire e giustificare, ciò non toglie che mi feriscano. Non è per il balletto, quello che mi ha ferito è il tutto».
Loredana Lecciso non vuole giudicare ma non risparmia accuse a Romina.
«Capisco l’esasperazione di Al Bano. Deve capire che in me non ha una nemica. Voglio che sia felice. Se non ero io la persona giusta, mi sta bene. Gli auguro tanta felicità, certo stride con quello che mi diceva fino a venti giorni fa. Ha sempre detto di vedere Romina come una sorella, allora avrebbe dovuto arginare sua sorella. Lei avrebbe dovuto fare un passo indietro, non lo ha fatto, l’ho fatto io. Caro Al Bano come puoi pretendere che non se ne parli in trasmissione? So che di quella telefonata Al Bano si sarà pentito dieci minuti».
Al Bano ha, infatti, dato l’annuncio della fine della loro storia con una telefonata in diretta tv durante il programma di Rai Uno ‘Storie Italiane’.
Poi, la “sorpresa”, sottolineata dalla stessa D’Urso, la Lecciso, riferendosi ad Al Bano e Romina, parla di nuova relazione sentimentale.
«Certe cose vanno arginate per rispetto in questa fase – afferma Loredana Lecciso – Io ho dei figli adolescenti da tutelare. Voglio solo il bene di Al Bano, non voglio ostacolare la sua felicità, chiedo solo che i miei figli vivano in una dimensione di serenità». E ancora: «Tutto si può fare ma senza prepotenza. Il conto arriva per tutti, sempre. Il personaggio può agire in un certo modo, la persona ha altri doveri».

Rosa Di Domenico, l’abbraccio a mamma e papà. Chi l’ha visto: “Ecco cos’ha fatto in questi mesi”

L’emozione del ritorno negli occhi dei genitori di Rosa Di Domenico. Dopo il ritrovamento della 15enne scomparsa a Sant’Antimo, che è tornata a casa dalla sua famiglia, Chi l’ha visto ha pubblicato le immagini della ragazzina che riabbraccia sua mamma. La trasmissione di Raitre ha ricostruito quanto successo qualche giorno fa, quando Rosa è andata al consolato italiano di Istanbul.

3592249_2214_rosa_di_domenico_scomparsa_chi_lha_vistoPrima quella telefonata, dalla mamma a suo marito: “Torna a casa, è tornata Rosa”, la voce emozionatissima. Luigi si precipita subito nella sua abitazione, dopo aver sentito anche al telefono la voce della figlia, che lo chiamava “babbo”. Poche ore prima, la telefonata ai carabinieri di Sant’Antimo da parte del consolato in Turchia.
“Il maresciallo si è messo a piangere insieme a me”, continua la mamma, “ho pianto tanto, non ci credevo”. “È vero, mi è venuto il magone – conferma il maresciallo dei Carabinieri – siamo tutti genitori”.
I genitori di Rosa vanno in aeroporto, l’attesa è snervante: la mamma si sente male, poi finalmente alle 21 l’arrivo della ragazza. “È finito un incubo”, “il più bel giorno della nostra vita”, insiste il papà.

Ma dov’era Rosa? Dov’è stata in questi mesi? Insieme al pakistano Qasib, hanno vissuto in Grecia, dov’è arrivata dalla Puglia: il giorno della scomparsa infatti Rosa salì su un treno diretto a Bari, dove un amico di Qasib la caricò su un camion che trasportava cartoni, un interminabile viaggio in nave verso la Grecia. Lì Rosa ha poi vissuto con Qasib per mesi, fino al 5 marzo, quando l’ha accompagnata al consolato italiano ed è andato via. Per la gioia della sua famiglia, che ha potuto riabbracciarla.

Le Iene, Erica Patti a Nadia Toffa: “Mio marito ha dato fuoco ai miei figli”

Una storia terribile, di violenza casalinga, raccontata da Nadia Toffa a Le Iene. È la vicenda di Erica Patti, una donna vittima di un uomo terribile, il marito Pasquale Iacovone, che nel 2013 Ono San Pietro, nel Bresciano, ha ucciso i suoi figli per vendetta nei suoi confronti per averlo lasciato.

erica_patti_iene_nadia_Toffa_25220627“Prima le ha soffocate – racconta – poi li ha ricoperti di benzina e gli ha dato fuoco”. Dice col cuore in gola Erica che ripercorre i primi anni della loro relazione. “Come fanno a stare ancora con questi uomini, dicevo io ascoltando storie di violenze. Ma io ero uguale. Non sono riuscita a capire il pericolo, sono stata stupida”.

Il momento che le ha fatto scattare qualcosa nella testa fu quando trovò il suo conto svuotato. Lui aveva speso tutto in slot machine. Così ha provato a lasciarlo e lui, in risposta, le ha messo le mani al collo e l’ha spinta contro il muro: “Se mi lasci ti uccido”.
“Da quel giorno ogni discussione mi metteva le mani al collo, per poi chiedermi scusa dopo 2 ore”. Erica non chiede aiuto a nessuno fino a quando non trova la forza di lasciarlo e farsi proteggere dai genitori. Ma da quel giorno la sua vita diventa ancora un incubo peggiore. Non poteva girare da sola e quando lui la trovava le metteva le mani al collo. Così andò dai Carabinieri ma la situazione non cambiò.
“C’erano tanti segnali del pericolo che correvo, ma le forze dell’ordine non mi aiutarono”, denuncia Erica. Poi l’uomo si presenta sotto casa, prende uno dei due figli e minacciandolo gli dice di far scendere la mamma per ucciderla.
Ma lui poteva ancora incontrare i suoi figli e decide di usarli contro la donna: “Ora li porto 15 giorni in vacanza e li ammazzo”. Lei va dai Carabinieri e loro rispondono: “Lui è tutto fumo e niente arrosto”, così i bimbi partono col papà.

Per 15 giorni lei non sente i suoi figli, poi una telefonata con i bimbi che ridevano: “Lui lo ha fatto per dirmi: è l’ultima volta che li sentirai ridere”. A quel punto il terribile doppio omicidio.

Il tribunale di Brescia ha condannato all’ergastolo Pasquale Iacovone: Davide e Andrea avevano 12 e 8 anni. I bambini morirono carbonizzati nell’incendio che l’uomo appiccò nella abitazione dove si trovava. Anche l’uomo restò ferito nell’incendio.

“Io potevo solo ucciderlo con le mie mani e farmi giustizia da sola, ma io non sono come lui”, conclude a Nadia Toffa Erica Patti.

Stefano De Martino coinvolto nel canna gate? La telefonata ad Alessia Marcuzzi

Stefano De Martino sembra essere stato coinvolto nel canna gate di cui si parla ormai da settimane. L’ex naufrago de L’Isola dei Famosi Francesco Monte, accusato da Eva Henger di aver fumato marijuana quando tutti i concorrenti erano ancora al residence, avrebbe consumato la canna in compagnia e alcuni rumors sostengono che il “compagno” in questione sia proprio l’ex cognato, inviato di Alessia Marcuzzi.

1516710312_de-martino-monte (1)Il settimanale Oggi ha smentito ogni sospetto, riportando una telefonata tra l’ex ballerino di Amici e la conduttrice del reality: «Si sussurra che il ballerino napoletano non abbia alcun ruolo nel canna-gate e che abbia addirittura fatto una lunga telefonata alla conduttrice e che a cuore aperto le abbia confermato la sua estraneità dei fatti».

Continua però la battaglia tra Eva e Francesco, che dai salotti televisivi si sposterà presto in tribunale. Dopo il servizio di Striscia La Notizia in cui la Marcuzzi si dice stupita da quanto ascoltato in alcune registrazioni dl tg satirico, Magnolia ha però divulgato un comunicato dicendo di aver: «esaminato il materiale video e ha sentito il personale presente in Honduras e non è emersa alcuna evidenza che siano state consumate droghe e, a maggior ragione, che il personale avesse conoscenza di una simile circostanza, che, per inciso, è indipendente dal programma e ininfluente sul meccanismo del gioco. La produzione si riserva ogni ulteriore accertamento e tutelerà le proprie ragioni in caso di dichiarazioni che risultino lesive di Magnolia».

Elisabetta Gregoraci, compleanno da single con le amiche e corsa a Montecarlo per il figlio Nathan

Il primo compleanno da single per Elisabetta Gregoraci dopo l’addio a Flavio Briatore.
La conduttrice di “Made in sud” è stata fotografata da “Chi” durante il giorno della sua festa mentre si diverte nel laghetto di Villa Borghese, a Roma, e rema in compagnia di alcune amiche.

elisabetta-gregoraciDopo i festeggiamenti Elisabetta è tornata a Montecarlo per stare assieme al figlio Nathan Falco, mentre le voci di corridoio la vogliono molto vicina all’imprenditore Francesco Bettuzzi.

Francesco Monte ed Eva Henger, prove di pace grazie alle Iene

Le Iene provano a fare pace tra Francesco Monte ed Eva Henger. Corti e Onnis, infatti, hanno raggiunto i due ex naufraghi chiedendo a tutti e due di far pace con l’altro. Sia Monte che la Henger si sono mostrati inclini a perdono e a porre fine alla storia, anche se Monte ha precisato che il procedimento legale continuerà ad andare avanti.

3550863_1905_monte_henger_iene«Metterci una pietra sopra? Non sono io a dover decidere questo, ormai il danno è stato perpetrato nei miei confronti. Normale che mi piacerebbe fare pace. Pace fatta? Vedremo se la cosa sarà fattibile», queste le parole di Monte a cui Le Iene hanno regalato una maglia con la faccia di Eva. Stessa domanda è stata fatta all’ex pornodiva che risponde che se Monte chiede scusa la pace può esserci.

Le due Iene fanno una telefonata in diretta e le parole di Monte sono chiare: «Non voglio dire nulla ad Eva, sinceramente. Personalmente con Eva non ho mai avuto nessun tipo di problema. Le situazioni sono andate in questa maniera e va bene così. Anche io voglio la pace».

“Dov’è Ylenia”, l’urlo di dolore di Romina Power: continua la ricerca disperata della figlia

Nelle ultime ore è apparso sul profilo Twitter della nota cantante italo-americana un nuovo accorato appello riguardante la ragazza sparita nel 1994. Nonostante la dichiarazione di morte presunta del tribunale di Brindisi, l’ex moglie di Al Bano non si dà per vinta.

Ylenia-Carrisi1Sono passati 24 anni dalla misteriosa scomparsa di Ylenia Carrisi. Della figlia di Al Bano e Romina Power non ci sono infatti notizie sin dal 1° gennaio 1994. Se il padre sembra essersi convinto della morte della ragazza, non è dello stesso avviso la cantante, che a distanza di tanto tempo continua la sua disperata ricerca della figlia scomparsa.
Il suo grido di dolore è quello di una madre che non ha mai smesso di sperare. E, nelle ultime ore, Romina è tornata sulla questione, mandando un nuovo accorato appello che aiuti a fare ulteriore luce sulla controversa storia di Ylenia.

Romina Power su Ylenia Carrisi: ecco il nuovo appello della cantante
Sui suoi canali social, la Power ha scritto un messaggio semplice ma drammatico, accompagnato alla foto di un primo piano della figlia scomparsa.

“Dov’è Ylenia? – recita il messaggio – E dove sono le centinaia di ragazze che scompaiono ogni anno a New Orleans. Perché non si è fatto nulla per fermare tutto questo?”
Romina Power su Ylenia Carrisi: la cantante non si dà affatto per vinta
L’ex moglie di Al Bano, quindi, non si dà affatto per vinta. Continua ad essere convinta che la figlia sia ancora viva e che con il giusto sforzo sia ancora possibile ritrovarla.

Dopo quell’ultima telefonata del 1994, Ylenia sembra essere scomparsa nel nulla. Contro il parere di Romina, nel 2013 Al Bano ha presentato un’istanza di dichiarazione di morte presunta della figlia al tribunale di Brindisi. Una decisione, questa, che “amareggiò profondamente” la Power, nonostante lo stesso tribunale accolse poi la richiesta del cantante.

Ma, come abbiamo visto, al di là delle dichiarazioni dei tribunali, il cuore di una madre non smette mai di battere per una figlia, sia pure scomparsa da tanti anni. Riuscirà la speranza di Romina a riportarla a casa?

Anna Mazzamauro: “Picchiata sul set, sono stata zitta per paura”

Anche Anna Mazzamauro ha subito una violenza sul set. A raccontarlo è la stessa attrice che sulle pagine del Messaggero parla di quando è stata picchiata ed è stata zitta per paura. Era sul set di Poveri ma ricchi del regista Fausto Brizzi. In seguito a quell’episodio ha riportato danni a un orecchio.

700394c5460EDNmainAnna_Mazzamauro“Quando ho subito una violenza, meglio dire quando sono stata picchiata sul set, sono stata zitta. Per paura. Capisco il terrore che una donna può provare” dice l’attrice. E’ accaduto “poco più di un anno fa – racconta in un’intervista al Messaggero – Ero sul set di Poveri ma ricchi. Stavamo girando e io sarei dovuta entrare in scena mentre gli altri erano tutti insieme ad esultare. Chiesi a Brizzi quale sarebbe stato il mio momento. Mi rispose che, stando dietro la porta, l’avrei capito da sola. Così, tranquillamente mi misi ad aspettare”.
“Una volta entrata in scena ho detto la mia battuta – prosegue l’attrice – Si è sovrapposta a quella di un attore. Che, senza dire nulla, mi ha strattonata e picchiata sull’orecchio. Mi è stato lacerato il menisco dell’orecchio e, da allora, quando sono in casa e non devo recitare sono costretta a portare il bite, una sorta di apparecchio in bocca”.
“Brizzi mi è stato molto vicino. I rappresentati della produzione mi hanno pregato di non far uscire la notizia per non danneggiare il film. Ero umiliata e triste. Sono andata all’ospedale. Mi è stato chiesto dal medico e dall’agente di denunciare ma ho preferito tacere – racconta la Mazzamauro – E la stessa produzione che, adesso, si erge a moralista nei confronti di un autore al quale legalmente non è stato riconosciuto alcun peccato. Quando sono stata picchiata e ho mandato una civilissima ed educatissima lettera per mettere la produzione al corrente di quello che era accaduto non ho ricevuto neppure una telefonata”.
“È stato difficile tornare sul set e lavorare con quell’attore con il quale non ho più scambiato una parola. Ho sempre pianto durante le riprese” ha detto e sulle accuse al regista ha aggiunto: “Sto dalla parte del signor Brizzi”, “perché un processo non c’è stato e le accuse sono finite in un silenzio assordante”.

Weinstein, Bruno Vespa risponde ad Asia Argento: “L’abbiamo sempre invitata”

La risposta. “Appena è scoppiato lo scandalo Weinstein ed è stata resa nota la notizia relativa alla denuncia di molestie da parte dell’attrice nei confronti del produttore americano, la trasmissione ha immediatamente provveduto all’invito per un faccia a faccia della Argento con Bruno Vespa”.

1500112770424.jpg--bruno_vespa

Lo scrive la redazione di ‘Porta a Porta’ in una nota, in seguito alla notizia diffusa via Twitter da Asia Argento in cui informa di aver querelato alcuni ospiti della puntata della trasmissione di Rai1, andata in onda martedì 17 ottobre scorso, sostenendo di non aver avuto la possibilità di replicare.
La redazione del programma di Vespa spiega di avere contattato la Argento “mercoledì 11 alle ore 12:54 prima con una telefonata alla stessa attrice, che non ha risposto, poi attraverso il suo ufficio stampa, Maria Cristina Benelli” che “da Praga, dove era appena atterrata, ci ha detto che l’attrice si trovava negli Usa per tutta la settimana. L’invito alla Argento è stato allora esteso anche a tutta la settimana successiva (17, 18, 19 ottobre). In seguito il suo ufficio stampa ricontattato da noi domenica 15 alle ore 17:20 e poi sollecitato con un sms, ci ha risposto che l’attrice avrebbe preso la decisione di partecipare, collegata da Berlino, alla trasmissione #cartabianca”.
“‘Porta a Porta’ comunque ha rinnovato l’invito ad Asia Argento, sempre per un faccia a faccia con Bruno Vespa anche per la prossima settimana (24,25 e 26 ottobre)”, conclude la nota.

Lory Del Santo chiusa nella sua casa a Miami: “Ho paura di morire”

Ha passato tutta l’estate in vacanza a Miami con il fidanzato Marco Cuccolo e i figli, ma ora Lory Del Santo ha paura. L’Uragano Irma è arrivato in Florida, gli abitanti sono stati evacuati ma la showgirl ha scelto di rimanere nella sua casa a South Beach. “Ho paura, come tutti ci siamo organizzati con le provviste, ma siamo rimasti davvero in pochi: moriremo?”, racconta via WhatsApp a Tgcom24.

lory-3A Miami Irma ha provocato inondazioni e fatto vittime. E anche se il Centro uragani nazionale statunitense lo ha declassato a categoria 1, la paura resta. “Siamo senza elettricità, è difficile comunicare, speriamo di sopravvivere e di riuscire a rientrare a Milano nei prossimi giorni”, prosegue la Del Santo.
“Qui c’è una situazione davvero spettrale – sottolinea Lory – siamo rimasti davvero in poche famiglie, e siamo tutti chiusi in casa, in spiaggia e sull’Ocean Drive non c’è nessuno, i supermercati sono stati presi d’assalto e sono vuoti. Sapevamo dell’uragano ma non immaginavamo che ci saremmo ritrovati in una situazione del genere”.

A Pomeriggio 5 la telefonata in diretta della showgirl con Barbara D’Urso: ““Sono barricata in casa senza elettricità, ho tentato di fuggire, ma è stato impossibile. Voli tutti pieni, auto da noleggiare esaurite, benzina non ce n’è più, negozi tutti chiusi”. La regista della web-serie di successo “The Lady”, poi, prosegue: “La bomba d’acqua ha travolto le finestre e colpito tutto. Ben quattordici appartamenti del complesso dove abito sono stati allagati, in parte anche il mio”.