Paola Ferrari: «E ora il calcio va in vacanza…colpa di Ventura, una sciagura. Spero cambi mestiere»

Paola Ferrari, il campionato è finito. Ora vacanze
«Ci sono i Mondiali, ma per la prima volta dopo diversi anni non potrò seguirli in diretta da conduttrice o inviata. Mi fa strano».

PAOLA_FERRARIGià. Le partite sono un’esclusiva Mediaset e l’Italia non c’è.
«La mancanza degli Azzurri ha costretto la Rai a fare scelte diverse. In bocca al lupo ai colleghi di Mediaset perché raccontare un Mondiale è una grande emozione».

Per caso le viene in mente Ventura?
«Una sciagura per il Paese. È come sparare sull’ambulanza. È impensabile che l’Italia non debba partecipare al Mondiale. E visto che non vivo di buonismo dico che se fossi in lui cambierei mestiere».

Forse anche la rosa non era delle migliori.
«Il calcio italiano vanta ottimi giovani. È stato Ventura a non saperli mettere nei ruoli giusti».

Ora arriva Mancini.
«Non ero una sua tifosa come ct. Preferivo Conte e Ancelotti. Però mi ha conquistato con quella dedica ai genitori. Ha rinunciato a tanti soldi per avere la Nazionale. Sono contenta per Balotelli: gli va data un’altra occasione».

Torniamo al campionato.
«Mi sono divertita vedendo anche il Benevento, il Crotone di Walter e la Spal per cui tifavo da piccolina. La Juve dopo la sconfitta col Napoli sembrava tramortita e invece ha reagito alla grande».

Merito di Allegri?
«Anche. Tecnicamente non si discute, ma non ho capito che tipo di allenatore sia nello spogliatoio. Forse troppo litigioso. L’anno scorso il caso Bonucci, quest’anno Dybala. La verità è che la Juve ha dei professionisti impeccabili. A gennaio sono andata alle Maldive e in vacanza c’erano Barzagli e Marchisio. Ebbene non c’era giorno che pure alle Maldive non si allenassero più volte. Se vuoi stare a certi livelli occorrono sacrifici».

E dopo Totti anche Buffon saluta la Serie A.
«Avrei voluto che Totti continuasse a giocare a Miami. Buffon è come se avesse avuto due vite. Da ragazzo era un pazzo scatenato poi è diventato un simbolo. Però quella caduta di stile con l’arbitro a Madrid è uno scivolone gravissimo».

I suoi amori calcistici?
«Rivera, Baggio e soprattutto Totti. Ma come bellezza Marco Van Basten non si discute: è il numero 1».

La Rai torna competitiva. Dopo Nazionale e Coppa Italia ecco la Champions.
«Bisogna saperla valorizzare con gli spazi giusti. È un evento straordinario».

Perché 90′ Minuto va meglio della Ds?
«Non sta a me dirlo. Stagione ottima per gli ascolti. Molto spesso share in doppia cifra, nonostante la partita delle ore 18 in contemporanea. Siamo una buona squadra. L’ironia non manca, conservando però sempre l’autorevolezza. Comunque, la mia Ds era imbattibile con Gene Gnocchi, quel rompi di Collovati, quel saputo di Zazzaroni e quel papà buono di Mondonico, che adesso purtroppo non c’è più».

Flavio Insinna verso L’Eredità al posto di Frizzi: «Spaccatura in Rai, ecco perché»

Flavio Insinna potrebbe tornare alla Rai, dopo lo ‘scandalo’ o presunto tale legato a quando conduceva Affari tuoi e fu preso di mira da Striscia la notizia per via dei modi, e delle risposte, un po’ aggressive verso una concorrente. Nel mirino dell’attore ci sarebbe infatti L’Eredità, il quiz condotto fino a poche settimane fa da Fabrizio Frizzi, prima della sua tragica scomparsa.

3718164_1623_insinna_frizziSecondo quanto riferisce Giuseppe Candela su Dagospia (che aveva già anticipato la notizia pochi giorni fa), la ‘candidatura’ di Insinna non sarebbe passata inosservata in Rai: nel servizio pubblico, scrive, il conduttore è «da molti considerato come l’anti-Frizzi per modi e stile televisivo», e sulla questione sarebbero arrivati «molti pareri negativi: da Rai Pubblicità ad alcuni membri del Cda Rai e non solo. Orfeo e Teodoli, il cui rapporto è sempre più simbiotico, però sarebbero decisi a proseguire per la propria strada».
A fine maggio Carlo Conti, attualmente al timone de L’Eredità, lascerà e a sostituirlo, non è ancora chiaro se già da giugno o se dopo l’estate, potrebbe essere dunque Insinna, reduce sia dagli attacchi di Striscia, sia da risultati poco esaltanti dal punto di vista degli ascolti per quanto riguarda le sue ultime trasmissioni.
Dagospia ricorda anche un altro episodio, citato dalla giornalista Tiziana Lupi di Avvenire, che ha raccontato di come Frizzi gli avesse confidato che un collega stava tentando di soffiargli proprio L’Eredità, o di condividerla con lui, prima della malattia. «Era molto arrabbiato, ma non per il programma, quanto perché quell’azione veniva da qualcuno che si professava suo amico». Nessun riferimento a Insinna, ma il dubbio, almeno per Dagospia, nasce spontaneo.

Sarah Jessica Parker, da Sex and the City alla moda: ecco Gilt, la sua linea di abbigliamento

L’attrice Sarah Jessica Parker è da sempre considerata una vera e propria icona di stile, anche grazie al personaggio di Carrie Bradshaw in Sex and the City. Da qualche tempo, però, si sta davvero imponendo con autorevolezza nel mondo della moda con il suo marchio di abbigliamento, Gilt.

sarah_jessica_parker_gilt_moda_03150414Se tante telespettatrici hanno sempre seguito con attenzione lo stile di Carrie Bradshaw, oggi è possibile indossare direttamente le creazioni dell’attrice, che a 53 anni ha deciso di debuttare come stilista, disegnando dei capi molto particolari. Tra questi, infatti, ce ne sono molti che si ispirano agli abiti da sposa ma possono essere indossati anche nella vita di tutti i giorni, accompagnati a jeans, pantaloni o leggings.

Sull’account Instagram ufficiale di Gilt è possibile ammirare tutte le creazioni di Sarah Jessica Parker, che ovviamente includono anche scarpe e accessori. Una cosa è certa: a questa donna non mancano la creatività e la capacità di realizzare capi estremamente versatili, adatti per ogni occasione e per tutti i gusti. I prezzi sono piuttosto variabili ma quelli più costosi non superano i duemila dollari.

L’abito ce l’ha Alessia, ma a sposarsi sarà Rosa

Se bastasse un reality a risollevare le sorti dell’istituzione del matrimonio! Le nozze in tv sono diventate tremendamente trendy. Daniele Bossari e Filippa Lagerback hanno solo fatto da apripista: attorno all’argomento si è strutturata gran parte della finale dell’Isola. Conferme, proposte, gag e persino ben due abiti da sposa in studio.

marcuzzi-sposa-580x360Nino Formicola, vincitore di questa edizione dell’Isola, aspettava il sì alla sua proposta ad Alessandra, che però ha giustamente preteso di non darlo in diretta. Ma a prendere in giro il comico ci ha pensato Max Pisu vestito da sposa e accompagnato da un prete.
La proposta però, c’è stata, in pieno “stile Bossari”, in ginocchio e con tanto di anello davanti a più di 4 milioni di telespettatori, da parte di Pietro Tartaglione alla sua Rosa Perrotta che, smessi i costumi da combattiva naufraga e indossato un longdress Nicole, era stata fatta sedere proprio sul trono da cui la love story era cominciata.

E poi c’è lo scenografico vestito di Alessia Marcuzzi: “Non potevo non concludere la mia avventura con l’abito che più di tutti ha rappresentato uno dei momenti più intensi ed emozionanti della mia vita”. Ebbene sì: il sontuoso vestito bianco è il Giambattista Valli con cui è convolata a nozze con Paolo Calabresi Marconi, nel 2014.
Si spostano i confini tra pubblico e privato, tra personale e social, tra reality e vita vera… tra sacro e profano.

Giletti sfida Fazio: «Faccio inchieste, lui è ecumenico»

Massimo Giletti, sette mesi dall’addio Rai. Quando si guarda allo specchio, vede un uomo contento?
«Vincere una sfida impossibile come quella di creare un programma che non esisteva è un motivo d’orgoglio, anche se una parte di me non dimentica l’amarezza di aver visto un gruppo costretto a cercare lavoro da un’altra parte. Correndo rischi, ma dimostrando che nella vita i rapporti umani sono più importanti del denaro».

3663753_pckg_70152348604550205-20180412La sfida a distanza con Fabio Fazio c’è stata. Non è l’Arena un po’ di fastidio a Che Tempo Che Fa l’ha dato.
«Ho rispetto della storia di Fazio. Tuttavia sarebbe interessante fare con lui un confronto, raccontandoci un po’ di cose».
Un faccia a faccia?
«Sì. Ma davanti a tutti, nel massimo rispetto reciproco. Per fare chiarezza su tante cose che si sono dette».
Tipo?
«Per esempio quando ho sentito dire che io sono andato via dalla Rai per fare posto a lui. Sinceramente non c’ho mai creduto. Però».
All’inizio si parlò di duello.
«Fazio non è mai stato il mio obiettivo, lo dissi dal punto di vista strategico. Il duello non si combatte ad armi impari, basta guardare il budget. Sono trasmissioni diverse. Noi facciamo inchieste, lui invita ospiti».
Molti dicono che le interviste di Fazio sono poco aggressive.
«Ognuno ha il suo stile. C’è chi sceglie di essere ecumenico. Io invece mi faccio tanti nemici».
Veniamo alla domenica. La d’Urso si è andata a prendere il suo pubblico.
«Credo che non ci volesse un genio della tv per capire quello che sarebbe successo. L’unico mio dispiacere è vedere che c’è finita di mezzo la mia amica Cristina Parodi a cui voglio molto bene, che però poteva non prestarsi a questo gioco. Il massacro è stato una conseguenza inevitabile».
Secondo lei, il dg Mario Orfeo sarà pentito di aver chiuso l’Arena?
«Ma la scelta è stata solo sua? Ai posteri l’ardua sentenza».
Tornerebbe alla Rai se dovessero cambiare le cose?
«La Rai ce l’ho nel cuore. Ma a Cairo devo molto, perché ha creduto in me. Mi ha appoggiato su tutta la linea da vero editore».
Il momento più bello di questa stagione?
«La camminata della prima puntata. C’era tutta la mia vita».

Isola, Valeria Marini torna in Italia “si toglierà qualche sassolino dalle scarpe” – Anticipazioni

Valeria Marini torna a casa, o meglio nello studio de l’Isola dei Famosi per la diretta di martedì sera con la padrona di casa Alessia Marcuzzi, anche Mara Venier, Daniele Bossari e la Gialappa’s Band.

schermata-2018-03-21-alle-11-28-43La bionda “sirena” avrà portato a termine la sua “missione speciale” da ex naufraga? Sicuramente, ha provato a riconciliarsi con Francesca Cipriani – le due hanno un passato “in comune” – ma le braci non sembrano essersi spente definitivamente. E, come nello stile della Marini – come si legge nel comunicato stampa – si toglierà qualche sassolino dalle scarpe anche rispetto agli altri naufraghi conosciuti questa settimana.

Dopo circa 60 giorni di permanenza sull’Isola, gli animi si scaldano facilmente e lo scontro tra i naufraghi è inevitabile. Al centro delle diatribe honduregne c’è soprattutto Simone che si scontra prima con Jonathan e poi con Franco. A stare più del solito sulla difensiva è proprio il mimo, probabilmente a causa della nomination: è infatti al televoto con Francesca e Franco appunto.

Gaffe o frecciatina di Alessia Marcuzzi su Barbara D’Urso? Sbaglia il nome a L’Isola dei Famosi

Gaffe di Alessia Marcuzzi durante L’Isola dei Famosi, nella puntata del 20 febbraio: la conduttrice, parlando dell’ospitata di Eva Henger e Nadia Rinaldi a Pomeriggio 5, non pronuncia correttamente il nome del programma di Barbara D’Urso. Dimenticanza volontaria o semplice gaffe?

3563294_8_20180221111407 (1)Il quinto appuntamento de L’Isola dei Famosi ha visto Filippo Nardi uscire al televoto contro Franco Terlizzi e Amaurys Perez; inoltre Alessia Marcuzzi ha cercato di indagare più a fondo sull’affaire Francesco Monte commettendo una gaffe su Barbara D’Urso che non è passata inosservata agli occhi del popolo del web.
Al momento di accogliere l’eliminata della settimana scorsa, Cecilia Capriotti, la conduttrice del reality di Canale 5 ha chiesto alla showgirl se avesse visto qualcosa di sospetto nella villa che confermasse o al contrario smentisse la versione di Eva Henger.
La naufraga appena tornata in Italia ha dichiarato che nel gruppo di concorrenti c’erano tanti fumatori e che non è stata testimone di atti illeciti sottolineando tuttavia che, se anche avesse visto qualcosa, non sarebbe stato nel suo stile denunciare tutto così apertamente.

La gaffe di Alessia Marcuzzi su Barbara D’Urso è giunta quando, rivolgendosi a Nadia Rinaldi e Eva Henger, ha ricordato agli spettatori che le due concorrenti erano andate da Carmelita per confrontarsi meglio sullo scandalo droga. Peccato però che non è riuscita a pronunciare correttamente il nome del programma – Pomeriggio 5 – e abbia tagliato corto dicendo: “Se ne occupa Buon Pom.. Di Pomerig.. Barbara D’Urso”.
Sul web c’è chi ha ironizzato cinguettando: “Domani Barbara d’Urso a Pomeriggio5 : “Ieri sera al Grande Frat.. , ehm a C’è posta.. eh insomma da Alessia Marcuzzi.” #Isola”.

Qualcuno poi non ha creduto alla buona fede della Pinella e ha commentato: “Alessia che finge di non conoscere il nome del Programma di Barbara D’urso? #isola” e chi ha sdrammatizzato a suon di gif divertenti inerenti alla conduttrice partenopea.

Stella Egitto, la sexy attrice de ‘Il Commissario Montalbano” che ha conquistato tutta l’Italia

«Sono sempre stata una persona impulsiva, una vera testa calda. Dopo la morte di mio padre, avvenuta quando avevo solo 12 anni, ho iniziato a farmi presto certe domande e ho capito che niente è per sempre ed è anche per questo che non ho rimpianti, mangio la vita a mozzichi». Stella Egitto, la 30enne attrice che ha incantato l’Italia con la sua partecipazione a ‘Il Commissario Montalbano’, si racconta così a Vanity Fair. Ecco chi è la sexy attrice siciliana che in ‘Amore’ ha interpretato il personaggio di Cinzia Prestia.

stella-egitto_20134647Nata a Messina nel 1987, Stella ha un fratello e una sorella con i quali ha dovuto affrontare il lutto per la prematura scomparsa del padre. Trasferitasi a Roma, l’attrice aveva iniziato a studiare all’Accademia Silvio D’Amico, iniziando così la propria carriera teatrale. Successivamente, dopo alcune apparizioni in piccoli ruoli in alcune fiction per la tv, arrivò il debutto al cinema nel 2009 con ‘Sulla strada di casa’, per la regia di Emiliano Corapi, e l’anno successivo Stella recitò in ‘Un altro mondo’ di Silvio Muccino.
A partire dal 2010, Stella si divise tra il cinema e la tv, senza rinunciare comunque alle origini in teatro. Tra le sue apparizioni più facili da ricordare per i telespettatori c’è senza dubbio quella in ‘Squadra Antimafia – Palermo oggi’. Nel 2012 recitò anche nel film di Giovanni Vernia ‘Ti stimo fratello’ e, quattro anni più tardi, nel film di Pif ‘In guerra per amore’. Lo scorso anno, invece, l’attrice è stata impegnata sul set di ‘Malarazza’, un film nato dall’impegno di alcuni produttori indipendenti e che sarà in concorso per i David di Donatello con una storia sul degrado delle periferie siciliane.
Non poteva quindi che esserci una talentuosa siciliana nel cast di ‘Amore’, il film della serie con Luca Zingaretti andato in onda ieri. «La Sicilia è un luogo diverso dagli altri, con un tempo tutto suo. Anzi, il tempo sembra essersi fermato, ogni luogo della nostra terra è come Vigata» – spiega Stella – «La bellezza aiuta, anche nella vita di tutti i giorni, ma ognuno di noi ha un lato bello che deve saper mostrare. Anzi, come prossima sfida vorrei essere resa brutta: le cose su cui sono forte le conosco già, voglio essere messa in difficoltà».
Ultima informazione: Stella è single. «Bisogna essere fortunati a trovare l’amore. Credo di averlo incrociato, vediamo se si farà rivedere», ha dichiarato l’attrice.

Cecilia Capriotti, mini-abito e mutandine in mostra in diretta. Isola sempre più trash

Cecilia Capriotti è l’eliminata dell’Isola dei famosi della scorsa settimana. L’attrice fa il suo ingresso indossando un abito davvero sexy con una profonda scollatura e uno spacco inguinale. Proprio questo spacco birichino ha lasciato intravedere anche la biancheria intima dell’attrice.

3561107_2321_isola_2018_diretta_ceciliacapriottiInsieme ad Alessia ripercorre tutti i momenti della sua Isola poi Alessia torna a parlare con lei del caso canna gate : “Tu cosa hai visto?”. “Io fumo qualche sigaretta al giorno, quindi non noto chi fuma chi no – risponde la Capriotti – Se avessi visto, denunciare non è il mio stile. Ho fumato sigarette fuori e basta, non ci ho fatto caso. E’ una situazione talmente delicata”.
La Marcuzzi fa la stessa domanda anche agli altri naufraghi in studio, ma nessuno a parte Eva henger sembra aver visto nulle. La Venier stuzzica cecilia: “Se però dici: anche se avessi visto non avrei denunciato , però, non fai chiarezza e lasci il dubbio”.

Ilaria DʼAmico, “pallone dʼoro” dello struscio milanese

Nel look potrebbe vincere il pallone d’oro, lei che per una passeggiata milanese tiene tra le mani proprio un pallone… da calcio. Ilaria D’Amico svetta per le vie milanesi con la sua falcata e il suo stile impeccabile. C_2_fotogallery_3085934_upiFoto1F Cappottino multicolor, maglioncino e sciarpa abbinate, tacchi alti e capelli al vento, la compagna di Gigi Buffon si lascia fotografare raggiante, mentre accompagna il figlio tenendo il pallone da gioco in mano con disinvoltura. La giornalista senza calcio non sa stare nemmeno durante una semplice camminata…