Giulia De Lellis e il nuovo tatuaggio dopo l’addio ad Andrea Damante: «Una rosa capovolta per ricominciare»

Dopo la sua partecipazione al Grande Fratello vip da protagonista, per Giulia De Lellis sembrava filare tutto liscio, fin quando non è improvvisamente finita la sua storia d’amore.

giulia-de-lellis-tatuaggio_14160503Giulia infatti aveva conosciuto sotto i riflettori di “Uomini e donne” il suo fidanzato, Andrea Damante, oggi deejay, con cui aveva iniziato una storia d’amore e una convivenza.
Tutto all’improvviso è finito e le ragioni ufficiali tuttora rimangono sconosciute. L’ex corteggiatrice ha comunque ricominciato la sua vita e ha deciso di regalarsi un tatuaggio nello studio di Manuel Vallicella e si è incisa, all’altezza dello sterno, una rosa stilizzata capovolta.
Il disegno ha molti significati, tra cui la fine di un amore importante e la speranza di un nuovo radioso inizio.

Grande Fratello, «Concorrenti già conosciuti». La polemica: sembra l’edizione vip

Il Grande Fratello è cominciato da neanche 24 ore e già montano le prime polemiche. Al centro delle critiche è il cast di persone non proprio sconosciute: personaggi legati al mondo della cronaca o dello spettacolo (dai fidanzati di Nina Moric e dell’onorevole Stefania Pezzopane, alla nuora di Gino Bramieri e la figlia di Bobby Solo) o che hanno ampiamente fatto parte dei salotti tv della D’Urso (vedi il Ken umano Angelo Sanzio).

barbara-durso«Che senso ha illudere la gente con dei provini quando poi il cast è fatto di quasi tutti personaggi già noti?», tuona il web.
E in effetti a guardare la prima puntata condotta da un’emozionatissima Barbara D’urso il dubbio un po’ viene: gli uomini e le donne che dovranno rimanere chiusi nella casa per 7 settimane sembrano già avvezzi alle telecamere e soprattutto qualcuno si chiede che differenza ci sia con l’edizione vip di Ilary Blasi: anche lì il popolo dei concorrenti era infatti formato da figli o parenti di, come Ignazio Moser o i fratelli Rodriguez. Insomma una furbata questa che non è piaciuta ai telespettatori che erano pronti a rivedere il Gf dopo 3 anni di stop nell’edizione normale.

Rosy Abate, nella fiction spunta un numero di telefono: “Non era inventato, è di mio marito e ci hanno minacciato di morte”

Telefonate anonime e minacce di morte. Questo è quello che una coppia di Domodossola ha subito dopo la prima puntata della fiction andata in onda su Canale 5 “Rosy Abate” che racconta la storia di una donna di mafia che prova a rifarsi una vita lontano dalla Sicilia.
In una scena della fiction un criminale lascia un biglietto alla protagonista con un numero di telefono, peccato però che non fosse inventato ma appartenesse a un trentenne. «Quel numero esiste ed è di mio marito» spiega la signora di Domodossola a La Stampa, «Da ieri sera persone sconosciute ci stanno tempestando di telefonate, fino alle 4 di notte e di nuovo stamattina, per chiederci se siamo parenti di Rosy Abate, qualcuno ci dà dei mafiosi e c’è chi ci ha perfino minacciato».

rosy-1La coppia inizialmente ha pensato si trattasse di uno scherzo, ma poi ha capito che non era così e che la realtà aveva superato la fantasia.
A telefonare ai due, tra i vari, è stato uno spettatore della Basilicata, convinto che intestatario del numero fosse Rosy Abate e ha minacciato la donna. La signora ha risposto tutta la notte a chiamate minacciose sul telefono del marito, che è poi dovuto partire per un viaggio di lavoro in Svizzera, ma ha deciso di denunciare: «Non è possibile che una produzione tv non controlli se i numeri sono veri. La nostra privacy è stata violata. Mio marito è siciliano di origine, ma noi con la mafia non c’entriamo niente, siamo mica matti».