Morta Pamela Gidley, la «ragazza più bella del mondo» che recitò nel prequel di Twin Peaks

«È morta pacificamente nella sua casa», ha annunciato la famiglia in un comunicato ufficiale precisando che il decesso risale al 16 aprile scorso. L’attrice statunitense Pamela Gidley, famosa per il ruolo di Teresa Banks in «Fuoco cammina con me», il prequel cinematografico della serie «Twin Peaks» di David Lynch, è morta a Seabrook, nel New Hampshire, all’età di 52 anni. Nessuna informazione è stata data sulle cause della scomparsa prematura.

3702174_1728_morta_star_twin_peaks_pamela_gidley (1)Nata a Salem (New Hampshire) l’11 giugno 1965, Pamela Gidley frequenta la scuola a Salem prima di trasferirsi a New York e cominciare una carriera da modella, conquistato il titolo di ragazza più bella del mondo nel 1985. Ha studiato recitazione con Stella Adler e all’Accademia di Arti Drammatiche di New York. Pamela Gidley esordisce nel 1986 nella pellicola «Corsa al massacro» diretta da David Winters. Nel 1990 partecipa al film «Punto d’impatto» e nel 1992 la consacrazione con il ruolo di Teresa Banks in «Fuoco cammina con me».
Successivamente è stata diretta da Mike Figgis in «Liebestraum», Jim Abrahams in «Mafia!» e Uli Edel nell’horror «Il mio amico vampiro». Interprete di numerose serie televisive, tra il 1997 e il 2000 interpreta Brigitte Parker in diciassette episodi di «Jarod il camaleonte» e tra il 2000 e il 2002 è guest star in cinque episodi di «Csi – Scena del crimine», nel ruolo di Teri Miller. In tv Gidley ha interpretato ruoli in alcune serie come «Tour of Duty» (1987/88), «Angel Street» (1992) e «Maledetta fortuna» (1995), prima di entrare nel cast di «Jarod il Camaleonte». Nell’autunno 2003 ha fatto parte del cast della breve serie «Skin» nel ruolo di Barbera Goldman.
Gidley ha recitato nei film: «Thrashin’» (1986), «Bambola meccanica modello Cherry 2000» (1987, nel ruolo di Cherry 2000), «Dudes – Diciottenni arrabbiati» (1987), «Il peso del ricordo» (1988), «The Blue Iguana» (1988), «Pazzi» (1990), «Love Is Like That» (1992), «Paper Hearts» (1993), «S.F.W.» (1994), «Freefall – Caduta libera» (1994), «The Crew» (1994), «Bombshell» (1996), «The Maze» (1997), «Liar’s Poker» (1997), «The Treat» (1998), «Il collezionista» (1999, film che ha anche prodotto), «Goodbye Casanova» (2000), «True Blue» (2001), «Puzzled» (2001), «Luster» (2002), «Landspeed» (2002), «Cake Boy» (2004).

Al Bano e Romina di nuovo insieme. La “conferma” da Loredana Lecciso

Romina Power e Al Bano sarebbero nuovamente in coppia e non solo in scena. A lasciarlo intendere è Loredana Lecciso, a Domenica Live, per parlare della fine della sua storia con Al Bano. La causa della rottura sarebbe proprio Romina.

3671574_1822_al_bano_e_romina_ballando_con_le_stelleA ferire la Lecciso, tra le tante esternazioni della Power, la dichiarazione fatta a Ballando con le stelle di Milly Carlucci, dove Romina, esibitasi con Al Bano,ha affermato di essere stata «ripescata» dopo quindici anni.
«Vorrei tanto che Al Bano ascoltasse queste parole – dice la Lecciso – Io non ho un bel carattere, me ne faccio carico, il suo è più bello. Eravamo in una fase molto delicata, Al Bano lo sa molto bene. Le colpe sono sempre a metà, mai di una sola persona. C’era comunque una storia tra noi, cui ancora non avevamo messo la parola fine. Io ho anche seguito la puntata. Al Bano se mi stai ascoltando, non è contro di te, né contro Romina, però forse quell’esibizione era un po’ prematura, non tanto per me, quanto per il resto della famiglia che ti guardava. Va bene il canto, ma magari quel ballo… Potevate aspettare qualche settimana, lo avrei spiegato meglio ai bambini. Io alcune cose di Al Bano le posso capire e giustificare, ciò non toglie che mi feriscano. Non è per il balletto, quello che mi ha ferito è il tutto».
Loredana Lecciso non vuole giudicare ma non risparmia accuse a Romina.
«Capisco l’esasperazione di Al Bano. Deve capire che in me non ha una nemica. Voglio che sia felice. Se non ero io la persona giusta, mi sta bene. Gli auguro tanta felicità, certo stride con quello che mi diceva fino a venti giorni fa. Ha sempre detto di vedere Romina come una sorella, allora avrebbe dovuto arginare sua sorella. Lei avrebbe dovuto fare un passo indietro, non lo ha fatto, l’ho fatto io. Caro Al Bano come puoi pretendere che non se ne parli in trasmissione? So che di quella telefonata Al Bano si sarà pentito dieci minuti».
Al Bano ha, infatti, dato l’annuncio della fine della loro storia con una telefonata in diretta tv durante il programma di Rai Uno ‘Storie Italiane’.
Poi, la “sorpresa”, sottolineata dalla stessa D’Urso, la Lecciso, riferendosi ad Al Bano e Romina, parla di nuova relazione sentimentale.
«Certe cose vanno arginate per rispetto in questa fase – afferma Loredana Lecciso – Io ho dei figli adolescenti da tutelare. Voglio solo il bene di Al Bano, non voglio ostacolare la sua felicità, chiedo solo che i miei figli vivano in una dimensione di serenità». E ancora: «Tutto si può fare ma senza prepotenza. Il conto arriva per tutti, sempre. Il personaggio può agire in un certo modo, la persona ha altri doveri».

Fabrizio Frizzi, stasera torna l’Eredità: a condurre l’amico Carlo Conti

Dopo più di una settimana questa sera torna l’Eredità. La trasmissione riprende la programmazione normale per la prima volta dopo la scomparsa di Fabrizio Frizzi e a condurre ci sarà Carlo Conti.

conti-frizzi-eredita_03174238La trasmissione è stata interrotta in segno di lutto per la prematura scomparsa di Frizzi. Conti, coautore e conduttore per oltre dieci anni della trasmissione, si è alternato con il collega scomparso negli ultimi tre anni. Una staffetta naturale con Fabrizio.
Il programma ‘Techetechetè’ è andato in onda fino a ieri lunedì 2 aprile per sopperire allo stravolgimento del palinsesto preserale. Conti era molto legato a Frizzi ed è intervenuto durante i funerali leggendo la poesia degli artisti in coppia con Antonella Clerici.