Grande Fratello, sponsor in fuga: anche Caffè Borbone lascia la casa

Manca davvero pochissimo alla diretta della quinta puntata del Grande Fratello, ed una nuova tegola si abbatte sul reality show di Barbara D’Urso.
Un altro sponsor ha deciso di abbandonare il programma “Caffè Borbone – si legge sulle pagine social del brand – nella sua veste di sponsor e quindi assolutamente estraneo alle dinamiche, atti e dialoghi della trasmissione, si dissocia e abbandona la casa del Grande Fratello”.

grande-fratello-barbara-durso-8-maggioSulla pagina Instagram del noto marchio di caffè si legge: “E’ vero, non abbiamo reagito d’impulso ai fatti accaduti nella edizione corrente del “Grande Fratello” come personalmente avremmo voluto fare. Una società ha le sue regole e modalità per assumere le proprie decisioni, soprattutto quando segnano una cesura netta verso esperienze che, sulla scorta della passata collaborazione con il Grande Fratello, ritenevamo non potessero giungere a tali comportamenti assolutamente inaccettabili. Caffè Borbone, nella sua veste di sponsor e quindi assolutamente estraneo alle dinamiche, atti e dialoghi della trasmissione, si dissocia e abbandona la casa del Grande Fratello.
Nulla, nemmeno un reality – che proprio come tale vuole rappresentare la ‘vita reale’ – può permettersi di transigere dal reciproco rispetto e correttezza. In un periodo di drammatici atti di violenza verso il mondo femminile, non vogliamo essere di supporto a messaggi che tollerino la benchè minima prevaricazione, qualunque essa sia.
Caffè Borbone è azienda che da sempre si rivolge alle donne, è donna il nostro nuovo amministratore delegato, è forte la presenza femminile tra i nostri impiegati: tutti in armonia e nel massimo rispetto reciproco, un valore che da sempre accompagna la nostra quotidianità”.

Marco Bocci come sta? L’infezione che ha colpito l’attore: tutti i dettagli

Marco Bocci è ancora ricoverato nel reparto di malattie infettive dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia e dovrà restarci ancora qualche altro giorno, ma come sta Marco Bocci e quale infezione lo ha colpito? Stando a quanto riportato dai giornali locali che citano fonti ospedaliere non ufficiali, l’attore avrebbe contratto la meningoencefalite da herpes: è un’infezione cerebrale dovuta al virus herpes simplex tipo 1 i cui sintomi sono febbre alta, confusione mentale, cefalee, problemi comportamentali e di linguaggio.

marco-bocci-ricoverato-come-sta_09155409-600x328— ‘Qualcosa da lassù veglia su di noi’, il post commovente di Laura Chiatti dopo la malattia di Marco Bocci
Secondo fonti ospedaliere non ufficiali, Bocci avrebbe contratto la meningoencefalite da herpes: è un’infezione cerebrale dovuta al virus herpes simplex tipo 1 i cui sintomi sono febbre alta, confusione mentale, cefalee, problemi comportamentali e di memoria e se non constata in tempi stretti può avere conseguenze gravi.

La patologia che non è stata confermata dall’attore, la moglie o lo staff della coppia, colpisce una persona ogni mezzo milione nel mondo, prevalentemente bambini sotto i 3 anni e adulti over 50.

Nell’ultimo video Marco Bocci ricoverato in ospedale e con al fianco Laura Chiatti invitava tutti a non creare inutili panici, speriamo che presto aggiorni lui stesso i followers sulle sue condizioni di salute.

Nadia Toffa molto grave, Maria De Filippi interrompe la semifinale di Tu si que Vales: “In bocca al lupo”

Nadia Toffa è stata colpita da un malore grave mentre si trovava a Trieste. L’inviata e volto delle Iene è stata trasportata nella serata di ieri all’ospedale San Raffaele di Milano da cui hanno comunicato, tramite bollettino medico, che la 39enne è stata colpita da una patologia cerebrale.

maria-de-filippi-nadia-toffa-video-768x350Unanime la solidarietà da parte dei colleghi del mondo dello spettacolo. Ieri sera, durante la semifinale di Tu si que vales, anche Maria De Filippi ha interrotto la trasmissione per dare un messaggio alla collega: “Posso dire una cosa? Voglio fare un in bocca al lupo da parte di tutti noi a Nadia Toffa che non è stata bene”. Un messaggio di vicinanza a cui hanno fatto eco anche gli altri giudici: Rudy Zerbi, Jerry Scotti e Teo Mammucari.

Nadia Toffa delle Iene ricoverata in rianimazione dopo un malore: è grave. Trasferita a Milano in elisoccorso

In pochissimi sapevano che fosse a Trieste, forse ancora meno quelli che erano a conoscenza della ragione della sua visita, probabilmente una ‘incursionè al congresso nazionale dei Fratelli d’Italia, o a una iniziativa del M5S. A fare scoprire la presenza in città di Nadia Toffa, la graffiante Iena di Mediaset, è stato un malore che l’ha colta mentre era in albergo, in centro.

3403931_1640_toffa_11Toffa ha perso conoscenza e a quel punto chiunque ha riconosciuto l’inviata nella trentottenne dal taglio particolare dei capelli biondi. Intorno alla vicenda istituzioni e autorità si sono sigillate, non si conosce nemmeno la patologia da cui sarebbe affetta Toffa. Di sicuro, non si tratta di una banalità perché la Iena è stata portata in ambulanza all’ospedale di Cattinara dove è stata ricoverata nella Terapia Intensiva dell’Arta (Anestesia rianimazione terapia antalgica).
Il malore risale alle 14 circa, lo scarno bollettino medico diffuso nel tardo pomeriggio dall’Asuits (Azienda sanitaria universitaria), si limita a confermare il fatto precisando che la «prognosi è riservata per patologia cerebrale in fase di definizione». E che probabilmente la Iena sarà trasferita in serata o anche in nottata al San Raffaele di Milano con un «elisoccorso».
In realtà il trasferimento potrebbe essere non così agevole perché, come fanno notare alcuni esperti, in città da ieri soffia bora con raffiche ben oltre i 100 chilometri orari: una condizione meteo che impedisce agli elicotteri di volare, a maggior ragione col buio, quando normalmente non si alzano in volo.
La vicenda ha scatenato media e social e la foto un pò sbarazzina della Toffa campeggia in tanti siti della rete. «La nostra Nadia non è stata bene. Ci stiamo tutti prendendo cura di lei. Vi terremo informati», hanno postato i colleghi sulla pagina Facebook de Le Iene, una volta ripresisi dalla sorpresa della notizia. «Forza collega mia bella ti aspetto» ha invece ‘cinguettatò Nicola Savino, che con Nadia Toffa e Giulio Golia condivide la conduzione della domenica de Le Iene, su Italia 1. La cui prossima puntata andrà in onda domani. Nadia Toffa conosce Trieste, vi è stata più volte per servizi televisivi, ad esempio quelli sulla situazione dell’impianto siderurgico Ferriera di Servola. E, ugualmente, più volte ha avvicinato, o tentato di avvicinare, la presidente della Regione Fvg, Debora Serracchiani, con la quale c’è stata anche qualche schermaglia verbale.

Le Iene, scandalo Brizzi. Neri Parenti: “Fausto è un amico, ci crederò solo se me lo dirà lui”

Fausto Brizzi, il noto regista italiano, è stato accusato di molestie da almeno dieci attrici anche grazie alle inchieste delle Iene. Anche stasera la trasmissione di Italia Uno ha dedicato un servizio allo scandalo abusi sessuali nel mondo dello spettacolo. Stavolta la iena Dino Giarrusso ha ascoltato il parere di attrici e showgirl affermate. Queste le loro dichiarazioni a riguardo.

3366887_2248_le_iene_brizzi_neri_parentiAlessia Marcuzzi: “Se è successo, Brizzi va punito. C’è una grave patologia che va curata. Le ragazze mi sembravano molto sofferenti, credibili”.
Paola Barale: “Weinstein lo appenderei nudo a testa in giù sul red carpet circondato da maiali come lui. Denunciare gli uomini con atteggiamenti da padroni”.
Cristiana Capotondi: “Con me Brizzi si è sempre comportato da gentiluomo. I giornali non sono i luoghi preposti per fare giustizia”,
Carolina Crescentini: “Tutto ciò fa schifo. Ma non si fanno i provini a casa di un regista”.
Isabella Ferrari: “Non mi è mai successo, c’è sempre stata l’avances. Un mondo che non ho mai conosciuto ma per fortuna è venuto fuori. Il coraggio di queste ragazze è una nuova rivoluzione che può portare altre donne a denunciare abusi. E’ finita l’epoca ‘sì, però'”.
L’ultimo a prendere parola è stato il regista Neri Parenti, che in radio ha dichiarato: “Io una di quelle signorine non le prenderò mai nei miei film”, riferendosi alle due donne che hanno denunciato a viso scoperto Brizzi, l’ex Miss italia Clarissa Marchese e la modella Alessandra Giulia Bassi. “C’è stato un equivoco – ha spiegato il regista -, io sono amico di Fausto, non le credo e quindi persone che per me stanno mentendo non le prenderei. Ci crederò solamente quando Fausto me lo dirà. Se succederà gli dirò che è uno stronzo”.