Isola, Lele Mora contro Alessia Marcuzzi: “Non sa dove orientarsi, il pubblico lo vede”

“Che Isola è? Un’Isola degli sconosciuti, senza sostanza, tanto fumo e niente arrosto”. Raggiunto da Valerio Staffelli per “Striscia la notizia”, Lele Mora non ha avuto parole buone per “L’Isola dei Famosi”, programma seguito da Leggo.it, né tantomeno per la conduttrice Alessia Marcuzzi: “ La Ventura aveva un passo in più nella conduzione senza nulla togliere alla Marcuzzi che però non sa da che parte orientarsi.

90ec0dd3-933c-4e8c-96a3-3b44d850626b (1)Vedo un’Isola spenta nei contenuti e nella gente capace solo di fare truffette di qua e di là. I telespettatori non conoscono tutte le cose che sono fatte perché non sono montate. Non farebbero il bene del programma”.
A piacergli poco la reazione della conduttrice al caso canna gate: “Non è giusto che la Marcuzzi sbrocchi in quel modo. Avevo paura che le venisse qualcosa con le vene del collo gonfie così. La D’Urso non l’avrebbe fatto, l’avrebbe gestita diversamente. Si sarebbe fatta una risata. Il conduttore deve avere la proprietà del palcoscenico e quest’anno non c’era. Il pubblico lo vede. Non è stata una brava padrona di casa”.

Loredana Lecciso a Verissimo replica a Romina Power: “Al Bano ama lei? Divertente”

La saga degli “Al Bano” posegue senza sosta. Loredana Lecciso arriva negli studi di Verissimo subito dopo Romina Power. Ad accoglierla la padrona di casa Silvia Toffanin. Nella puntata di sabato 14 ottobre la Lecciso fa un po’ di chiarezza sulle dichiarazioni che la settimana scorsa ha fatto l’ex moglie di Al Bano.

3300002_1851_loredana_lecciso_verissimo (2)“Posso comprendere che dall’esterno le parole di Romina possano sembrare dirompenti – risponde Loredana – ma le ho trovate divertenti. Forse come mamma dei miei figli potrei non averle gradite particolarmente. È stata un’ironia divertente ma opinabile”.
La Lecciso non è mai andata a nessun concerto di Albano e Romina ma questa volta la gelosia non c’entra niente: “Era un momento loro. L’ho anche vissuto come un momento di tregua. È stato molto più piacevole vederli esibire sulle tavole di un palcoscenico piuttosto che in un’aula di tribunale”.