Grande Fratello, sponsor in fuga: anche Caffè Borbone lascia la casa

Manca davvero pochissimo alla diretta della quinta puntata del Grande Fratello, ed una nuova tegola si abbatte sul reality show di Barbara D’Urso.
Un altro sponsor ha deciso di abbandonare il programma “Caffè Borbone – si legge sulle pagine social del brand – nella sua veste di sponsor e quindi assolutamente estraneo alle dinamiche, atti e dialoghi della trasmissione, si dissocia e abbandona la casa del Grande Fratello”.

grande-fratello-barbara-durso-8-maggioSulla pagina Instagram del noto marchio di caffè si legge: “E’ vero, non abbiamo reagito d’impulso ai fatti accaduti nella edizione corrente del “Grande Fratello” come personalmente avremmo voluto fare. Una società ha le sue regole e modalità per assumere le proprie decisioni, soprattutto quando segnano una cesura netta verso esperienze che, sulla scorta della passata collaborazione con il Grande Fratello, ritenevamo non potessero giungere a tali comportamenti assolutamente inaccettabili. Caffè Borbone, nella sua veste di sponsor e quindi assolutamente estraneo alle dinamiche, atti e dialoghi della trasmissione, si dissocia e abbandona la casa del Grande Fratello.
Nulla, nemmeno un reality – che proprio come tale vuole rappresentare la ‘vita reale’ – può permettersi di transigere dal reciproco rispetto e correttezza. In un periodo di drammatici atti di violenza verso il mondo femminile, non vogliamo essere di supporto a messaggi che tollerino la benchè minima prevaricazione, qualunque essa sia.
Caffè Borbone è azienda che da sempre si rivolge alle donne, è donna il nostro nuovo amministratore delegato, è forte la presenza femminile tra i nostri impiegati: tutti in armonia e nel massimo rispetto reciproco, un valore che da sempre accompagna la nostra quotidianità”.

Marco Bocci come sta? L’infezione che ha colpito l’attore: tutti i dettagli

Marco Bocci è ancora ricoverato nel reparto di malattie infettive dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia e dovrà restarci ancora qualche altro giorno, ma come sta Marco Bocci e quale infezione lo ha colpito? Stando a quanto riportato dai giornali locali che citano fonti ospedaliere non ufficiali, l’attore avrebbe contratto la meningoencefalite da herpes: è un’infezione cerebrale dovuta al virus herpes simplex tipo 1 i cui sintomi sono febbre alta, confusione mentale, cefalee, problemi comportamentali e di linguaggio.

marco-bocci-ricoverato-come-sta_09155409-600x328— ‘Qualcosa da lassù veglia su di noi’, il post commovente di Laura Chiatti dopo la malattia di Marco Bocci
Secondo fonti ospedaliere non ufficiali, Bocci avrebbe contratto la meningoencefalite da herpes: è un’infezione cerebrale dovuta al virus herpes simplex tipo 1 i cui sintomi sono febbre alta, confusione mentale, cefalee, problemi comportamentali e di memoria e se non constata in tempi stretti può avere conseguenze gravi.

La patologia che non è stata confermata dall’attore, la moglie o lo staff della coppia, colpisce una persona ogni mezzo milione nel mondo, prevalentemente bambini sotto i 3 anni e adulti over 50.

Nell’ultimo video Marco Bocci ricoverato in ospedale e con al fianco Laura Chiatti invitava tutti a non creare inutili panici, speriamo che presto aggiorni lui stesso i followers sulle sue condizioni di salute.

Fabrizio Frizzi, insulti choc da vegani e animalisti: “Questa volta Telethon non ti ha salvato”

Questa volta telethon non ti ha salvato”. Non solo i commoventi messaggi di ricordo, su Facebook esistono utenti che si sono permessi di insultare la memoria di Fabrizio Frizzi con frasi choc. Si tratterebbe di una frangia animalista vegana.

fabrizio-frizzi-malore-tumore-ischemia-638x425_28104640Un settore al quale Frizzi non ha mai rivolto alcuno sgarbo o parola fuoriposto. Ma i social oltre ad essere uno strumento di comunicazione e condivisione spesso riescono a far emergere odio e oltraggio nei confronti di uno dei personaggi più puri e limpidi della storia della tv italiana.
“Frizzi=Telethon=me**e abominevoli”, scrivono sui social, aggiungendo. “Scusate ma non posso avere pena per chi ha condotto Telethon! Esiste il karma!”.
Il conduttore romano, scomparso lunedì all’età 60 anni, aveva anche sostenuto una fondazione che si occupa di ricerca per curare malattie rarissime oltre ad aver donato il midollo a Valeria Favorito, una ragazza veronese di trent’anni. Ma lui, di fronte a queste frasi, avrebbe sdrammatizzato col suo solito sorrido.

Soleil Sorgè si riavvicina all’ex Luca Onestini: il gesto inaspettato che fa impazzire il web

La lettera con cui Soleil Sorgè lasciava in diretta Luca Onestini è ancora nella memoria dei fan, ma questo amore nato davanti alle telecamere di “Uomini e Donne” e finito sempre in televisione, al Grande Fratello Vip, potrebbe riservare ancora colpi di scena. Un inaspettato gesto fatto da Soleil sui social network ha scatenato nuovi rumors.

luca-e-soleil1

Su Instagram la ragazza poco tempo fa ha apprezzato una foto dell’ex, il ‘like’ di troppo è stato rimosso quasi immediatamente, ma non abbastanza in fretta da non suscitare qualche interrogativo sulla separazione e il rapporto con il nuovo fidanzato Marco Cartasegna.
Dal momento che la bionda di origini americane non segue l’ex tronista è possibile che sia andata a sbirciare apposta la pagina di Onestini e involontariamente le sia scappato un apprezzamento.
I fan e i curiosi hanno fatto in tempo a notare il gesto e hanno commentato: “Almeno stalkera bene”. Onestini però potrebbe averla già dimenticata con l’ex coinquilina Ivana Mrazova.

Diletta Leotta hackerata: “Fu un ragazzino a diffondere online le foto hot”, indaga la Procura per i minori

Indaga ora la Procura per i minorenni di Milano sulla vicenda degli scatti senza veli e di alcuni video hard rubati dal cellulare della giornalista e noto volto di Sky Sport Diletta Leotta e poi diffusi sul web.

dilettaDa quanto si è saputo, infatti, la Procura milanese, che nei mesi scorsi aveva aperto un fascicolo a carico di ignoti con l’ipotesi di reato di accesso abusivo a sistema informatico, ha trasmesso nelle scorse settimane l’inchiesta ai pm minorili competenti per gli accertamenti sulla posizione di un minorenne che avrebbe condiviso inizialmente le immagini on line.
L’inchiesta, che era coordinata dal dipartimento guidato dal pm milanese Alberto Nobili, era scattata dopo la denuncia, presentata dalla presentatrice tv alla Polizia postale, dopo la diffusione su internet, nel settembre dello scorso anno, di una decina di immagini e di alcuni filmati che la ritraevano nuda e che lei conservava nel ‘cloud’, ossia nella memoria virtuale del suo telefonino. Foto e video che in pochissimi minuti avevano fatto il giro del web con l’hashtag #Leotta che aveva scalato le classifiche dei contributi più citati dei social network.

Grande Fratello Vip, Marco Predolin squalificato: “Mi avete ributtato nel fango”

“Marco ieri sera mentre parlavi con Onestin e Impastato ti è sfuggita una frase che ha suscitato la sensibilità di molte persone. Sicuramente non era nelle tue intenzioni, ma devo leggerti un comunicato”.

3276305_2221_grande_fratello_vip_marco_predolin_squalificatoIlary Blasi chiama nel confessionale Marco Predolin per comunicare la decisione che ha preso il Grande Fratello:
“Le tue affermazioni all’interno della casa hanno violato le regole e lo spirito stesso del Gf. In questi casi la conseguenza disciplinare è inevitabile, sei ufficialemnte squalificato”.
Predolin “Mi dispiace, ma vi state sbagliando”. La Blasi mostra al presentatore la clip per rinfrescargli la memoria.
“La crocifissione è avvenuta – dice amareggiato Predolin – spero di risorgere. Mi dispiace molto, non era questo il Grande Fratello che volevo fare. non è piacevole per l’immagine, per l’età che ho. Mi avete ributtato nel fango”.
Il televoto resta aperto, in nomination Daniele Bossari e carmen Di Pietro.

Lo strazio dell’ultima chiamata: «Sto per andare in cielo, vi aiuterò da lì»

CAMPOSAMPIERO (PADOVA) «Miracolo al ventesimo piano», titola The Sun pubblicando le foto sorridenti di Tazmin e Malek Belkadi, sorelline di 6 e 10 anni trovate incredibilmente vive all’ospedale. Ma la speranza non è riuscita a salire tre rampe di scale più su: mentre la tragica conta delle vittime è arrivata a 17, con il timore che alla fine possa superare perfino quota cento, rimangono nella lista dei dispersi Gloria Trevisan e Marco Gottardi, i giovani fidanzati e architetti veneti che abitavano al ventitreesimo della Grenfell Tower.

2503925_glo4

«Purtroppo non ci sono motivi per sperare che siano ancora vivi», fanno sapere Manuela e Loris, la madre e il padre della 26enne di Camposampiero, straziati dall’ascolto delle cinque drammatiche telefonate ricevute dalla ragazza la notte dell’incendio, con le sue ultime e atroci parole: «Mamma, papà, mi sono resa conto che sto morendo…».
È la lacerante consapevolezza di Gloria, quella che esce dalla memoria del cellulare di Loris Trevisan. Del resto che stesse per morire gliel’ha detto proprio lei, la 26enne che tre mesi fa aveva lasciato il Veneto con i suoi lavoretti precari da 300 euro, per trasferirsi a Londra a vedere riconosciuto il proprio talento con uno stipendio mensile di 1.800 sterline («Ma io dico: come è possibile che in Italia un giovane per lavorare deve andare all’estero?», si indigna il genitore, prendendosela con «lo Stato»).
Soldi con cui sostenere la famiglia, una preoccupazione che ha accompagnato Gloria fino alla fine: «Sto per andare in cielo e da lassù vi aiuterò…».
Mamma e papà con gli occhi guardano sgomenti le immagini del grattacielo inghiottito dal fuoco, mentre con le orecchie ascoltano impotenti l’addio alla vita della loro figlia: «Grazie per quello che avete fatto per me…».
C’è solo amore, negli ultimi pensieri di Gloria.

Il congedo di Fabio Fazio: «L’unico punto fermo in Rai è il cavallo»

Ringraziamenti per l’ultima puntata di una stagione, quella di Che tempo che fa, ma forse anche in vista di un prossimo addio alla Rai. Fabio Fazio ha aperto così la puntata del programma di Rai3 lasciando ancora incertezza sul suo futuro: «in ogni caso, ha detto guardando la telecamera e rivolgendosi al pubblico, ci rivedremo, sempre con entusiasmo e passione».

FabioFazio_Tg1_Sanremo2014Fazio ha fatto passi indietro nella memoria, ad «un’era geologica», quella di quando ha cominciato a lavorare, «in Rai a 19 anni» e ricordato «programmi ed esperienze bellissime» citando Anima Mia, Vieni via con me, Quelli che il calcio, il Festival di Sanremo, Che tempo che fa, le serate speciali come quella su Falcone e Borsellino e tutti gli altri programmi. «Sarò sempre grato – ha detto, e sono sembrate parole quasi di commiato – a coloro che in questa azienda lavorano e mi hanno accolto 33 anni fa. Per la verità molti sono andati in pensione, l’unico rimasto è il cavallo di Viale Mazzini, con il quale peraltro ho un ottimo rapporto. Il cavallo è l’unico punto fermo della Rai, lui non è mai stato sfiduciato».
Parlando del suo futuro, Fazio (che ha il contratto in scadenza in questi giorni e che ha detto senza mezzi termini che in futuro vorrà essere produttore di se stesso, anche in relazione al tetto 240mila imposto ai compensi agli artisti) ha detto che «tra poco vedremo» se il percorso professionale continuerà con la Rai, «reciprocamente» in serenità. Ma intanto, ha concluso «voglio sinceramente ringraziare il Pubblico, W la Rai e W il cavallo».