Giletti sfida Fazio: «Faccio inchieste, lui è ecumenico»

Massimo Giletti, sette mesi dall’addio Rai. Quando si guarda allo specchio, vede un uomo contento?
«Vincere una sfida impossibile come quella di creare un programma che non esisteva è un motivo d’orgoglio, anche se una parte di me non dimentica l’amarezza di aver visto un gruppo costretto a cercare lavoro da un’altra parte. Correndo rischi, ma dimostrando che nella vita i rapporti umani sono più importanti del denaro».

3663753_pckg_70152348604550205-20180412La sfida a distanza con Fabio Fazio c’è stata. Non è l’Arena un po’ di fastidio a Che Tempo Che Fa l’ha dato.
«Ho rispetto della storia di Fazio. Tuttavia sarebbe interessante fare con lui un confronto, raccontandoci un po’ di cose».
Un faccia a faccia?
«Sì. Ma davanti a tutti, nel massimo rispetto reciproco. Per fare chiarezza su tante cose che si sono dette».
Tipo?
«Per esempio quando ho sentito dire che io sono andato via dalla Rai per fare posto a lui. Sinceramente non c’ho mai creduto. Però».
All’inizio si parlò di duello.
«Fazio non è mai stato il mio obiettivo, lo dissi dal punto di vista strategico. Il duello non si combatte ad armi impari, basta guardare il budget. Sono trasmissioni diverse. Noi facciamo inchieste, lui invita ospiti».
Molti dicono che le interviste di Fazio sono poco aggressive.
«Ognuno ha il suo stile. C’è chi sceglie di essere ecumenico. Io invece mi faccio tanti nemici».
Veniamo alla domenica. La d’Urso si è andata a prendere il suo pubblico.
«Credo che non ci volesse un genio della tv per capire quello che sarebbe successo. L’unico mio dispiacere è vedere che c’è finita di mezzo la mia amica Cristina Parodi a cui voglio molto bene, che però poteva non prestarsi a questo gioco. Il massacro è stato una conseguenza inevitabile».
Secondo lei, il dg Mario Orfeo sarà pentito di aver chiuso l’Arena?
«Ma la scelta è stata solo sua? Ai posteri l’ardua sentenza».
Tornerebbe alla Rai se dovessero cambiare le cose?
«La Rai ce l’ho nel cuore. Ma a Cairo devo molto, perché ha creduto in me. Mi ha appoggiato su tutta la linea da vero editore».
Il momento più bello di questa stagione?
«La camminata della prima puntata. C’era tutta la mia vita».

Lecciso-Salvini, testa a testa dalla d’Urso

Matteo Salvini alla prima uscita dopo le elezioni vinte. Loredana Lecciso che cerca il supporto dell’amica Barbara d’Urso dopo le recenti vicissitudini con Al Bano e il triangolo con Romina Power. Fuochi di artificio per gli ascolti di Domenica Live, nel pomeriggio di Canale 5, che annienta la Domenica In firmata Parodi, come ormai fa dall’inizio della stagione.

barbara-d-urso-loredana-lecciso-tristeGli ascolti sono schizzati con i due ospiti che hanno saputo conquistare il pubblico delle grandi occasioni. L’intervista al leader della Lega è stata vista da una oltre 3 milioni e 200 mila spettatori, sfiorando il 18% di share. Un successo paragonabile agli ascolti del primo pomeriggio dell’anno scorso su Raiuno, quando c’era ancora L’Arena di Massimo Giletti.

Ma Loredana Lecciso ha saputo fare ancora meglio. Di poco, però ha vinto perfino la sfida con Salvini. Magari perde con Al Bano ma ha conquistato il pubblico domenicale della d’Urso. E’ riuscita a inchiodare davanti al teleschermo 3 milioni e 383 mila spettatori, con un punto in più di share rispetto al leader della Lega.

Il dramma di Asia Nuccetelli. Antonella Mosetti: «Mia figlia aveva problemi al cervello»

«Non ho voluto raccontare questa storia mentre partecipavamo a reality, ora però voglio dire la verità». Antonella Mosetti, a Domenica Live, racconta il dramma della figlia Asia, seduta al suo fianco.

collage-758x444«Quando Asia aveva tre anni/tre anni e mezzo io e la famiglia ci siamo accorte che aveva delle assenze neurologiche, si distraeva e fissava il cielo – racconta la Mosetti – io pensavo fosse un atteggiamento, mia suocera, molto più esperta di me, capì subito che c’era qualcosa di grave e insistette per andare a fare controlli. Tramite amicizie di famiglia, la portai al Bambino Gesù. Dopo esami su esami mi dissero che aveva un problema al cervello. Affermarono che c’era una macchia nel cervello e che forse poteva essere un tumore. La mia vita era finita in quel momento. Io andavo tutti i giorni in onda con Massimo Giletti perché comunque dovevo guadagnare. Poi hanno scoperto che aveva un principio di epilessia ma era curabile. Doveva prendere tantissime gocce, non potevo mandarla neppure a casa delle amichette, venivano tutte da noi, volevo essere sempre sicura di poterle dare le gocce al momento giusto, abbiamo vissuto sei anni in quel modo, stavo attenta a tutto».
Poi problemi di bullismo, i giramenti di testa, gli attacchi di panico di Asia.
«Una sera ero in discoteca con amiche – racconta Asia – delle ragazze ci guardavano, una ha spinto la mia amica, lei si è girata e ha detto: che fai? E da lì hanno preso il pretesto…».
Picchiata dal branco, come già aveva in parte raccontato, Asia è andata in ospedale.
Il pestaggio ha avuto come conseguenza un grave problema all’orecchio.
«Non riuscivo a camminare, non potevo andare neanche in bagno da sola», dice.
Quando tutto è passato, sono rimaste tante paure e insicurezze.
«Per tutto questo ho deciso di fare Il Grande Fratello, per darle sicurezza, lei voleva farlo – dice Antonella Mosetti. Io non vorrei che lei facesse questo mestiere».

Massimo Giletti dimesso dallʼospedale dopo il malore in diretta

Massimo Giletti è stato dimesso dall’ospedale Umberto I di Roma dopo aver trascorso la notte nel nosocomio a seguito del malore accusato nel corso della puntata di “Non è l’Arena” del 28 gennaio.

222041284-c3dc343c-035c-490f-b354-92c1a91ea641Secondo quanto si apprende da La7, il conduttore sta meglio ed ora è a casa a riposare. Giletti aveva iniziato la diretta con la febbre alta a causa dell’influenza e ha deciso di interrompere il programma dopo l’intervista alla ministra Marianna Madia.
Il giornalista aveva chiesto di sedersi, prima di precisare di essere costretto a interrompere il programma. Le trasmissioni sono poi continuate con un blocco registrato nel pomeriggio perché non era in condizione di continuare.

Mara Venier: “Altro che riposo dalla tv, torno a Tu si que vales”

Lo aveva annunciato, “posso smettere con la tv”, ma l’amore e la passione per il lavoro è più forte di Mara Venier. Così eccola in pista, con un biglietto in tasca per Santo Domingo da “buttare” e le valigie pronte per Roma, dove la aspettano le registrazioni di “Tu si que vales”. “Maria De Filippi mi ha riconfermata giudice per il terzo anno consecutivo e sono molto felice”, racconta a Tgcom24.

C_2_articolo_3080834_upiImageppIncontriamo la conduttrice alla presentazione milanese della collezione Mara Venier per Luisa Viola. Mara è raggiante, con la sua risata contagiosa che mette di buon umore. Non ha passato un momento bello dopo la morte della madre due anni fa, che era “il senso della vita”. Ma le cose ora vanno decisamente meglio: il figlio Paolo l’ha resa nonna per la seconda volta restituendole il sorriso, la linea di moda va a ruba, il marito Nicola Carraro è sempre al suo fianco riempendola di amore e attenzioni, la gente comune la ama e presto tornerà sul piccolo schermo.

Mara cosa farai questa estate?
Intanto avevo detto che non avrei lavorato e invece si ritorna con grande gioia a “Tu si que vales”. E’ un programma che amo moltissimo. Cominciamo a registrare adesso, avevo già fatto i biglietti per Santo Domingo e invece devo buttarli via (ride, ndr). Non ci pensavo più tanto, dopo tre anni di grandissimo successo mi sono detta magari stanno pensando a qualcun altro. Poi invece settimana scorsa ho sentito Maria e mi ha detto: ‘ma sei pazza? ma quando mai!’… così ho accettato subito.

Perché ha successo la trasmissione?
Il programma è popolare, piace ai grandi e ai piccini. Grazie alla trasmissione ho preso quella fetta di pubblico dei ragazzi, ed era impensabile per me. Il mio pubblico, soprattutto quello delle “Domeniche In”, era adulto, fatto di signore.

A proposito di “Domenica In”, hai pubblicato su Instagram un post per Massimo Giletti dopo che hanno cancellato l’Arena…
Sì, esatto, di solidarietà.

Rara la solidarietà nel mondo dello spettacolo
Lo so bene, mi sono stati tolti dei programmi che facevano grandi ascolti e non ho mai detto una parola, ma neanche nessuno si è esposto a dire ‘però è un peccato’. La vita è così, non me la prendo più di tanto, perché ti possono togliere i programmi, ma l’affetto che il pubblico mi dimostra quotidianamente non me lo toglie nessun direttore generale o di rete.

Tornando a Giletti…
Mi dispiace perché l’Arena è nata in una mia Domenca In, che ho fatto con Paolo Limiti e che mi manca tanto (piange,ndr). L’Arena è uno spazio che avrei dovuto condurre io ma proposi a Massimo di farlo lui, perché aveva un taglio giornalistico. Mi dispiace molto non vederlo, perché lo seguivo, Giletti è cresciuto tantissimo, è un numero uno. Per onestà intellettuale ed amicizia ho fatto questo post. Gli voglio bene.

Perchè si cancella un programma che funziona?
Non lo so, queste domande bisogna farle a chi di dovere. E’ curioso che un programma che porta ascolti e pubblicità poi venga cancellato. Sono scelte editoriali che sinceramente non capisco.

Barbara D’Urso resta a Domenica Live: “Insostituibile, appuntamento a settembre”

Barbara D’Urso resta salda al timone di Domenica Live anche per la prossima stagione. Dopo i rumours degli ultimi giorni in cui si parlava di una co conduzione con Massimo Giletti è arrivata la dichiarazione ufficiale dai vertici di Mediaset. Queste le dichiarazioni di Giancarlo Scheri in una nota stampa: “Si è chiusa ieri ( domenica ndr) un’altra stagione eccezionale di Domenica Live con Barbara D’Urso, bravissima e insostituibile padrona di casa”.

barbara d urso pomeriggio 5 _3_29211427

“Il programma di Videonews – dice il direttore Canale 5 – è stato leader incontrastato per tutta la stagione televisiva ed è diventato, grazie alla bravura di una magica Barbara e di tutta la squadra giornalistica, autorale e produttiva, irrinunciabile per i telespettatori di Canale 5. Ringrazio ancora una volta Barbara e tutta la squadra Mediaset per il grande e impegnativo lavoro svolto anche quest’anno. I telespettatori non dovranno aspettare molto per rivedere Barbara alla guida della domenica pomeriggio di Canale 5: l’appuntamento con lei e con la nuova edizione di Domenica Live è a settembre”.
Il contenitore domenicale di Canale 5 si è confermato anche quest’anno leader incontrastato della sua fascia (dalle ore 17.00 alle ore 18.45) riuscendo a incrementare gli ascolti del +12% rispetto all’omologo dello scorso anno, con una media di 2.557.000 spettatori e del 17.6% di share. Nel corso della stagione sono state registrate puntate record che hanno superato il 21% di share e i 3.500.000 spettatori con picchi di oltre 4.000.000 di telespettatori.

Ambra Angiolini e il flirt con Giletti. “Ora vi racconto tutta la verità”

Qualche giorno fa vi avevamo parlato del possibile flirt nato tra Ambra Angiolini e il conduttore de L’Arena, Massimo Giletti: il rumor era stato diffuso da Novella 2000. Secondo la rivista di gossip, infatti, tra i due ci sarebbe stata molto più di una semplice ‘simpatia’.Si era parlato addirittura di fidanzamento.

11

Ma dopo uqualche giorno è stata la stessa Ambra a voler rompere il silenzio e commentare il gossip. L’ex presentatrice di ‘Non è la Rai’ ha scritto un post sulla sua pagina Facebook, smentendo qualsiasi possibile flirt con Massimo Giletti: “Ma per favore dai – ha scritto Ambra Angiolini su Facebook – E su, vi prego, non fate così… Dopo #ambrabaciatutti anche #ambrastacontutti”.

“La Ventura all’Isola solo per rilanciare la carriera”. Alfonso Signorini attacca Super-Simo: “Ecco la verità su Bettarini…”

“Tra il naufragio e il trionfo c’è la via di mezzo”. Non ha usato mezzi termini Alfonso Signorini, nella prima puntata di “Domenica da Leoni”, nuovo salotto domenicale di Massimo Giletti, per commentare la performance di Simona Ventura all’Isola dei Famosi. In studio anche Alba Parietti e Vladimir Luxuria.
“Simona – dice Signorini – ritornata dall’Isola, ha cominciato un tam-tam mediatico, ponendosi sempre come vincitrice morale di questa edizione perché ha scoperto i veri valori della vita.

lite

Va detto che non si va all’Isola né per scoprire i veri valori della vita, né per fare l’esperienza più bella della propria esistenza. Lei ci è andata perché è stata la regina della tv generalista e, a un certo punto della sua carriera, si è spenta per sua scelta, secondo me più costretta a farlo. Aveva bisogno di un rilancio. Questo spiega perché ha partecipato all’Isola. E c’è anche una ragione economica: è stata pagata centinaia di migliaia di euro per partecipare”. Un “investimento” facilmente spiegato dallo stesso conduttore. “Quello che conta sono gli ascolti, bisogna puntare in alto. Il pubblico ama vedere i grandi protagonisti nella sofferenza. Simona è, comunque, una donna che fa la differenza… La paghi molto perché sai che hai la garanzia di un successo”. A fare la parte del leone, però, è Signorini. Sotto i riflettori l’intervista rilasciata da Stefano Bettarini, ex-marito della conduttrice, a Chi.
“Quello era un signor scoop. Sono amico di Simona Ventura, ma conosco le regole del sistema. Quando ha accettato di partecipare a un programma tritacarne sapeva i rischi ai quali andava incontro. Ho deciso di intervistare Bettarini, che aveva cose pesanti da replicare all’ex-moglie, lei mi ha accusato di non tener conto della sensibilità dei suoi figli… Da conduttrice, con Al Bano e La Lecciso non è andata per il sottile. Mi ricordo che prese da parte Nina Moric per spifferarle che Fabrizio Corona aveva portato suo figlio a Eurodisney senza il suo consenso … I figli di Simona Ventura hanno 17-18 anni, non stiamo parlando di due bambini, sono ragazzi in grado di intendere e di volere”.
È vero che la Ventura non ha voluto Bettarini sull’Isola?
“È vero, neanche come ospite. Prima di partire ha chiesto delle garanzie. Però forse è stato giusto così. Se avesse raggiunto l’Isola, con loro che non si parlano da due anni e mezzo, non sarebbe stato un bello spettacolo per i loro figli.
Il “caso” Ventura sfiora anche la suocera Mara Venier:
“Non avrei voluto essere nei panni di Mara Venier, quest’anno al mio fianco, all’Isola dei Famosi. Se andava contro Simona aveva le telefonate di Gerò Carraro in diretta in studio, se andava a favore rischiava di passare per schierata…”.
Ventura “bocciata” dunque come partecipante.
“Il pubblico da casa non ha voluto più Simona Ventura, è un dato di fatto. Bisogna aggiungere, cercando di essere equilibrati, che il pubblico da casa non ha mai amato quelli con una fortissima personalità, da Siffredi a Pappalardo. Di solito vince l’Isola chi non prende opinione “.
Super-Simo, però è stata promossa come conduttrice. ”In confronto all’edizione di Belen la nostra sembrava girata in un collegio di suore marcelline. Ho molta nostalgia di quelle Isole, le ho viste e le ricordo tutte. Almeno ci si divertiva e si rivoluzionava ogni volta la puntata, Belen è stata un grande personaggio e già lo era in nuce … Ricordo la lite mitica tra l’Elia e Yespica, tutti avevano voglia di mettersi in gioco. I personaggi che oggi vanno all’Isola cosa fanno se non dormire sotto le palme?”

Al Bano festeggia il compleanno dalla D’Urso e lancia frecciatina a Giletti : “Sei scorretto”

“Devo dire una cosa. Questa dove mi trovo ora è una trasmissione dal vivo, mentre dall’ altra parte, alla concorrenza, mi hanno fatto uno sgarbo. Stanno trasmettendo una cosa fatta cinque mesi fa semplicemente per rompere le scatole.

foto_Al-Bano

Non si fa, non è etico. Massimo (Giletti) da te non me l’aspettavo”.Al Bano Carrisi ospite a Domenica Live per festeggiare il suo 73mo compleanno dopo aver salutato la padrona di casa lancia una frecciatina, nemmeno troppo velata a Giletti.
La D’Urso, ride di gusto e non si lascia sfuggire l’occasione per fare una delle sue faccette cult e rispondere “Quale concorrenza?”.
Dopo questo siparietto parte l’intervista vera e si ripercorrono tutte le tappe del cantante di Cellino, dagli incontri con i mostri sacri della musica come Modugno, Domingo e Carreras, alle sue storie d’amore.