Belen Rodriguez rapita in Argentina: «Sequestrata e presa per i capelli, quando mio nonno l’ha saputo è morto d’infarto»

Un incubo che ritorna a distanza di anni. Belen Rodriguez si affida ai ricordi, quelli più dolorosi, per tornare a parlare del rapimento che l’aveva vista vittima, insieme alla sua famiglia, quando era un’adolescente e viveva ancora in Argentina: «Una sera ero in macchina con una persona, quando un uomo armato e col volto coperto da un passamontagna ci ha fermato.

3664804_0825_belen_rodriguez_rapimento_capelli_argentinaMi ha presa per i capelli, tirata e buttata fuori dall’auto, poi sono arrivati altri tre uomini armati che hanno sequestrato tutta la mia famiglia, chiudendoci a chiave nel bagno di casa».
Sono ricordi terribili, quelli della showgirl argentina in un’intervista a In Famiglia: «Hanno svaligiato la nostra casa senza pietà, hanno distrutto la vita di una famiglia intera. Dopo esserci liberati, il giorno dopo, mio nonno paterno morì d’infarto dopo aver appreso la notizia». Un dolore, quindi, difficilmente dimenticabile, che ha causato nella giovanissima Belen diversi traumi: «Da allora per me è stato un inferno, non volevo stare a casa da sola, avevo paura di essere ammazzata, ero una ragazzina adolescente che aveva visto la morte in faccia».

Roma. La star delle serie Netflix Olivia Taylor Luccardi violentata sul taxi abusivo

Doveva essere un soggiorno di piacere quello di Olivia Taylor Luccardi, 29enne attrice statunitense nota per aver preso parte ad alcune serie tv di successo tra cui “Orange Is the New Black”, nella città eterna da lei tanto amata e dove, da tempo, vivono alcuni connazionali.

olivia-luccardi-845x522La promettente star del piccolo e grande schermo, spesso impegnata in ruoli drammatici quando non horror, non sapeva però che la sua vacanza si sarebbe presto trasformata in un incubo per colpa di un tassista abusivo, originario della Siria e difeso dall’avvocato Francesco Bolognesi, che oggi rischia un processo penale perché accusato dal pubblico ministero Silvia Santucci del reato di violenza sessuale
Tutto è accaduto la sera del 28 dicembre quando l’attrice di numerosi film e serie TV, tra cui anche la pluripremiata House of Card, si recava in un pub di Testaccio assieme ai suoi amici come faceva da oltre 20 giorni. Tanto infatti stava durando il viaggio di Olivia all’ombra del Colosseo, rapita dalle mille bellezze che puntualmente pubblicava su Twitter, accompagnata da quel folto gruppo di amici e amiche. Così, come spesso era accaduto nei giorni precedenti, i ragazzi statunitensi si recavano in zona Testaccio per passare una bella serata in compagnia. Tra un drink e l’altro, un ballo e gli immancabili selfie, la serata volgeva al termine e per fare rientro, i ragazzi venivano convinti a salire a bordo di un tassista abusivo. Uno dopo l’altro i ragazzi e le ragazze venivano accompagnati a casa finché, per ultima, non rimaneva in macchina Olivia. Una situazione favorevole che spingeva l’uomo a fiondarsi sulla ragazza, afferrandola con vigore dalle braccia e tirandola verso di sé, riuscendo a baciarla sulla bocca. Pochi secondi di smarrimento poi l’attrice, forse ispirata da una delle pellicole a cui ha preso parte, riusciva a divincolarsi e a fuggire dal taxi prima che potesse accadere qualcosa di irreparabile.

Marisa Laurito a Verissimo: “Mi dissero che avevo bisogno di un vibratore”

Marisa Laurito parla nel salotto di Verissimo con quell’ironia e allegria che l’hanno sempre contraddistinta. L’attrice racconta tutta la sua vita: da quando era bambina e sognava il mondo dello spettacolo, il teatro di Eduardo e il cinema di Fellini fino al successo in televisione al fianco di Renzo Arbore. Un aneddoto in particolare diverte il pubblico e riguarda la sua famosa erre moscia.

3627281_1809_marisa_laurito_verissimoMarisa Laurito era andata da un logopedista che le aveva consigliato alcuni esercizi con una macchina molto costosa. Riusciva a mantenersi a fatica e non poteva permettersela. Lo specialista le suggerì a quel punto di procurarsi un vibratore per muovere la lingua: “In farmacia ero imbarazzatissima, così decisi di lasciarmi la erre moscia”.
C’è anche tempo per raccontare gli amori e la vita privata. Il matrimonio è durato solo un anno e la fine dell’amore è stata vissuta come un lutto. Alla domanda sulla mancata maternità, Marisa risponde: “Non mi manca essere mamma, quando ho avuto un’età in cui sapevo che non avrei più potuto non ho voluto perché avevo una responsabilità esagerata nei confronti di questo ruolo. Non volevo che dei figli crescessero senza un padre e quindi non l’ho fatto. Quando c’è stato il ‘giro di boa’ ho pensato che me ne sarei pentita e invece ora sono contenta”.

Tapiro a Barbara D’Urso, Striscia la Notizia: “Perché non inviti Chiara Nasti?

Barbara D’Urso aveva annunciato per la puntata di ieri di Domenica Live che avrebbe sottoposto Nadia Rinaldi e Cecilia Capriotti alla macchina della verità per confrontare le versioni delle due ex naufraghe con quelle di Eva Henger sul canna gate e Francesco Monte. Un nuovo meccanismo dell’Isola dei Famosi, però, ha permesso a entrambe di tornare in Honduras per sfidare con un televoto Paola Di Benedetto e Filippo Nardi e rientrare in gioco.

28660406_1829007067130225_7248861424528352146_nNiente di fatto per la macchina della verità. Da qui il tapiro per la conduttrice e qualche domanda spinosa sull’assenza di Chiara Nasti nei suoi salotti.
La fashion Blogger in un audio registrato di nascosto confermava la versione di Eva Henger, doveva essere domenica ospite della D’Urso per il nuovo appuntamento di “Domenica Live”, ma tutto è saltato pochi giorni prima. La conduttrice spiega di non avere nulla contro la Nasti.
“Questa settimana sono stata male per le accuse che mi sono state rivolte e per delle registrazioni fatte a mia insaputa, senza mia autorizzazione. Domenica, ero stata invitata a Domenica Live, era tutto confermato. Mi richiamano e mi dicono che non si può più parlare di questa vicenda. Ma io devo dare le mie spiegazioni. Non trovo giusto che io non possa difendermi, quindi non potrò più andare domenica da Barbara, non si è capito il perché”.

Eva Henger a Domenica Live: “Tutti gli altri naufraghi hanno mentito”

Eva Henger, sottopostasi alla macchina della verità durante Domenica Live, parla del Canna Gate, e lancia nuove accuse, anche alle persone che con lei e Francesco Monte hanno partecipato all’Isola dei Famosi.
La domanda sugli altri concorrenti è diretta. Senza tentennamenti, Eva Henger risponde: «Sì, tutti».
E qualcuno che ha mentito, lontano dalle telecamere le avrebbe poi confermato di aver visto.eva-henger-macchina-della-verita-domenica-live-400x240Eva Henger ha quindi ribadito il suo racconto di quanto accaduto sull’Isola.
Barbara D’Urso invita gli altri ex-naufraghi in studio a sottoporsi alla macchina della verità, Craig Warwick, Cecilia Capriotti e Nadia Rinaldi. Accettano tutti.
«Quello che ha mentito di più – dichiara Henger, finita la prova della macchina della verità – è Craig. Cecilia e Nadia si trovano in posizione imbarazzante, in cui dicono non so cosa c’era dentro…».
Cecilia Capriotti conferma di aver visto Francesco Monte fumare ma di non sapere se si trattava di canne.
«Sei una bugiarda», la accusa Eva Henger. E ancora: «Per quanto riguarda Nadia ho il fatto che lei si era lamentata in casa ma per gli altri due ho di più, perché con loro ho parlato tutta la settimana, loro mi hanno mandato avanti, mi hanno detto siamo con te, e invece, un corno, mi hanno mandata avanti da sola.
La prossima settimana, saranno in tre dunque a sottoporsi alla prova della macchina della verità nel tentativo di fare chiarezza sullo “scandalo”.

Medico accusato di ipnotizzare pazienti per violentarle, la moglie a Pomeriggio 5: “Non è in grado di farlo”

A Pomeriggio 5 arriva il caso del medico di base di Alba, Marco Vito Surdo, agli arresti domicialiari per presunte violenze sessuali alle pazienti dopo averle ipnotizzate. Il medico raggiunto al citofono dall’inviata della trasmissione, risponde che non può parlare essendo in stato di arresto.

3560931_1943_medico_moglie_ipnosi_pomeriggio5È la moglie, intercettata in macchina, a dare la sua versione dei fatti: “Mio marito è innocente, non è in grado neanche di ipnotizzare. A causa di questa vicenda non stiamo bene né noi né lui”. Parla anche un medico amico di Surdo: “Nessuno sotto ipnosi fa cose che non farebbe normalmente”.

LA VICENDA
Avrebbe ipnotizzato le pazienti per poi abusare di loro. Un medico di 56 anni di Alba, Marco Vito Surdo è stato arrestato dalla sezione di Polizia Giudiziaria della Procura di Asti e dai militari della Compagnia Carabinieri di Alba. Ora si trova agli arresti domiciliari, a seguito dell’ordinanza emessa dal gip del tribunale di Asti Federico Belli.
Al medico vengono contestati diversi episodi di violenza sessuale, compiuti dal 2012 al 2016, nei confronti di almeno tre giovani pazienti. Le indagini, dirette dal pm Delia Boschetto, erano state avviate nel 2016. Poliziotti e carabinieri hanno “sentito persone informate sui fatti, eseguito intercettazioni telefoniche ed effettuato perquisizioni domiciliari, facendo emergere elementi di riscontro alle ipotesi di reato contestate” spiega la procura in una nota. Tutta l’attività investigativa era partita da una prima querela sporta da una donna che aveva denunciato di aver subito atti sessuali contro la propria volontà.

Claudia Pandolfi a Funweek: “Non ho attaccato Michelle Hunziker a Sanremo”

L’attrice chiarisce quanto accaduto sul palco del teatro Ariston al Festival di Sanremo 2018. Ha davvero lanciato una frecciatina a Michelle Hunziker?
Ai microfoni di Funweek Claudia Pandolfi ha spiegato la battuta pronunciata al Festival di Sanremo alla fine della sua esibizione, in coppia con Claudio Santamaria, sulle note di Sarà per te di Francesco Nuti. In quell’occasione l’attrice, in promozione per la seconda stagione di È arrivata la felicità, si è rivolta a Michelle Hunziker dicendole “Michelle, non hai detto che è un momento meraviglioso“.

claudia-pandolfi-sanremo-michelle-hunziker-800x450Nel video in apertura di articolo trovate le dichiarazioni integrali della Pandolfi, che ha riservato anche un “attacco feroce” a Claudio Baglioni e Pierfrancesco Favino, compagni di avventura della showgirl svizzera sul palco del teatro Ariston.

Intanto per la Pandolfi si avvicina il ritorno in tv nei panni di Angelica nella serie di Rai1 ideata da Ivan Cotroneo. Nelle nuove puntate, in onda a partire da martedì 20 febbraio, la compagna di Orlando si ritroverà a fare i conti con la malattia. Scoprirà, infatti, di avere un tumore, il linfoma di Hodgkin.

Due anni e mezzo dopo averli lasciati felici e innamorati, ritroviamo Angelica e Orlando alle prese con le difficoltà della vita quotidiana. Con quattro adolescenti da gestire più il nuovo arrivato, il piccolo Andrea – e poi il lavoro, le bollette… – sembrano aver smarrito la complicità e i litigi sono all’ordine del giorno. L’unica coppia felice in casa è quella formata da Umberto e Laura, ma è davvero così? In realtà Umberto inizia ad accusare i due anni di convivenza, e si chiede se, già “fidanzato in casa” a diciassette anni, non si stia perdendo il meglio dell’adolescenza. Bea intanto ha trovato un nuovo ragazzo, Simone, soprannominato “Elfo domestico” perché fa tutto quello che lei gli chiede. Pietro e Nunzia, più innamorati che mai, vivono nello studio di architettura in attesa di trovare una casa più confortevole, mentre per Valeria e Rita, incinta di qualche mese, è finalmente arrivato il giorno del loro matrimonio. Solo Giovanna viene tenuta all’oscuro del matrimonio, per evitare possibili scenate. Durante l’ennesimo litigio, in macchina, Orlando perde il controllo e va a sbattere contro un albero. Un grande spavento, ma niente di grave. Al pronto soccorso, però, il medico nota qualcosa che non va in Angelica e le prescrive degli esami per capire di che si tratta.

Liz Hurley in topless, le foto le scatta il figlio

Un topless incredibile sfoggiato con naturalezza davanti allo specchio. Ma il selfie di Liz Hurley è solo uno dei tanti scatti che l’attrice 52enne posta sul suo profilo social deliziando i follower con le sue immagini di incredibili bikini.

C_2_fotogallery_3085991_upiFoto1FDi solito il suo fotografo preferito è il figlio Damian, 15 anni, bello come la madre e sempre pronto a puntare l’obiettivo della sua macchina fotografica sul fisico pazzesco di Liz…

Ivana Spagna alla macchina della verità: ecco cosa racconta la cantante

Macchina della verità per Ivana Spagna a Domenica Live. Più volte la cantante ha affermato di parlare con fantasmi e defunti e di aver avuto sogni premonitori, arrivando perfino a sognare di essere protagonista di un incidente, verificatosi poi effettivamente il giorno dopo. Di queste esperienze, la cantante ha parlato anche in un libro.

BBFZLPfIn studio, Spagna si sottopone alla macchina della verità, rispondendo alle domande su questi suoi ricordi.
Tra le varie apparizioni delle quali parla, il fantasma del padre venuto a prendere la madre, morta poi il giorno successivo, ma anche lo spirito di una ragazzina mai conosciuta, morta molti anni prima, di cui poi ha incontrato i genitori e lo spettro di Giuditta Pasta, cantante lirica del XIX secolo. La macchina della verità conferma i racconti di Ivana Spagna: «La cantante è convinta di ciò che sostiene».

“Sesso per un lavoro in tv, fui la prima a denunciare a Le Iene. Ma venni boicottata”

Era il 2005. Dodici anni prima del caso Weinstein e del movimento #MeToo. La vicentina Michela Morellato , allora 18enne, denunciò di aver subito pesanti avances da parte di un popolare giornalista tv che gli aveva proposto, secondo quanto raccontato dalla giovane, un posto nel mondo dello spettacolo in cambio di sesso.

image (17)“Già allora si sarebbe potuto far scoppiare lo scandalo”, sottolinea, in un’intervista a ‘Il Giornale di Vicenza’, Michela Morellato rivendicando di essere stata la prima ad avere il coraggio di denunciare.
“Avevo 18 anni – racconta – ed ero alla ricerca di un posto nel mondo. Mi disse che ero un volto interessante per la sua trasmissione. In macchina respinsi le sue pesanti avance mettendomi a urlare. Lui si scusò, aveva 34 anni più di me, e avrei potuto perdonarlo”, dice oggi a distanza di anni. Poi però “mi disse che era un pezzo grosso, che creava e distruggeva le ragazzine come me se non erano carine con lui. Non sopportai quelle parole – spiega al quotidiano – e la mia sete di giustizia mi spinse a denunciarlo”.
A far venire alla ribalta il caso di Michela Morellato fu il programma le ‘Iene’. Il giornalista tv fu denunciato per molestie sessuali, poi la sua posizione fu archiviata e “Michela – riferisce ‘Il Giornale di Vicenza’ – fu risarcita”. “Quello che mi indigna – lamenta Morellato – è che le benpensanti di oggi all’epoca non mi diedero un briciolo di solidarietà”. E denuncia: “Venni boicottata”. “Le televisioni nazionali mi misero nella lista delle persone scomode”, racconta Morellato, che conclude: “Ci vuole coraggio ad andare controcorrente. Può costare caro. Non fai carriera”.