Roberta Ragusa, in appello confermati i 20 anni a Logli. Ma il marito non andrà in carcere e tace: «Non parlo»

Confermata in appello a Firenze la condanna a 20 anni di reclusione per Antonio Logli, accusato dell’omicidio e della distruzione del cadavere della moglie Roberta Ragusa, scomparsa nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012 dal sua casa di Gello, nel comune di San Giuliano Terme e mai più ritrovata.

3731124_1813_roberta_ragusa_condanna_logli«Non parlo». Così Antonio Logli ha risposto ai cronisti lasciando il palazzo di giustizia di Firenze dopo aver assistito alla lettura della sentenza d’appello che ha confermato la sua condanna a 20 anni per l’omicidio della moglie Roberta Ragusa.
Ai microfoni di “Pomeriggio 5” in diretta i familiari di Roberta Ragusa hanno espresso soddisfazione per la sentenza. «Un momento umano molto brutto per l’assenza di Roberta e per i figli. Il padre è stato condannato e umanamente è la vittoria del dolore», sono le parole dell’avvocato Nicodemo Gentile dell’Associazione Penelope che si è costituita parte civile nel processo.

La corte d’assise d’appello di Firenze, dopo una camera di consiglio durata quasi 7 ore, ha anche confermato per l’uomo l’obbligo di residenza nel comune di San Giuliano Terme e il divieto di allontanarsi dalla provincia di Pisa dalle 21 alle 6. La pubblica accusa aveva chiesto alla corte invece che, in caso di condanna, fosse disposta la misura di custodia cautelare. La sentenza di primo grado, con rito abbreviato, era stata emessa dal Gip del Tribunale di Pisa, Elsa Iadaresta, il 21 dicembre 2016 per omicidio volontario e distruzione di cadavere. Nessuna parola di commento sulla sentenza, all’uscita del palazzo di giustizia di Firenze, da parte di Antonio Logli. «Ricorreremo in Cassazione» ha annunciato uno dei suoi legali, Roberto Cavani, spiegando che comunque si dovranno leggere prima le motivazioni. Il processo d’appello si è svolto in camera di consiglio avendo Logli scelto il rito abbreviato. Presenti in aula hanno riferito che l’uomo non avrebbe manifestato alcuna reazione al momento della lettura della sentenza. In aula c’era anche uno dei figli, Daniele, diventato da poco maggiorenne, che prima dell’inizio del processo d’appello aveva presentato una memoria ai giudici chiedendo l’assoluzione del padre.

I giudici della Corte d’assise d’appello hanno ritenuto valida la ricostruzione dell’accusa secondo cui Logli, la notte in cui scomparve la moglie, fu scoperto al telefono con la sua amante e ne nacque un litigio sfociato poi in un omicidio e nella distruzione del cadavere di lei. Al momento della scomparsa Roberta Ragusa aveva 44 anni. Insieme al marito gestiva una scuola-guida che si trovava adiacente all’abitazione.

Nelle motivazioni della sentenza di condanna di primo grado si legge che «Antonio Logli è un bugiardo e ha reiteratamente e pervicacemente tentato di mistificare la realtà fornendo in più occasioni una versione degli accadimenti non corrispondente al vero e spesso smentita dagli esiti investigativi», «mentendo anche sulla profonda crisi che attraversava da tempo il suo matrimonio».

Secondo il giudice di pisano di primo grado, Logli mentì anche sulla «relazione extraconiugale con Sara Calzolaio, iniziata nel 2004 e che ha riferito solo il 16 gennaio 2012, allorché la donna lo mise alle strette», e «ha mentito anche dopo avere rivelato la relazione, riferendo di avere effettuato una sola telefonata alla Calzolaio, quando in realtà ve ne sono state tre consecutive, l’ultima delle quali alle 00.18 di appena 28 secondi» nella notte in cui la moglie svanì nel nulla. La difesa di Logli, invece, ha sempre chiesto l’assoluzione perché l’imputato non ha commesso il fatto, e ha presentato anche una memoria del figlio Daniele, a sostegno dell’innocenza del padre.

Annalisa Minetti a Domenica Live: «Tornerò a vedere grazie a mia figlia»

3729159_1802_minetti (1)«Quando è nata Elena è stato un altro piccolo miracolo nella mia vita».
Annalisa Minetti presenta a Domenica Live la sua seconda figlia, Elena, e racconta il dolore seguito all’aborto, la perdita di speranza, infine la sorpresa della gravidanza.
«Ho aspettato tanto a dirlo, non volevamo dirlo a nessuno per paura».
Poi l’emozione ha spazzato via il ricordo della sofferenza.
«Ho smesso di pensarci e l’ho soltanto attesa, lei è la mia luce».
La Minetti ha conservato il cordone ombelicale della piccola che potrebbe forse aiutarla a tornare a vedere.
«Quel cordone ombelicale potrebbe essere una speranza per tutta la mia famiglia», ha detto Annalisa Minetti. «Nella ricerca sulle staminali ci sono tantissime speranze per quanto riguarda la retinite pigmentosa. Sono in attesa di fare un’operazione. Se anche non vedo più, ho alcuni recettori ancora vivi e dobbiamo mantenerli vivi il più possibile. Le staminali possono essere una speranza in più per il buon esito dell’operazione»

Anna Tatangelo e la delusione dopo la rottura con Gigi D’Alessio: «La vera Anna sta uscendo adesso»

gigi-d-alessio-e-anna-tatangelo-1-1Anna Tatangelo si confessa a Domenica In. Intervistata da Cristina Parodi parla della sua rottura con Gigi D’Alessio dopo tanti anni d’amore e un figlio insieme, il piccolo Andrea. Anna ha appena lanciato un nuovo singolo e dopo la partecipazione a Masterchef sta tornando totalmente alla sua prima passione, la musica, ma se la vita professionale va a gonfie vele, quella privata ha subito qualche scossone.
La Tatangelo non nasconde la sua delusione per come siano andate le cose: «La mia con Gigi è stata una delle più belle storie d’amore d’Italia», poi prosegue: «Lo dico con orgoglio, perché quando le cose sono fatte col cuore, sono fatte in maniera sincera, non c’è altro da aggiungere, lo rifarei tremilacinquecento altre volte». La fine della relazione l’ha però portata a cambiare vita, visto che lei e il loro bambino si sono trasferiti, ormai da qualche mese, in un’altra casa.

Per Anna però è iniziata una fase di rinascita dopo il dolore iniziale, tanto che lei stessa sottolinea alla fine dell’intervista: «La vera Anna sta uscendo adesso… Sono serena, ho trovato il mio equilibrio, e devo dire che il punto che tiene tutto è mio figlio».

Fabrizio Frizzi, la moglie Carlotta a cavallo ritrova il sorriso con la piccola Stella

A poco più di un mese dalla morte di Fabrizio Frizzi, avvenuta il 26 marzo, Carlotta Mantovan tenta di elaborare il lutto grazie all’ippoterapia. E spuntano i primi segnali di serenità, come testimoniano le foto esclusive del settimanale “Gente”. La moglie del conduttore e la figlia, la piccola Stella, trascorrono momenti insieme all’aria aperta andando a cavallo, una passione di famiglia che le sta aiutando a ricominciare.

carlotta-mantovan-moglie-frizziL’amore per i cavalli nella famiglia Frizzi non è una novità: Carlotta e Fabrizio venivano spesso insieme nel maneggio romano a pochi passi da casa, dove la Mantovan è stata fotografata in alcuni attimi di serenità. Era qui che amavano trascorrere ore di libertà lontano dai riflettori. E Stella, sin dall’età di un anno, era stata messa in sella, per prendere confidenza con i cavalli, di cui le doti terapeutiche sono ormai riconosciute. D’altronde la giornalista, in una delle ultime foto su Instagram prima della tragedia e datata 2 marzo, si era mostrata abbracciata a Luxette, la cavalla su cui monta quando si reca al maneggio.

Carlotta, decisa a superare qualsiasi ostacolo anche a cavallo, sembra trovarsi a suo agio con questi animali e, nonostante il dolore, cerca di dispensare qualche sorriso e dolci tenerezze anche alla piccola che invece è in sella a un pony. “Stella è una bambina fortissima, spiritosa, dal carattere molto forte. In questo ha preso da sua madre, che è dolce ma sa anche essere molto tosta”, aveva raccontato Frizzi.

Per Fabrizio la famiglia aveva un’importanza estrema, come dichiarato proprio in un’intervista a “Gente”. “Anche se lavoro molto, tra registrazioni delle puntate e riunioni con la redazione, faccio i salti mortali per essere a casa per cena. La mattina mi sveglio alle 8 per accompagnare Stella alla scuola materna con mia moglie: è un nostro rito irrinunciabile”.

Francesca Cipriani choc a “Verissimo”: «Sul lavoro un uomo ha cercato di violentarmi»

Francesca Cipriani, finalista dell’Isola dei Famosi, confessa a Verissimo di aver vissuto momenti drammatici e spiacevoli in passato: «Mi è successa una cosa molto brutta sul posto di lavoro, un uomo ha cercato di violentarmi, mi ha blindata, chiusa dentro nel negozio, io sono svenuta poi sono andata in ospedale, poi lo abbiamo denunciato».

Francesca-Cipriani-VerissimoSull’adolescenza difficile spiega: «Ho sofferto tanto, un dolore che ho un po’ accantonato, ma è sempre lì. Ho già raccontato di essere stata vittima di bullismo forse perché ero troppo buona e un po’ tonda. Mi tagliavano i capelli, io piangevo. Per me questa è una rivincita, sono felice».
E sulla vita privata ammette: «Non sono molto fortunata in amore, spero che arrivi, vorrei tanto fare una famiglia. Adoro i bambini e vorrei tanto diventare mamma di due o tre figli. Vorrei una persona rispettosa e per bene, un compagno e un padre. È più di un anno che sono single, ho sempre preso fregature: sono stata tradita, malmenata. Invece di accrescere la mia autostima, hanno cercato di togliermi il sorriso».

Fabrizio Frizzi, l’addio commovente a Ballando con le Stelle. Milly Carlucci: “Non è stato facile”

Milly Carlucci ha accettato una grande sfida insieme al cast di Ballando con le Stelle, quella di far continuare lo show a pochi giorni dalla morte di Fabrizio Frizzi. Un grande dolore per la conduttrice, che gli era particolarmente legata, al punto di aver desiderato di sospendere la diretta di stasera.

Schermata 2018-03-31 alle 20.51.19-2Per rendere omaggio al conduttore e amico, Milly Carlucci e lo staff di Ballando con le Stelle hanno realizzato una commovente coreografia sulle note di Hallelujah nella versione di Jeff Buckley. Al termine dell’esecuzione è apparso in video il viso di Fabrizio Frizzi e l’applauso del pubblico è stato partecipe e sincero.
La stessa Milly Carlucci ha condiviso il video dell’esibizione sul suo profilo twitter accompagnato da un “Sono sicura che il nostro applauso sia arrivato fin lassù”.

“Questo pomeriggio a Sabato Italiano Milly Carlucci aveva spiegato: “Quando mercoledì siamo tornati qua, ci siamo guardati smarriti, perché l’ondata di emozione e dolore ha travolto tutti. Ma la vita va avanti. Ieri il direttore generale è venuto a darci coraggio e a dirci: forza ragazzi, siamo tutti uniti e ce la facciamo. Ma non è facile”.

Funerali Frizzi, a riprendere la cerimonia gli operatori de L’Eredità

Alle 12 in punto tutta l’Italia si è fermata per seguire il funerale di Fabrizio Frizzi.
Centinaia le persone che in Piazza del Popolo a Roma hanno applaudito all’arrivo del feretro del presentatore all’ingresso della Chiesa degli Artisti.

1522231816975.jpg--roma__in_migliaia_ai_funerali_di_fabrizio_frizzi (1)

Le immagini della cerimonia dentro la chiesa sono state trasmesse sul grande schermo in piazza che in diretta in tv. Il collegamento è a cura del Tg1, ma dietro le telecamere ci sono i tecnici e gli operatori de «L’eredità», che hanno espresso il desiderio di accompagnare Frizzi nel suo ultimo viaggio sulla terra.
Un gesto commovente a riprova dell’affetto e del rispetto provato per questo grande artista amato da tutti per i suoi modi garbati e la sua professionalità.
Tantissime le testimonianza d’affetto dei vip, altrettante quelle della gente comune che si è stretta nel dolore della perdita “di un uomo straordinario, uno di noi”.

Elena Santarelli racconta la malattia del figlio: “Giacomo non ha la leucemia, un altro tumore”

Elena Santarelli, con discrezione e dolore, ha raccontato in diverse occasioni sui social della malattia del figlio. Ha fatto sapere quello che stava accadendo nella sua vita decidendo però sempre di tutelare il figlio e tutta la sua famiglia.

3601485_1148_elena_santarelli_figlio_malatoIl suo impegno come mamma e come donna è stato apprezzato da tutti i follower che le hanno dato il loro sostegno ed espresso la loro vicinanza. La discrezione della showgirl è stata anche nello scegliere di non dire con precisione cosa avesse il piccolo Giacomo Corradi, ma proprio poco fa su Instagram ha deciso di smentire la notizia che più si stava diffondendo nelle ultime settimane. Il primogenito avuto con il calciatore non sarebbe malato di leucemia: «Giacomo non ha la leucemia, un altro tumore», spiega in una stories. La Santarelli racconta ancora una volta del suo dolore e chiede rispetto.
Nell’ultimo post su Instagram Elena aveva condiviso una foto con un uovo di Pasqua dell’ Heal, “l’Heal Onlus, fondata da famiglie di bambini colpiti da tumori cerebrali e da medici, infermieri e biologi che quotidianamente operano a favore della cura e della ricerca nell’ambito della neuro-oncologia pediatrica”. La Santarelli ha chiesto che venga sostenuta questo tipo di ricerca per tutti i bambini e le famiglie che lottano contro questo tipo di malattie.

U&D, Sabrina Ghio dopo la fine del matrimonio: “Superato il periodo buio della vita. Il dolore è passato e io sono più forte”

“Il periodo buio della mia vita l’ho superato aprendo le braccia verso il dolore. Ora il dolore è passato e io sono più forte”.

Sabrina-GhioL’ex tronista di “Uomini e donne” Sabrina Ghio si confida dopo la fine del suo matrimonio con Federico Manzolli, con cui è stata sposata dal 2008 al 2014 e da cui è nata la figlia Penelope: “Anche se mio marito non lo amavo più, ritrovarmi sola con una bambina piccola, la paura di affrontare molte situazioni in solitudine, mi ha posto tanti dubbi – ha fatto sapere in un’intervista a “Vip” – Non sapevo come avrei fatto a crescere mia figlia da single, la mia situazione lavorativa non sapevo come sarebbe evoluta, ed ecco che ho risolto tutto lottando. Oggi posso dire che mi sento ‘risolta’!”.
Oggi, nonostante le numerosi voci di love story, è rigorosamente single: “Sto bene così, tutto può accadere all’improvviso. Ma certo non mi do per vinta… Credo sempre nell’amore e sto aspettando la storia più importante della mia vita”.