Alessia Marcuzzi manda in soffitta Belen: a lei il programma sui Mondiali con Savino

Niente Mondiali di calcio per Belen Rodriguez. Il nome della showgirl argentina circolava da mesi per la conduzione del programma sportivo insime a Nicola Savino, e invece a soffiarle il posto dovrebbe arrivare Alessia Marcuzzi.

Alessia-Marcuzzi-al-posto-di-Belen-Rodriguez-@-instagramSecondo il settimanale Oggi, dunque la conduzione del programma post partite sui Mondiali Russia 2018 che verrà trasmesso in seconda serata, spetterebbe alla padrona di casa dell’Isola dei Famosi.
Mediaset ha acquisito per la prima volta i diritti dei Mondiali di calcio ed è quindi determinata, nonostante la mancata partecipazione dell’Italia, a creare un’offerta completa a partire dalla trasmissione in chiaro di tutte le partite previste dalla manifestazione .

Francesco Monte abbandona l’Isola: “Mi devo tutelare in Italia”. La Marcuzzi: “Non ci sono prove delle accuse”

La terza puntata de l’ Isola dei Famosi si apre con il caso Canna-gate.
Dopo il riassunto per immagini di ciò che è successo durante la settimana, Alessia Marcuzzi annuncia il ritiro di Francesco Monte e manda il video confessionale dell’ex tronistra.

3529721_2209_francesco_monte_lascia_isola_famosi (1)“Questa settima è stata difficilissima per me – spiega Monte in confessionale – sia in base a quanto successo in puntata e soprattutto dopo le accuse di Eva. Voglio tornare in Italia per affrontater la cosa in una maniera diversa per tutelare i miei diritti la mia persona. he questa cosa abbia creato un grande caos. L’Isola èun programma pulito, dove tanta gente ci guarda e magari possiamo essere presi come punti di riferimento. Vado via a testa alta, io sono un ragazzo corretto e rispettoso degli altri. Ho deciso di tornare a casa perchè devo tutelare me e la mia famiglia”.
Al rientro in studio la Marcuzzi legge un comunicato della produzione in cui sottolinea che son state fatte tutte le indagini del caso. Sono state analizzate le immagini e ” tenendo presente che non esistono delle telecamera che riprendono 24 ore al giorno come accade durante il Grande Fratello, non c’è nessuna prova che dimostri quello che ha detto Eva, quindi per quanto ci riguarda è la parola di Eva contro quella di Francesco. Eva – conclude – a breve sarà qui in studio e avrà modo di dire la sua”.

Corona: “Sciopero della fame, sono pronto a morire”, scrive a “Verissimo” e conferma tutto

Nessun dietrofront. Continua il tormentone sullo sciopero della fame prima annunciato e poi rientrato da parte di Fabrizio Corona, l’ex ‘re dei paparazzi’. Oggi – rende noto in un comunicato Mediaset – Corona ha scritto alla trasmissione ‘Verissimo’ affermando che invece ha deciso di portare avanti la sua protesta.

3239425_1835_3236916_1236_21.7734211«Sono pronto a tutto. Sono disposto a sacrificare la mia vita. Sciopererò fino a quando non mi verrà fissata un’udienza nella quale verranno riconosciuti i miei diritti e la libertà che mi spetta. Voglio tornare a fare il padre», scrive fra l’altro alla conduttrice Silvia Toffanin dal carcere, dove dovrà restare ancora per un anno, dopo che il 13 settembre il magistrato di sorveglianza di Milano ha respinto la sua richiesta d’affidamento in prova in una comunità. La trasmissione andrà in onda sabato.
La fidanzata Silvia Provvedi, in collegamento telefonico con Silvia Toffanin ha ribadito: «Fabrizio ha iniziato lo sciopero della fame. Non tocca cibo e io sono molto preoccupata. Psicologicamente Fabrizio è il solito combattivo, ma è molto scosso».

Barbara D’Urso icona gay, la sua ‘Dolceamaro’ sconvolge il Gay Village di Imma Battaglia

Inaspettata sorpresa sul palco dei Gay Village Fantàsia dove è salita Barbara D’Urso per una serata imperdibile in compagnia del noto press agent Enrico Lucherini.

Barbara d Urso ospite d eccezione al Gay Village Fantasia_24133214La coppia è stata accolta da Pino Strabioli nell’ambito delle interviste spettacolo “I Racconti di Fantàsia” e ha dato vita a uno spettacolo indimenticabile: vestito arcobaleno e orecchini coordinati, la celebre conduttrice, amica da sempre della comunità lgbt, si è prima raccontata, soffermandosi sil temi dei diritti e della diversità a lei cari e sulla sua carriera, per poi concedersi a un ballo sfrenato insieme ad alcuni ragazzi, cantando la storica “Dolceamaro”, una sua vecchia canzone del 1982.

Paola Barale: “La consapevolezza dei 50 anni con il cuore da bambina”

Sposta il divano (con le rotelle) perché “l’intervista è meglio farla davanti al tramonto”. E dall’attico milanese di Paola Barale è davvero uno spettacolo. Sorriso contagioso, simpatia inaspettata e la voglia di raccontarsi senza filtri – in esclusiva a Tgcom24 – restituiscono una immagine inedita dell’artista. Bella, anzi bellissima a 50 anni, ma con un cuore da bambina: sabato 24 giugno sarà la madrina del Pride Milano, lei che da sempre lotta per i diritti degli omosessuali ma che vorrebbe leggi “adeguate” per tutti. E sull’amore confessa…

C_2_fotogallery_3080069_7_imagePaola perché hanno scelto te come madrina del Milano Pride?
In realtà non lo so. Un giorno mi ha chiamato il mio amico Andrea Pinna, che io chiamo ‘pinnoso’, e mi ha chiesto di fare la madrina… nonostante fossi a Ibiza, dove ormai vivo, mi ha convinto in tre minuti e mezzo. Così eccomi.

Sei una icona gay, lo sai vero?
Più che una icona credo di conoscere i tre quarti delle persone che parteciperanno al Pride (ride, ndr). Sono felice di esserci. Se mi chiedi perché ho un feeling speciale con gli omosessuali ti rispondo che mi piacciono le persone. E spesso mi chiedo: perché non viene mai posta la domanda ‘perché sei etero?’, ‘i tuoi genitori lo sanno che sei etero?’.

Cosa pensi della battaglia per i diritti civili?
Che andrebbero rifatte le leggi in generale… Sul matrimonio, poi, non sono ferrata, mi è andata male una volta (ironizza, ndr). Le leggi non sono adeguate, sono stata in ballo sette anni con un divorzio. Ma perché? Attraverso i Pride anche in Italia si sono fatti dei passi avanti. Il matrimonio è un matrimonio. Mi sposerei anche domani e invidio da morire Diego Passoni e Pier. Il matrimonio non è un confine, credo sia l’inizio di un viaggio meraviglioso. Sono per il matrimonio ma non mi sposo più. E’ un patto, sono una inguaribile romantica, credo nelle unioni. Dichiararsi e prendere un impegno pubblico, di fronte a delle istituzioni civili o religiose, mettere delle firme, come quando fai un passo importante, è bellissimo.

E’ anche un contratto…
Chiamalo come vuoi, ma devi avere la voglia di fronte a delle difficoltà di portarlo avanti. E’ molto più facile andarsene piuttosto che rimanere e sacrificarsi. Mi piace una foto che gira sul Web con due anziani ai quali chiedono ma ‘come fate voi a stare insieme dopo 60 anni?’, la risposta è ‘noi siamo nati in un epoca in cui le cose si aggiustavano invece di essere buttate’.

A che punto sei della tua vita?
Non capisco più nulla… mi ritengo una donna molto fortunata e tutti i giorni ringrazio l’universo. L’età mi ha portato una grande consapevolezza. Sono molto grata, so di essere privilegiata perché sono indipendente, ho una buonissima salute. Ho una bella famiglia, non ho avuto una vita particolarmente difficile. Certo, come tutti, ho fronteggiato le mie batoste, ma fa parte della vita. Cerco di vedere sempre il bicchiere mezzo pieno. Cambio spesso idea, ma sono trasparente e amo la lealtà. A costo di non essere capita.

Sei camaleontica e i tuoi look sono sempre copiati, li scegli tu?
Mi fa molto piacere. E devo dire che sono molto ben consigliata, ho uno staff di amici. Ho sempre bisogno di gente che sposta i miei limiti perché io sono molto pigra. Talmente che volevo farmi ipnotizzare per togliermi la pigrizia… Ma l’idea di farmi manipolare la mente mi ha distolto da questa pazzia…

I viaggi quanto ti hanno aiutato?
Mi hanno fatto scoprire un mondo che io non pensavo neanche esistesse. Non sono mai ferma. Il viaggio mi piace anche comodo, non solo all’avventura. Mi vizio spesso…. Da sola.

Che rapporto hai con i social?
L’altro giorno ho mandato a quel paese una follower, per l’ennesima volta mi accusava di aver preso un sacco di soldi per andare all’Isola. Così l’ho bloccata su Instagram e ho lanciato l’hastag #seibloccata. Seguo personalmente i social, perché sono un mezzo di comunicazione totalmente trasparente. Leggo tutto, accetto tutte le critiche ma devono essere costruttive. Oggi purtroppo ci sentiamo tutti giudici.

Hai amici o nemici nel mondo dello spettacolo?
Non ho mai avuto problemi nel mondo dello spettacolo. Forse una volta sola, con una donna, ma era lei ad avere dei problemi con me. Non frequento la mondanità. Ho amici in generale.

Come si fa ad arrivare così a 50 anni, bella e con un cuore da bambina?
Una botta di c..o. Si balla, si gioca, si ride tanto. Non do mai nulla per scontato, è la mia chiave di tutto. La vita, come diceva la mamma di una mia amica che non c’è più, va presa con una concreta leggerezza.
E alla fine magari risulti antipatica…
Forse perché non faccio mai finta di essere un’altra cosa. Dico sempre quello che penso. Scelgo la verità, nel bene e nel male, questo mi ha portato anche a prendere delle gran mazzate. Ma vado a letto sempre molto serena.

Sei innamorata?
Ehhh… Beviamo un altro bicchiere di vino, vah… mmmm dicevi l’amore… Mah sì…

Hai salvato l’ultima edizione dell’Isola dei Famosi, nei se consapevole? C’è chi dice che sei stata strapagata
E’ il mio lavoro, non sono andata per i soldi, avevo solo voglia di dare una mano al mio ex compagno e sono contenta anche dal punto di vista professionale perché so di aver fatto un buon lavoro. Abbiamo dato un bel messaggio, un esempio di come si può evolvere un rapporto. A me non era mai capitato prima. Può succedere.

Altri progetti tv?
Ho un appuntamento importante in queste ore, incrocio le dite ma non posso dire niente… ho anche prodotto una fiction in Argentina che si chiama Canzones, un film per la tv, è girato molto bene, agli addetti ai lavori è piaciuto molto ma poi scelgono altro. Credo di aver fatto tanto in tv, mi piace sperimentare, e adorerei lavorare per il cinema. Ci provo da anni.

Diletta Leotta, nozze top secret a primavera e figlio in arrivo

Non solo carriera professionale per la bella Diletta Leotta.
La giornalista Sky infatti dal punto di vista sentimentale è fidanzata con Matteo Mammì e sembra proprio che a breve i due convoleranno a giuste nozze: “Non solo pose sexy.

diletta-leotta-5

Diletta Leotta, la giornalista sportiva di Sky, posta la foto assieme alla nipotina e fa incetta di like – fa sapere la rubrica “Sussurri fra divi” di “Diva e donna” – Pochi sanno che la Leotta è da tempo fidanzata con Matteo Mammì, responsabile dei diritti sportivi di Sky nonché nipote dell’ex ministro Oscar Mammì, famoso per la legge che neI 1990 trasformò il sistema radiotelevisivo italiano.
Tra i due l’amore va a gonfie vele e nei salotti milanesi si sussurra che stiano organizzando le nozze, segretissime, per questa primavera. Subito dopo penseranno a un erede? Il desiderio, a vedere le foto della Leotta con la piccola nipotina, è già nell’aria …”.

“Vaffa…” in diretta su Rai3, la telefonata imbarazza Elisa Isoardi

Tra un consiglio sulle lasagne perfette e uno sulle cartelle Equitalia spunta pure un “vaffa” in diretta. E’ quanto accaduto il 23 febbraio scorso durante una puntata di ‘Tempo&Denaro’, trasmissione su diritti e consigli ai consumatori condotta da Elisa Isoardi su Rai1.

maxresdefault (2)

Ed è proprio durante il filo diretto con l’avvocato Angelo Greco, intento a rispondere a microfoni aperti al numero verde per i contribuenti in difficoltà col fisco, che un telespettatore si palesa per insultare l’intera produzione: “Avvocato – urla l’uomo in diretta -, senta! Io sono Michele C.! Vaff…..o, buffoni!”. Qualche secondo di imbarazzo per l’avvocato e, soprattutto, per Isoardi che volta pagina visibilmente irritata: “Purtroppo esistono anche queste persone, andiamo avanti con il nostro programma… Giustamente – si è giustificata ancora – il nostro sportello è aperto, voi potete interagire con noi e quindi andiamo avanti…”. Ma l’imprevisto non è andato giù dalla conduttrice, che successivamente ha affidato a Twitter l’amarezza del momento, accusando l’insultatore Michele di essere un pazzo: “La consulenza gratuita del nostro avvocato oggi è stata negata- per colpa di un pazzo – a persone che ne avevano bisogno. Peccato”.

Turchia, uccisa e mutilata Hande Kader, icona Lgbt del Gay Pride di Istanbul

Ha fatto una fine orribile, Hande Kader, 22 anni, icona del movimento Lgbt turco sin da quando lo scorso anno ha sfidato gli idranti della polizia che voleva disperdere la parata del Gay Pride di Istanbul. Le foto che la ritraggono mentre rimane ferma e decisa davanti ai poliziotti, e poi mentre viene arrestata, fecero il giro del web. Così come ha fatto il giro del web la notizia del ritrovamento del suo cadavere, brutalmente mutilato e carbonizzato, abbandonato sul ciglio di una strada.

155600136-12cfe110-554f-421e-81f3-170bcd65a7b8

Un ritrovamento avvenuto l’8 agosto scorso a Zekeriyaky, un quartiere elegante di Istanbul, ma rimasto nei primi giorni sostanzialmente in sordina, perché le condizioni del corpo erano tali che per arrivare al riconoscimento c’è voluto del tempo. Probabilmente proprio quello che voleva chi l’ha assassinata, per questo ha dato alle fiamme il cadavere.  L’ultima volta che è stata vista viva risale alla fine di luglio. Kader, che si prostituiva, è stata vista salire sull’auto di un cliente, secondo quanto scrive il quotidiano Daily Sabah Turkey. Poi più nulla. Il suo partner aveva lanciato l’allarme quando non era tornata a casa. Una vicenda peraltro drammaticamente simile ad una registrata appena pochi giorni fa, quando è stato ritrovato il cadavere decapitato e mutilato di un profugo siriano gay, Muhammad Wisam Sankari, scomparso alcuni giorni prima nel centro di Istanbul. Fuggito dalla guerra nel suo Paese, Sankari era arrivato in Turchia da un anno, ma dopo esser stato sequestrato e violentato cinque mesi fa, voleva andarsene. «Noi veniamo assassinati e loro non sentono le nostre voci, perché le regole in Turchia non ci proteggono», afferma Emirhan Deniz Celebi, direttore dell’organizzazione Lgbt SPoD di Istanbul. E secondo l’attivista e avvocato Levent Piskin, con la repressione dopo il fallito golpe del 15 luglio, la comunità Lgbt si sente ancora più vulnerabile. Perché «in realtà, non ha mai avuto diritti legali».  L’omosessualità in Turchia è legale sin dalla nascita dello Stato turco, come lo era nel secolo precedente nell’impero Ottomano, ma incidenti, aggressioni e pesanti discriminazioni ai danni persone della comunità Lgbt sono purtroppo all’ordine del giorno in molte città turche, compresa Istanbul, che viene considerata più ‘all’avanguardià. Secondo una recente ricerca del Centro Pew, quasi l’80 per cento dei turchi ritiene che l’omosessualità sia «moralmente inaccettabile». Ma la comunità Lgbt turca e gli attivisti per la difesa dei diritti civili non ci stanno a rimanere in silenzio. Chiedono a gran voce giustizia. Giustizia contro i crimini di odio. E domani, scenderanno ancora una volta in strada per manifestare, sulla Istiklal Avenue di Istanbul. Chiederà giustizia per Hande Kader, e il rispetto dei diritti umani. E allo stesso tempo, verrà lanciata sui social network una campagna di sensibilizzazione sulla triste sorte di Hande Kader, di Wisam Sankari e di altri, e sulla difficile situazione della comunità Lgbt in Turchia.

Amici, bacio gay per il cantante de La Rua. Coming out in diretta? Ecco la verità

Colpo di scena durante il serale di Amici. Sul palco di Maria De Filippi, durante l’esibizione dei La Rua, è andato in scena anche un bacio gay tra il cantante del gruppo, Daniele, e un musicista, Alessandro. Il frontman ha raggiunto il chitarrista e l’ha baciato, suscitando immediatamente i commenti del pubblico a casa, che ha mostrato il suo stupore sui social.

1660683_bacio_gay_amici-2

Nessun commento da parte di Maria, che non ha indagato ulteriormente sul gesto. Un coming out in diretta che anticipa l’intenzione della De Filippi di inaugurare un trono gay a Uomini e Donne? A quanto pare no, dato che sia Alessandro Mariani che Daniele Incicco sono dichiaratamente eterosessuali e il chitarrista è anche fidanzato con una ragazza. Più probabilmente, i due ragazzi hanno voluto integrare il loro brano, “Non ho la tristezza”, con un gesto coreografico e allo stesso tempo un messaggio per i diritti degli omosessuali.

“Barbara d’Urso giornalista abusiva”, archiviata l’accusa dell’Ordine contro la conduttrice

Il Gip del Tribunale di Monza ha rigettato e archiviato per infondatezza l’accusa di «esercizio abusivo della professione giornalistica» intentata contro Barbara d’Urso dal presidente dell’Ordine nazionale dei Giornalisti Enzo Iacopino.Lo comunica Mediaset esprimendo soddisfazione «per la decisione relativa ad una capace conduttrice e ad un proprio programma», Domenica Live, che, secondo il giudice, è inquadrabile, nella tipologia dell’infotainment.

barbara-d-urso-casalinga-spot-pomeriggio5

«Esaminati i fatti, a seguito della ‘generica ed esplorativà denuncia che pretendeva di inibire l’attività professionale di Barbara d’ Urso nel programma Domenica Live in quanto non iscritta all’Ordine dei Giornalisti, il giudice ha accolto la richiesta di archiviazione del pubblico ministero, Walter Mapelli, in ragione della tutela dei diritti fondamentali, quali quello di libertà di manifestazione del pensiero – comunica Mediaset – In particolare, il gip Giovanni Gerosa ha chiarito che la tipologia del programma di Barbara d’ Urso è inquadrabile nell’infotainment, attività nella quale la conduttrice è peraltro coadiuvata da una redazione di giornalisti professionisti». Secondo Mediaset la decisione, presa con provvedimento definitivo il 24 febbraio, «segnala il rilevante precedente giuridico che costituisce un punto fermo nel diritto della libera manifestazione del pensiero».