Lorenzo Crespi choc: «Sto male e ricevo minacce di morte: vogliono farmi sparire»

«Io sto combattendo per colleghi come Luigi Tenco. Nessuno li ha aiutati, non c’eri tu, non c’erano i social. C’è troppo gente che uccide stando dietro alla scrivania».
Lorenzo Crespi torna a Domenica live a raccontare la sua difficile situazione di salute e non solo. Già nei giorni scorsi, aveva scritto sul suo profilo Instagram: «Scusate l’assenza, ma la salute fa i capricci, non sto affatto bene. È stata una brutta botta». Poi, ancora più diretto: «Gli anni passano e la malattia non è curabile né operabile, dovevo solo tenere a bada le bolle multiple di enfisema ai polmoni, che sono peggiorati».
Dopo la scorsa puntata della trasmissione, dunque, Crespi torna nel salotto di Barbara D’Urso per parlare della malattia.

3629049_1752_crespi2«Io avevo nascosto tutto ai miei vicini di casa, da quando sono uscito da qui, i vicini mi dicono: la luce te la do io, l’acqua te la do io. Il mio inquilino mi da la luce con un cavo, non è abusivo. Sto organizzando il trasloco che farà questa settimana, andrò a casa da mia madre. Mi vedevano un po’ strano in quei giorni, senza dire nulla, sai l’orgoglio di siciliano».
Lorenzo Crespi prova a candidarsi per Il Grande Fratello.
«Mi piacerebbe tanto stare con te in studio come opinionista. Non potrei mai fare il reality».
Come vive adesso Lorenzo Crespi?
Crespi stesso ha guidato le telecamere del programma alla scoperta della casa in cui vive.
«C’è della gente che vuole che io sparisca. Dalla televisione ci sono riusciti. Ricevo ancora minacce. Mi hanno mandato due colpi di pistola, non mi spavento più. Io mi sento al sicuro perché non ho affetti, c’è mamma ma sanno che è al di fuori di tutto, anche quando mi incappucciavo e mi fingevo delle forze dell’ordine per aiutarli».
Crespi ha raccontato di come si travestiva da militare, dopo aver ricevuto minacce, durante le riprese della fiction “Gente di mare”.
A Messina, non si trasferirà a casa della madre, ma in un’abitazione poco distante.

Lorenzo Crespi a Domenica Live: “La mia malattia non è più curabile. Barbara D’Urso? Chiarisco tutto”

L’attore si sfoga e chiarisce la sua tremenda situazione a Domenica Live, ma prima chiarisce un tweet che era stato interpretato malem alcuni giorni fa da alcuni commentatori: “L’affetto tra me e Barbara D’Urso è troppo grande, stiamo facendo un percorso, non potrei mai dire nulla contro di lei”.

3600153_2231_lorenzo_crespi_domenicalivePoi parla della sua malattia: “Mi stanno facendo ricoverare, ho una malattia ai polmoni, oramai non è più curabile. Mi hanno truffato e sono senza luce e gas, non riesco a lavarmi da cinque giorni. Non accetterò mai di mettere la mascherina, non capisco perché sto andando avanti”.
“Leggo sui siti che sto morendo di fame, che non ho un euro, che sono sul lastrico e non mi hanno affittato casa. Le bollette non erano intestate a me, neanche la casa, e mi hanno truffato”. Crespi parla anche del suo rapporto con il comandante Ultimo: “Sono la sua ombra. Morirei per lui”, e ancora denuncia: “Io avevo i soldi per le bollette ma non posso pagarle perché non sono intestate a me”.

Il dramma di Asia Nuccetelli. Antonella Mosetti: «Mia figlia aveva problemi al cervello»

«Non ho voluto raccontare questa storia mentre partecipavamo a reality, ora però voglio dire la verità». Antonella Mosetti, a Domenica Live, racconta il dramma della figlia Asia, seduta al suo fianco.

collage-758x444«Quando Asia aveva tre anni/tre anni e mezzo io e la famiglia ci siamo accorte che aveva delle assenze neurologiche, si distraeva e fissava il cielo – racconta la Mosetti – io pensavo fosse un atteggiamento, mia suocera, molto più esperta di me, capì subito che c’era qualcosa di grave e insistette per andare a fare controlli. Tramite amicizie di famiglia, la portai al Bambino Gesù. Dopo esami su esami mi dissero che aveva un problema al cervello. Affermarono che c’era una macchia nel cervello e che forse poteva essere un tumore. La mia vita era finita in quel momento. Io andavo tutti i giorni in onda con Massimo Giletti perché comunque dovevo guadagnare. Poi hanno scoperto che aveva un principio di epilessia ma era curabile. Doveva prendere tantissime gocce, non potevo mandarla neppure a casa delle amichette, venivano tutte da noi, volevo essere sempre sicura di poterle dare le gocce al momento giusto, abbiamo vissuto sei anni in quel modo, stavo attenta a tutto».
Poi problemi di bullismo, i giramenti di testa, gli attacchi di panico di Asia.
«Una sera ero in discoteca con amiche – racconta Asia – delle ragazze ci guardavano, una ha spinto la mia amica, lei si è girata e ha detto: che fai? E da lì hanno preso il pretesto…».
Picchiata dal branco, come già aveva in parte raccontato, Asia è andata in ospedale.
Il pestaggio ha avuto come conseguenza un grave problema all’orecchio.
«Non riuscivo a camminare, non potevo andare neanche in bagno da sola», dice.
Quando tutto è passato, sono rimaste tante paure e insicurezze.
«Per tutto questo ho deciso di fare Il Grande Fratello, per darle sicurezza, lei voleva farlo – dice Antonella Mosetti. Io non vorrei che lei facesse questo mestiere».