Ballando con le Stelle, Gabriel Garko convince la giuria ma nasconde il volto: «Ecco perché»

Gabriel Garko è stato il ballerino per una notte della puntata di ieri di Ballando con le Stelle, ma ai telespettatori non è sfuggito che l’attore ha nascosto per tutto il tempo il volto. Nessuna inquadratura di primo piano, un mistero poi svelato da Milly Carlucci.

gabriel-garko-ballando-con-le-stelle-800x444 (1)«Hai rischiato di darmi buca perché non sta ancora bene e invece alla fine sei venuto», ha raccontato la Carlucci svelando il mistero del volto coperto e spiegando perché durante la chiacchierata e la performance Garko non ha mai porto la guancia. L’attore si è sottoposto a un’operazione e ha ancora la faccia gonfia.
Sulla pista si è esibito in un tango incredibile e sensuale che ha convinto tutti i giurati. A palette alzate erano tutti dieci, ma Selvaggia Lucarelli non gli ha risparmiato una battutina: «Sei più bravo come ballerino che come attore». «Almeno non mi hai detto di darmi all’ippica», la replica. Poi l’invito a partecipare alla prossima edizione e la gaffe: «Vuoi dire che dovrei ballare invece di fare l’attore? Io da piccolo dovevo fare il ballerino, ma mi avevano dato una bambina brutta e cicciona!». Gelo in studio.

“Lei non si deve permettere di chiamare cicciona mia figlia”. Schiaffi in diretta a Domenica Live

“Lei non si deve permettere di chiamare cicciona mia figlia! Lei non sa cosa ha passato!”. Ennesimo dibattito sulla dieta Lemme, nello studio di Domenica Live, ed ennesimo botta e risposta a colpi di offese. Stavolta, gli schiaffi, tante volte “minacciati” nelle precedenti puntate, però, sono arrivati davvero.

1735445_lemme_domenica_live

Alberico Lemme, il bio-scultore come si definisce, è stato colpito dalla madre di una ragazza di circa 190 chili, seduta tra il pubblico.La prima ad avvicinarsi a Lemme è stata proprio la ragazza, Concetta, che dopo essere stata chiamata “cicciona” ancora una volta, è andata dal farmacista per dirgli: “Se lei vuole vedere come picchia una cicciona….”. Ma proprio mentre Barbara D’Urso cercava di allontanare la giovane, a schiaffeggiare Lemme è stata la madre che, intanto, l’aveva raggiunta. Il dibattito fino a quel momento era stato incentrato su questioni di salute. Concetta, diabetica, sosteneva che il regime di Lemme potrebbe essere fatale per la sua salute: “Se mi devo ammazzare con lui, a questo punto mi ammazzo da sola”. E poi: “Ho bisogno di un professionista e non di un ciarlatano che offende le persone”. A sostenerla, la madre: “Se fossi stato presente con mia figlia, Lemme ora sarebbe in ospedale con il setto nasale rotto. Lemme si è permesso di chiamare mia figlia cicciona, si deve vergognare”.
Il dibattito poi si è acceso e sono volati gli schiaffi. Non senza insulti. “Buffone di m….”, ha detto Concetta mentre la D’Urso cercava di riportare la calma in studio.
E Lemme: “Queste sono le donne! Sono le dimostrazioni delle teste di donne!”