Flavio Insinna verso L’Eredità al posto di Frizzi: «Spaccatura in Rai, ecco perché»

Flavio Insinna potrebbe tornare alla Rai, dopo lo ‘scandalo’ o presunto tale legato a quando conduceva Affari tuoi e fu preso di mira da Striscia la notizia per via dei modi, e delle risposte, un po’ aggressive verso una concorrente. Nel mirino dell’attore ci sarebbe infatti L’Eredità, il quiz condotto fino a poche settimane fa da Fabrizio Frizzi, prima della sua tragica scomparsa.

3718164_1623_insinna_frizziSecondo quanto riferisce Giuseppe Candela su Dagospia (che aveva già anticipato la notizia pochi giorni fa), la ‘candidatura’ di Insinna non sarebbe passata inosservata in Rai: nel servizio pubblico, scrive, il conduttore è «da molti considerato come l’anti-Frizzi per modi e stile televisivo», e sulla questione sarebbero arrivati «molti pareri negativi: da Rai Pubblicità ad alcuni membri del Cda Rai e non solo. Orfeo e Teodoli, il cui rapporto è sempre più simbiotico, però sarebbero decisi a proseguire per la propria strada».
A fine maggio Carlo Conti, attualmente al timone de L’Eredità, lascerà e a sostituirlo, non è ancora chiaro se già da giugno o se dopo l’estate, potrebbe essere dunque Insinna, reduce sia dagli attacchi di Striscia, sia da risultati poco esaltanti dal punto di vista degli ascolti per quanto riguarda le sue ultime trasmissioni.
Dagospia ricorda anche un altro episodio, citato dalla giornalista Tiziana Lupi di Avvenire, che ha raccontato di come Frizzi gli avesse confidato che un collega stava tentando di soffiargli proprio L’Eredità, o di condividerla con lui, prima della malattia. «Era molto arrabbiato, ma non per il programma, quanto perché quell’azione veniva da qualcuno che si professava suo amico». Nessun riferimento a Insinna, ma il dubbio, almeno per Dagospia, nasce spontaneo.

Fabrizio Frizzi, ricomincia l’Eredità. L’emozione di Carlo Conti: “Vorrei essere da qualsiasi altra parte in questo momento”

“Queste sono le chiavi che per scherzo io e Fabrizio ci siamo scambiati tante volte. Oggi le riprendo forzatamente. Vorrei essere in qualsiasi parte del mondo in questo momento, ma non qui. Dico soltanto un grazie a questo studio che in questi mesi ha supportato Fabrizio. Dalle dottoresse, alle maestranze al pubblico”.

Schermata 2018-04-03 alle 18.48.29_03185617Sono le parole commoventi con le quali Carlo Conti ha ripreso la conduzione dell’Eredità, dopo la morte di Fabrizio Frizzi per un’emorragia cerebrale.
Conti ha il viso provato, gli occhi lucidi, ma trattiene le lacrime e con poche parole intense ricorda l’amico scomparso.
Lo studio saluta Fabrizio con un lungo applauso. Ma lo spettacolo, come ricorda il conduttore, deve continuare. L’Eredità ricomincia, nel ricordo di Fabrizio.

Fabrizio Frizzi, stasera torna l’Eredità: a condurre l’amico Carlo Conti

Dopo più di una settimana questa sera torna l’Eredità. La trasmissione riprende la programmazione normale per la prima volta dopo la scomparsa di Fabrizio Frizzi e a condurre ci sarà Carlo Conti.

conti-frizzi-eredita_03174238La trasmissione è stata interrotta in segno di lutto per la prematura scomparsa di Frizzi. Conti, coautore e conduttore per oltre dieci anni della trasmissione, si è alternato con il collega scomparso negli ultimi tre anni. Una staffetta naturale con Fabrizio.
Il programma ‘Techetechetè’ è andato in onda fino a ieri lunedì 2 aprile per sopperire allo stravolgimento del palinsesto preserale. Conti era molto legato a Frizzi ed è intervenuto durante i funerali leggendo la poesia degli artisti in coppia con Antonella Clerici.

Fabrizio Frizzi, torna L’Eredità: conduzione all’amico Carlo Conti

Ci piace immaginarlo così, come in questa foto, il passaggio di consegne tra Fabrizio Frizzi e Carlo Conti alla guida dell’Eredità, il programma in onda su Rai Uno del conduttore romano scomparso lunedì mattina per un’emorragia cerebrale.

frizzi_carlo_conti_eredita_28095934Così come avvenne dopo il malore che colpì Frizzi il 23 ottobre scorso sarà il collega e amico Carlo Conti a proseguire il celebre game show fino al mese di maggio quando poi prenderà il via Reazione a Catena.

Carlo Conti: “Io cresciuto senza padre. Ma l’ho capito solo giocando con Pieraccioni”

«Il mio primo ricordo? Vorrei fosse mio padre, ma lui morì quando avevo 18 mesi e di lui non ricordo nulla. Mia madre, però, fu una donna forte in grado di farmi anche da padre. Per lui aveva speso un sacco di soldi in cure sperimentalie inutili, avrebbe potuto gettarsi dalla finestra con me in braccio». Così Carlo Conti, che ha raccontato la sua vita in un’intervista profonda e commovente al Corriere della Sera.

conti16_2272817_301436Il popolare conduttore televisivo ha parlato così della sua infanzia e della forza di sua madre: «All’improvviso lei, che lavorava come ostetrica, trovò 500 lire nella cassetta della posta. Disse che era un miracolo di santa Rita. Era una donna credente, come lo sono io. Quando lavorava di notte mi portava a dormire da mia zia, nel quartiere di San Frediano. Ricordo l’alluvione del 1966, il forte odore di fango e cherosene. Poi, quando ero adolescente, tornando a casa mi fece trovare un pacchetto di Muratti e mi disse: ‘Prima che lo facciano i tuoi amici, ti faccio provare a fumare io. Ma sappi che tuo padre, così, è morto’. La prima boccata fu disgustosa, iniziai a tossire e non ho più toccato una sigaretta in vita mia».
Lolette, la mamma di Carlo Conti, non si risposò mai e dedicò tutta la sua vita al figlio. Lui lo sa bene e lo rivendica ancora oggi: «Ripeto, mi fece anche da padre. Mi resi conto di non avere un padre solo a 22 anni, durante una partita di tennis con Leonardo Pieraccioni, il mio migliore amico. Suo padre era lì a incoraggiarlo, io invece mi voltai indietro e realizzai che ero solo, che non avevo una figura simile. Io e Leo ci conosciamo dai tempi dell’adolescenza, quando debuttavamo in radio e ci incrociammo durante un evento in piazza. Io conducevo, lui era uno dei concorrenti e divertì il pubblico imitando Beppe Grillo che attaccava i socialisti». Un rapporto speciale, quello con Pieraccioni: «Siamo entrambi figli unici e ci sentiamo i fratelli che non abbiamo mai avuto».
Decisivo, poi, anche l’incontro con Giorgio Panariello: «Era il 1986, eravamo a Vibo Valentia e lui imitava alla perfezione Renato Zero. Decidemmo di tenerci in contatto e iniziammo a esibirci in locali di tutta la Toscana: Ponte a Egola, Montale, Massa Marittima, Grosseto. Se si pagava ci esibivamo davanti a sette spettatori, se lo spettacolo era gratuito ce ne erano settemila. Ad aprile, invece, ci esibiremo a New York». Fu proprio durante questa gavetta, però, che Carlo Conti fu scoperto da un consigliere d’amministrazione Rai e portato alla ‘Tv dei ragazzi’. Era l’inizio di un personaggio televisivo popolare, che per scegliere questa strada rinunciò al posto fisso in banca: «Lavoravo lì da quattro anni, ma capii di non voler più passare otto ore al giorno a fare ciò che non mi piaceva. Non fu facile dirlo a mia madre, ma lei mi capì».
Parlando di Sanremo, il conduttore ha rivelato: «Dovevo staccare, per questo non ci sarò. Ho ascoltato 3000 canzoni negli ultimi anni, cercando di selezionare le migliori e perdendo il sonno la notte quando magari mi tornava in testa un brano che avevo scartato e pensavo: ‘Non posso escluderlo’. Quando ho ascoltato i brani di Francesco Gabbani sono saltato dalla sedia, ma non pensavo davvero potesse vincere. Sono fiero di lui, come de Il Volo e altri grandi nomi della musica italiana degli ultimi anni, come Ermal Meta e Giovanni Caccamo. Hanno il potenziale, molto dipenderà dalle persone che incontreranno nel loro percorso. Claudio Baglioni farà un grande Festival, non ho dubbi».
Per quanto riguarda la conduzione, Carlo Conti ha spiegato di non avere un modello di riferimento: «Mi ispiro a Pippo Baudo, Mike Bongiorno, Corrado e Enzo Tortora. Se conduco un varietà mi ispiro a Pippo, in un quiz a Mike e se devo fare la spalla ai comici mi sento un po’ come Renzo Arbore. Da bambino usavo un mestolo come microfono e introducevo mio cugino che doveva recitare la poesia di Natale, perché io non la sapevo. Questo è un po’ il ruolo del conduttore: lanciare gli altri e saperli valorizzare. Sono un po’ come un centrocampista che segna poco ma fa girare la squadra».
Il conduttore toscano ha anche parlato dell’Italia che si avvicina alle elezioni politiche: «Renzi è stato un buon sindaco, ma ha perso lo smalto di un tempo anche a causa di troppi nemici interni. Berlusconi invece è un grande imprenditore, che mi chiese perché non andassi a Mediaset. Qualche tempo prima avevo ricevuto un’offerta molto più ricca, ma quel ruolo era vago e indefinito e avevo preferito rimanere in Rai e crescere gradualmente. Oggi non sono tra i più pagati in Rai, ma tra quelli che fanno più guadagnare l’azienda. Non mi espongo politicamente, ho cambiato spesso il mio voto».

Fabrizio Frizzi torna a sorpresa in tv: incursione alla “Prova del cuoco”

“Sto bene. Sto meglio”. A sorpresa Fabrizio Frizzi è riapparso per la prima volta in tv dopo il malore che lo ha colpito il 23 ottobre. Con la sua solita risata dirompente è intervenuto durante la diretta de “La Prova del cuoco” su Rai1, per fare gli auguri ad Antonella Clerici nel giorno del suo compleanno. Ad annunciarlo è stato Carlo Conti e i due insieme hanno confermato che dal 15 dicembre Frizzi tornerà alla guida de “L’eredità”.

C_2_articolo_3110712_upiImagepp“Facciamo il gioco di squadra. Tra fratelli ci si intende al volo”, ha aggiunto Frizzi rivolgendosi all’amico presentatore che in questo periodo lo aveva sostituito.
Visibilmente commossa la padrona di casa Antonella Clerici, che dopo l’uscita dallo studio di Frizzi è scoppiata in un pianto liberatorio. “Mi rende felice vedere che Fabrizio stia bene così. Non volevo piangere davanti a lui. Ci siamo tanto preoccupati per lui”. Nei programmi dei tre anche un progetto insieme quanto prima. “La prossima edizione de I Migliori Anni”, ha auspicato Conti.

Fabrizio Frizzi, ecco come sta: Carlo Conti svela le sue condizioni di salute dopo la malattia

Come sta Fabrizio Frizzi? Questo è il dubbio che attanaglia i tanti fan del popolare conduttore de L’eredità. Dopo l’ischemia che lo ha colpito il 23 ottobre scorso, infatti, la famiglia di Frizzi ha voluto mantenere il riserbo sulle sue condizioni di salute.

eyetvsnapshotCarlo Conti in diretta a Tale e quale show – e prima ancora in un tweet a pochi minuti dall’inizio della trasmissione – ha svelato qualche retroscena sul suo ricovero e sul suo stato di salute.
Ecco le condizioni di salute di Fabrizio Frizzi: Carlo Conti lo rivela in diretta
Lo scorso 23 ottobre Fabrizio Frizzi è stato colpito da una lieve ischemia e si trova attualmente ancora ricoverato presso l’Umberto I di Roma: è stato Carlo Conti a svelare in diretta a Tale e Quale Show le condizioni di salute del collega e amico e a tranquillizzare i fan dopo il malore.
La moglie di Fabrizio Frizzi, Carlotta, ha chiesto ai media rispetto per il difficile momento che stanno attraversando e ha deciso di non far diramare bollettini ufficiali sul suo stato. Tuttavia gli spettatori avevano bisogno di qualche ragguaglio e Carlo Conti, con un tweet poco prima della diretta, ha fatto sapere:

“Poco fa ho parlato al telefono con Fabrizio Frizzi, ci sta guardando! Torna presto, abbiamo bisogno di te!”

Condizioni di salute di Fabrizio Frizzi migliorano, ma quando torna?
In apertura della puntata del 27 ottobre, inoltre, il conduttore toscano – che sostituirà Frizzi a L’Eredità a partire dal 30 ottobre – ha confermato che le sue condizioni di salute dopo il malore sono in via di miglioramento, che è lucido e cosciente e che può parlare al telefono.
Dallo studio di Tale e Quale Show si è levato un corposo applauso quando Carlo Conti ha invitato Fabrizio a rimettersi presto e tornare quanto prima davanti alle telecamere.
Al momento non è dato sapere per quanto tempo Fabrizio Frizzi sarà sostituito, ma come i numerosissimi fan che in questi giorni cercano di stargli vicino e di dargli forza, anche noi ci uniamo a loro augurandogli una prontissima guarigione e tantissime altre ‘ghigliottine’.

Filippo Bisciglia: “In questa casa festeggio dieci anni d’amore con Pamela Camassa

ROMA – Dopo aver condotto con successo la nuova edizione di Temptation Island e ora impegnato sul palco di “Tale Quale show” di Carlo Conti in Rai, l’ex gieffino Filippo Bisciglia accoglie “DiPiù” nella sua casa a Roma.

3261128_1754_filippo_bisciglia_pamela_camassaIl nido d’amore che divide con la fidanzata (da dieci anni) Pamela Camassa, si trova in un nuovo quartiere residenziale della Capitale: “Questa casa la abbiamo voluta e messa su insieme – ha spiegato alla rivista – Vede, l’arredamento: del nostro soggiorno e della camera da letto è tutto sul tono del bianco, il colore preferito di Pamela, e io sono stato d’accordo con lei.
Passo dopo passo, abbiamo scelto i mobili, siamo andati per mercatini, cercando gli oggetti che ci piacevano. Poi, su una parete del soggiorno ho voluto mettere un suo ritratto, una foto di lei in bianco e nero che ha scattato un nostro amico fotografo: per me è bellissimo”.

Carlo Conti, vacanze a Mykonos con moglie e figlio

Vacanze a Mykonos per Carlo Conti, Francesca Vaccaro e il piccolo Matteo, 3 anni. “Chi” pubblica le immagini della loro trasferta in Grecia tra sole, mare e giochi con il loro bambino. Mentre il presentatore perfeziona la sua celebre abbronzatura, la moglie, con una carnagione decisamente più chiara, sfoggia un bikini a righe e si ripara la testa con un cappello in paglia.

C_2_articolo_3080348_upiImageppLontano dall’Italia per staccare la spina Conti è volato sull’isola greca con i suoi amori più grandi per dedicarsi completamente a loro. “Giocare con Matteo è il mio lavoro preferito” aveva confidato tempo fa raccontando le gioie della paternità. E anche adesso padre e figlio si intrattengono insieme in riva al mare con un secchiellino mentre Francesca li osserva da lontano. La coppia, che si è unita in matrimonio il 16 giugno 2012, non ha mai nascosto il desiderio di allargare la famiglia. Per ora si concede un po’ di tempo per chiacchierare amabilmente sui lettini in spiaggia.

Vanessa Incontrada, il post di Carlo Conti dopo le critiche sul peso

Ai Wind Music Awards 2017, poco si è parlato di musica, tanto di playback e ancor di più dell’aspetto fisico di Vanessa Incontrada che ha presentato dall’Arena di Verona la manifestazione musicale al fianco dell’amico Carlo Conti cercando persino di fare dell’autoironia dopo le gravi accuse mosse dal popolo del web.

41524555 (1)C’è chi le ha detto di essere ingrassata a dismisura, chi l’ha insultata per l’outfit che la fasciava troppo, chi ha preso le sue difese.
È sceso in campo anche Carlo Conti che su Instagram ha speso parole dolcissime per la sua collega di palco e amica da anni: ecco cosa le ha detto.