Sospeso il programma Detto Fatto? Scatta la protesta sui social: «Non lo trovo giusto»

Per ben tre settimane Caterina Balivo e tutta la sua squadra non andranno in onda per lasciare spazio al Giro d’Italia. Al suo posto, Rai Due trasmetterà infatti la diretta della gara di ciclismo. Non è la prima volta che viene mandato in pausa il programma Detto Fatto, ma sul web gli utenti fanno sentire la loro voce. Ecco tutte le voci della protesta.
La famosa gara di ciclismo comincia a Gerusalemme il 4 maggio, per terminare a Roma il prossimo 27 maggio. Un lungo arco di tempo nel quale Rai Due trasmetterà in diretta le varie tappe, nella stessa fascia pomeridiana abitualmente occupata da Detto Fatto.

3707725_15_20180504062005Non è la prima volta che il programma è stato chiuso a causa del Giro. Anche lo scorso anno la Balivo dovette lasciare in anticipo la sua seguitissima trasmissione – addirittura chiusa in anticipo – non senza un certo rammarico da parte dei fan… Un rammarico che quest’anno si è ripetuto a gran voce sul web.

Se c’è chi è semplicemente triste per la pausa della truppa della bella Caterina, su Instagram c’è chi protesta direttamente sulla sua pagina domandandosi se “non potevano spostare il ciclismo su Rai3, cavoli!”

Una polemica che sta montando anche su Twitter, dove si muovono critiche alla Rai. “Ma a cosa servono i canali sportivi della Rai se poi il Giro d’Italia lo devono trasmettere al posto di Detto Fatto?”, si chiede un altro fan del programma.

Qualcun altro invece non punta il dito ma ritiene che i programmi da sospendere siano altri: “Con tutto il rispetto per il ciclismo ci sono tanti canali Rai sospendere per tre settimane. Detto Fatto non lo trovo giusto”. E non manca nemmeno chi spenge l’entusiasmo degli appassionati del Giro, chiedendosi “perché devono monopolizzare tutta la Rai per il ciclismo? Sport inutile pieno di doping. Fate tornare Detto Fatto”.

Tuttavia, sembra ormai difficile che da Viale Mazzini rivedano la scelta. E voi, cosa avreste sospeso al posto di Detto Fatto?

“Dov’è Ylenia”, l’urlo di dolore di Romina Power: continua la ricerca disperata della figlia

Nelle ultime ore è apparso sul profilo Twitter della nota cantante italo-americana un nuovo accorato appello riguardante la ragazza sparita nel 1994. Nonostante la dichiarazione di morte presunta del tribunale di Brindisi, l’ex moglie di Al Bano non si dà per vinta.

Ylenia-Carrisi1Sono passati 24 anni dalla misteriosa scomparsa di Ylenia Carrisi. Della figlia di Al Bano e Romina Power non ci sono infatti notizie sin dal 1° gennaio 1994. Se il padre sembra essersi convinto della morte della ragazza, non è dello stesso avviso la cantante, che a distanza di tanto tempo continua la sua disperata ricerca della figlia scomparsa.
Il suo grido di dolore è quello di una madre che non ha mai smesso di sperare. E, nelle ultime ore, Romina è tornata sulla questione, mandando un nuovo accorato appello che aiuti a fare ulteriore luce sulla controversa storia di Ylenia.

Romina Power su Ylenia Carrisi: ecco il nuovo appello della cantante
Sui suoi canali social, la Power ha scritto un messaggio semplice ma drammatico, accompagnato alla foto di un primo piano della figlia scomparsa.

“Dov’è Ylenia? – recita il messaggio – E dove sono le centinaia di ragazze che scompaiono ogni anno a New Orleans. Perché non si è fatto nulla per fermare tutto questo?”
Romina Power su Ylenia Carrisi: la cantante non si dà affatto per vinta
L’ex moglie di Al Bano, quindi, non si dà affatto per vinta. Continua ad essere convinta che la figlia sia ancora viva e che con il giusto sforzo sia ancora possibile ritrovarla.

Dopo quell’ultima telefonata del 1994, Ylenia sembra essere scomparsa nel nulla. Contro il parere di Romina, nel 2013 Al Bano ha presentato un’istanza di dichiarazione di morte presunta della figlia al tribunale di Brindisi. Una decisione, questa, che “amareggiò profondamente” la Power, nonostante lo stesso tribunale accolse poi la richiesta del cantante.

Ma, come abbiamo visto, al di là delle dichiarazioni dei tribunali, il cuore di una madre non smette mai di battere per una figlia, sia pure scomparsa da tanti anni. Riuscirà la speranza di Romina a riportarla a casa?