Il dramma segreto di Lory Del Santo, la rivelazione a Pomeriggio 5

Il segreto doloroso di Lory Del Santo. A Pomeriggio 5, si sta parlando di Grande Fratello e del rapporto tra Veronica e il papà Bobby Solo. Barbara D’Urso a quel punto si rivolge a Lory. Anche lei avrebbe un dramma da confessare.

Lory-Del-Santo-scontro-con-il-padre-di-suo-figlio-Devin«Non sento mio figlio Devin da dieci mesi – racconta l’attrice -. Quasi un anno fa mi ha detto ‘Non voglio vederti mai più’ e da quel momento non l’ho più incontrato. Io spero che ‘mai più’ non sia per sempre, ma non avrei pensato che questo distacco si protraesse così a lungo». Non è tutto. «Poco tempo fa – continua – sono stata negli Usa, dove vive, ma non si è fatto trovare».
Lory ha già un grande dramma alle spalle, che riguarda il piccolo Conor, il figlioletto nato dalla storia con Eric Clapton. Il bimbo morì nel 1991 all’età di quattro anni e mezzo, precipitando da un grattacielo.

Da Quelli che il Calcio al Grande Fratello ecco chi è la sexy Fabiana Britto

Origini sudamericane, passato da Playmate e presente nella tv italiana. Fabiana Britto è entrata nella casa del Grande Fratello durante la diretta della sesta puntata.
La splendida modella nata in Brasile vive a Milano e i più attenti forse l’hanno riconosciuta perchè è la “Valletta del var” di Quelli che il Calcio, la trasmissione di Rai2 condotta da Luca e Paolo.

3749058_grandefratello_fabianabritto_quellicheilcalcioIl suo sogno è quello di diventare attrice, le sue curve bombastiche sono state ammirate e messe in discussione anche nel salotto della D’Urso a Pomeriggio 5. Durante una delle ultime ospitate ha avuto uno scontro verbale con l’ex naufraga Paola Caruso che l’accusava di essere rifatta. Ma la Britto è molto fiera delle curve naturali. Nella Casa però non sarà una concorrente ma un ospite che abiterà con i ragazzi del GF per qulache giorno.

Emanuela Tittocchia e Biagio D’Anelli, bagarre in diretta. L’attrice: «Lui mi ha tradito». L’ex gieffino: «Lei si è baciata con un paparazzo»

Bagarre in diretta a Pomeriggio 5. Emanuela Tittocchia, ex volto di Centovetrine, accusa il fidanzato Biagio D’Anelli di averla tradita in discoteca e lui ribatte: «Sei tu che ti sei baciata con un paparazzo».C_2_video_839904_videoThumbnailEcco le parole dell’attrice, che fino a pochi giorni fa a Pomeriggio 5 parlava del suo amore con l’ex gieffino D’Anelli: «Biagio mi ha tradito, mi hanno riportato che lui si sarebbe baciato con una bionda in discoteca».
Ribatte D’Anelli: «Ho visto foto di te e del paparazzo Alan che vi baciavate». In diretta interviene anche il fotografo ed è lite con l’ex gieffino. Il paparazzo si giustifica: «Non c’è stato nessun bacio, era un gioco di prospettiva».
Conclude D’Anelli: «La bionda in discoteca era una mia amica fidanzata e l’ho baciata apposta». Insomma, amore al capolinea? Staremo a vedere.

Monica Bellucci si confessa a Verissimo: «Nella vita ho avuto fortuna. Weinstein? Le donne devono essere indipendenti»

Monica Bellucci intervistata in esclusiva a Verissimo. L’attrice si racconta a Silvia Toffanin parlando della sua carriera e della sua gavetta molto lunga per diventare attrice, ammettendo di aver avuto anche molta fortuna nella vita.

C_2_articolo_3140769_upiImagepp (1)«Il mio sogno è stato sempre quello di fare l’attrice, ma venendo dalla provincia vedevo molto lontano il mio sogno. Ho iniziato facendo delle sfilate e poi mi sono ritrovata a Milano, per un periodo ho lavorato e studiato, poi la vita mi ha trascinato verso il cinema». Poi Monica aggiunge di aver avuto anche molte difficoltà, ma aggiunge: «Per fortuna, perché quando si diventa donne adulte si è anche frutto delle nostre cicatrici».

Parlando del rapporto con gli uomini specifica: «Sono felice. Dagli uomini ho imparato molto e mi hanno dato tanto. Bisogna sempre avere il coraggio di aprirsi perché, soltanto attraverso le storie d’amore, scopriamo tanto di noi stessi». Sul caso Weinstein spiega: «Noi donne dobbiamo imparare a essere indipendenti e ad avere un rapporto di parità con gli uomini. Questo sta finalmente succedendo. Il passato ci ha incatenato: non avevamo nessun diritto sociale, la nostra forza era solo dentro casa e non era abbastanza. Le ragazze devono liberarsi da certe paure, in particolare da quella di parlare perché temono di non essere credute. A una donna che ha ricevuto una molestia le si chiede ‘Come eri vestita? Ma sei tu che hai provocato?’. Questa paura indotta viene da una tradizione che impone il silenzio: ‘Dovete stare zitte’. Anche io l’ho avuta. Chi non ce l’ha? Dobbiamo insegnare alle nostre figlie il rispetto per se stesse e ai nostri figli il rispetto per le donne».

Poi parla delle sue figlie: «Spero che abbiano delle passioni, qualunque esse siano, anche fare il pane. La cosa importante è fare cose che ci riempiano l’esistenza, che ci facciano svegliare la mattina con il piacere di farle». Come piano b ammette che le sarebbe piaciuto di fare l’ostetrica, o magari di studiare filosogia o psicologia.

Sarah Jessica Parker, da Sex and the City alla moda: ecco Gilt, la sua linea di abbigliamento

L’attrice Sarah Jessica Parker è da sempre considerata una vera e propria icona di stile, anche grazie al personaggio di Carrie Bradshaw in Sex and the City. Da qualche tempo, però, si sta davvero imponendo con autorevolezza nel mondo della moda con il suo marchio di abbigliamento, Gilt.

sarah_jessica_parker_gilt_moda_03150414Se tante telespettatrici hanno sempre seguito con attenzione lo stile di Carrie Bradshaw, oggi è possibile indossare direttamente le creazioni dell’attrice, che a 53 anni ha deciso di debuttare come stilista, disegnando dei capi molto particolari. Tra questi, infatti, ce ne sono molti che si ispirano agli abiti da sposa ma possono essere indossati anche nella vita di tutti i giorni, accompagnati a jeans, pantaloni o leggings.

Sull’account Instagram ufficiale di Gilt è possibile ammirare tutte le creazioni di Sarah Jessica Parker, che ovviamente includono anche scarpe e accessori. Una cosa è certa: a questa donna non mancano la creatività e la capacità di realizzare capi estremamente versatili, adatti per ogni occasione e per tutti i gusti. I prezzi sono piuttosto variabili ma quelli più costosi non superano i duemila dollari.

Morta Pamela Gidley, la «ragazza più bella del mondo» che recitò nel prequel di Twin Peaks

«È morta pacificamente nella sua casa», ha annunciato la famiglia in un comunicato ufficiale precisando che il decesso risale al 16 aprile scorso. L’attrice statunitense Pamela Gidley, famosa per il ruolo di Teresa Banks in «Fuoco cammina con me», il prequel cinematografico della serie «Twin Peaks» di David Lynch, è morta a Seabrook, nel New Hampshire, all’età di 52 anni. Nessuna informazione è stata data sulle cause della scomparsa prematura.

3702174_1728_morta_star_twin_peaks_pamela_gidley (1)Nata a Salem (New Hampshire) l’11 giugno 1965, Pamela Gidley frequenta la scuola a Salem prima di trasferirsi a New York e cominciare una carriera da modella, conquistato il titolo di ragazza più bella del mondo nel 1985. Ha studiato recitazione con Stella Adler e all’Accademia di Arti Drammatiche di New York. Pamela Gidley esordisce nel 1986 nella pellicola «Corsa al massacro» diretta da David Winters. Nel 1990 partecipa al film «Punto d’impatto» e nel 1992 la consacrazione con il ruolo di Teresa Banks in «Fuoco cammina con me».
Successivamente è stata diretta da Mike Figgis in «Liebestraum», Jim Abrahams in «Mafia!» e Uli Edel nell’horror «Il mio amico vampiro». Interprete di numerose serie televisive, tra il 1997 e il 2000 interpreta Brigitte Parker in diciassette episodi di «Jarod il camaleonte» e tra il 2000 e il 2002 è guest star in cinque episodi di «Csi – Scena del crimine», nel ruolo di Teri Miller. In tv Gidley ha interpretato ruoli in alcune serie come «Tour of Duty» (1987/88), «Angel Street» (1992) e «Maledetta fortuna» (1995), prima di entrare nel cast di «Jarod il Camaleonte». Nell’autunno 2003 ha fatto parte del cast della breve serie «Skin» nel ruolo di Barbera Goldman.
Gidley ha recitato nei film: «Thrashin’» (1986), «Bambola meccanica modello Cherry 2000» (1987, nel ruolo di Cherry 2000), «Dudes – Diciottenni arrabbiati» (1987), «Il peso del ricordo» (1988), «The Blue Iguana» (1988), «Pazzi» (1990), «Love Is Like That» (1992), «Paper Hearts» (1993), «S.F.W.» (1994), «Freefall – Caduta libera» (1994), «The Crew» (1994), «Bombshell» (1996), «The Maze» (1997), «Liar’s Poker» (1997), «The Treat» (1998), «Il collezionista» (1999, film che ha anche prodotto), «Goodbye Casanova» (2000), «True Blue» (2001), «Puzzled» (2001), «Luster» (2002), «Landspeed» (2002), «Cake Boy» (2004).

Nadia Rinaldi deve andare da Barbara D’Urso, ecco perché: «Se fosse per me starei da un’altra parte»

“Nadia non ti prestare più a questi giochi dalla D’Urso”: scoppia la polemica per quanto è accaduto a Nadia Rinaldi durante l’ultima puntata di Domenica Live. I fan dell’attrice romana sono intervenuti in massa sul suo profilo, chiedendole come mai sia sempre da Barbara D’Urso. L’attrice è costretta ad intervenire sui social: ecco perché si è fatta di nuovo ipnotizzare.

nadia-rinaldi-barbara-d-urso-domenica-live-800x450“Perché vai sempre a tutte le puntate nonostante le polemiche?”. Dunque, la rimproverano per il balletto “provocante” a cui si è prestata sotto ipnosi. Un utente le scrive: “Non ti prestare a questi giochi, non ti umiliare per la D’Urso”. A quel punto, la Rinaldi ha deciso di rispondere, confessando: “Abbiamo un contratto che va rispettato fino all’ultima puntata. Fosse per me starei da un’altra parte”. Insomma, come si legge nel post pubblicato su Instagram e nella foto qui sopra, chi esce dall’Isola dei famosi, per contratto, deve andare dalla D’Urso.

Roma. La star delle serie Netflix Olivia Taylor Luccardi violentata sul taxi abusivo

Doveva essere un soggiorno di piacere quello di Olivia Taylor Luccardi, 29enne attrice statunitense nota per aver preso parte ad alcune serie tv di successo tra cui “Orange Is the New Black”, nella città eterna da lei tanto amata e dove, da tempo, vivono alcuni connazionali.

olivia-luccardi-845x522La promettente star del piccolo e grande schermo, spesso impegnata in ruoli drammatici quando non horror, non sapeva però che la sua vacanza si sarebbe presto trasformata in un incubo per colpa di un tassista abusivo, originario della Siria e difeso dall’avvocato Francesco Bolognesi, che oggi rischia un processo penale perché accusato dal pubblico ministero Silvia Santucci del reato di violenza sessuale
Tutto è accaduto la sera del 28 dicembre quando l’attrice di numerosi film e serie TV, tra cui anche la pluripremiata House of Card, si recava in un pub di Testaccio assieme ai suoi amici come faceva da oltre 20 giorni. Tanto infatti stava durando il viaggio di Olivia all’ombra del Colosseo, rapita dalle mille bellezze che puntualmente pubblicava su Twitter, accompagnata da quel folto gruppo di amici e amiche. Così, come spesso era accaduto nei giorni precedenti, i ragazzi statunitensi si recavano in zona Testaccio per passare una bella serata in compagnia. Tra un drink e l’altro, un ballo e gli immancabili selfie, la serata volgeva al termine e per fare rientro, i ragazzi venivano convinti a salire a bordo di un tassista abusivo. Uno dopo l’altro i ragazzi e le ragazze venivano accompagnati a casa finché, per ultima, non rimaneva in macchina Olivia. Una situazione favorevole che spingeva l’uomo a fiondarsi sulla ragazza, afferrandola con vigore dalle braccia e tirandola verso di sé, riuscendo a baciarla sulla bocca. Pochi secondi di smarrimento poi l’attrice, forse ispirata da una delle pellicole a cui ha preso parte, riusciva a divincolarsi e a fuggire dal taxi prima che potesse accadere qualcosa di irreparabile.

Marisa Laurito a Verissimo: “Mi dissero che avevo bisogno di un vibratore”

Marisa Laurito parla nel salotto di Verissimo con quell’ironia e allegria che l’hanno sempre contraddistinta. L’attrice racconta tutta la sua vita: da quando era bambina e sognava il mondo dello spettacolo, il teatro di Eduardo e il cinema di Fellini fino al successo in televisione al fianco di Renzo Arbore. Un aneddoto in particolare diverte il pubblico e riguarda la sua famosa erre moscia.

3627281_1809_marisa_laurito_verissimoMarisa Laurito era andata da un logopedista che le aveva consigliato alcuni esercizi con una macchina molto costosa. Riusciva a mantenersi a fatica e non poteva permettersela. Lo specialista le suggerì a quel punto di procurarsi un vibratore per muovere la lingua: “In farmacia ero imbarazzatissima, così decisi di lasciarmi la erre moscia”.
C’è anche tempo per raccontare gli amori e la vita privata. Il matrimonio è durato solo un anno e la fine dell’amore è stata vissuta come un lutto. Alla domanda sulla mancata maternità, Marisa risponde: “Non mi manca essere mamma, quando ho avuto un’età in cui sapevo che non avrei più potuto non ho voluto perché avevo una responsabilità esagerata nei confronti di questo ruolo. Non volevo che dei figli crescessero senza un padre e quindi non l’ho fatto. Quando c’è stato il ‘giro di boa’ ho pensato che me ne sarei pentita e invece ora sono contenta”.

Barbara Bouchet: “Se vivo con 511 euro? È una fake news””

Io vorrei rettificare tutto questo, è una fake news”. Barbara Bouchet, intervistata da Cristina Parodi a Domenica In su Rai1, torna a parlare della sua pensione per smentire quanto riportato nei giorni scorsi da molte testate giornalistiche.

IM_Barbara_Bouchet“Sono stata intervistata per “Metti la nonna nel freezer” – racconta l’attrice – e la giornalista ha detto quello che mi hai detto tu adesso (ovvero se effettivamente prendesse 511 euro di pensione, ndr), ho detto si, è così, 511 euro. La giornalista non ha scritto la domanda e ha scritto un’altra risposta, ha scritto che io vivo con 511 euro, che devo ancora lavorare perché percepisco solo 511 euro. Questo non l’ho detto e non lo direi mai, non è nel mio carattere lamentarmi quando ci sono tante persone che veramente vivono di questo”. La Bouchet ha anche difeso il figlio, lo chef televisivo Alessandro Borghese: “Povero Alessandro, gli dicono ‘come fai tu che guadagni bene e non aiuti la tua povera mamma’. Ma abbiate pazienza, se avessi bisogno Alessandro e la sua famiglia sarebbero i primi a darmi una mano, ma per fortuna io lavoro – ha concluso l’attrice – lavoro anche tanto, amo il mio lavoro e quindi continuo a lavorare finchè posso”.