Ballando, Gessica Notaro reagisce alla nuova lettera degli avvocati dell’ex. Il fratello: «Non la zittirete”

«Nessuno può mettere Gessica in un angolo», è stato il commento di Roberta Bruzzone dopo l’esibizione della Notaro ieri a Ballando con le Stelle. Dopo l’esibizione della modella sulle note di Dirty Dancing, la criminologa ha ribadito quanto dichiarato dal fratello della Notaro: «Nessuno può farla tacere».

FB_IMG_15237520375851Il caso è riesploso all’indomani di una nuova lettera degli avvocati di Eddy Tavares, l’ex a giudizio per averle sfigurato il volto con dell’acido. I legali questa volta hanno puntato il dito contro la stessa Bruzzone e Selvaggia Lucarelli, “colpevoli” di qualche parola di troppo durante la prima serata di Rai Uno. Una missiva indirizzata al ministero di Giustizia e alla Rai. «Siamo all’assurdo. Secondo loro è Gessica quella che deve stare zitta! Queste io le avverto come minacce e mi indigno! Si tenta di confondere i ruoli di vittima e carnefice», le parole del fratello Massimo Notaro.
«Già in tribunale – ha spiegato – ho dovuto ascoltare discorsi del tipo: Gessica crea clamore mediatico e questo potrebbe inficiare la serenità di giudizio del giudice. Questa o era una mancanza di fiducia nel giudice o un tentativo di condizionarlo… Non è che il clamore mediatico lo cercano proprio i due avvocati di Tavares, seguendo il vecchio detto: l’importante è che se ne parli?… Quando ho saputo cos’era capitato a Gessica la sera del 10 gennaio 2017 (la notte dell’aggressione), ero all’estero. Il mio primo istinto è stato quello di vendicarmi. Poi ho sentito Gessica al telefono: era lei che mi rincuorava, mi faceva ragionare e infondeva coraggio. L’ha fatto con me e con tutti i familiari e gli amici che sono andati a trovarla in ospedale».
«Quella che si è vista in alcuni momenti a Ballando con le stelle è una ragazza spaventata, che ha subito un’aggressione mostruosa, che ha denunciato più volte quello che subiva e lo Stato non ha saputo difenderla. Gessica balla davvero molto bene, ma la cosa più importante è che con questa esperienza possa ritrovare un poco di serenità. Se qualcuno tenta di impedirglielo io mi indigno!».

Il ritorno di Simona Ventura: «Avrei rifiutato il GF, sono una da reality con i famosi. Isola? Mai offerta, ma è scoppiettante»

“Il mio nome è stato messo in mezzo per tanti programmi, la verità è che non ho ricevuto nessuna proposta”. Leggo.it torna a parlare di Simona Ventura, ora nella commissione e di “Amici” che spiega il perché, nonostante le numerose voci, non è al timone del Grande Fratello: “Neanche per il Grande Fratello – ha raccontato in un’intervista a “NuovoTv” – che avrei comunque rifiutato perché io sono una da reality con i famosi come protagonisti.

simona ventura costanzo-2Temptation Island, invece, lo seguo dall’inizio e mi piace Bisciglia, il conduttore. (l’Isola dei Famosi) No. E poi non me l’hanno mai offerta! Però la seguo come spettatrice e la trovo scoppiettante”.
Ora è alla corte di Maria De Filippi: “Maria non è solo una conduttrice, ma è una persona speciale, un’artista. Ci capiamo al volo, dal punto di vista intellettuale e culturale. Insieme a lei si lavora proprio bene e nella sua squadra mi sento un po’ come a casa”.

Al Bano e Romina di nuovo insieme. La “conferma” da Loredana Lecciso

Romina Power e Al Bano sarebbero nuovamente in coppia e non solo in scena. A lasciarlo intendere è Loredana Lecciso, a Domenica Live, per parlare della fine della sua storia con Al Bano. La causa della rottura sarebbe proprio Romina.

3671574_1822_al_bano_e_romina_ballando_con_le_stelleA ferire la Lecciso, tra le tante esternazioni della Power, la dichiarazione fatta a Ballando con le stelle di Milly Carlucci, dove Romina, esibitasi con Al Bano,ha affermato di essere stata «ripescata» dopo quindici anni.
«Vorrei tanto che Al Bano ascoltasse queste parole – dice la Lecciso – Io non ho un bel carattere, me ne faccio carico, il suo è più bello. Eravamo in una fase molto delicata, Al Bano lo sa molto bene. Le colpe sono sempre a metà, mai di una sola persona. C’era comunque una storia tra noi, cui ancora non avevamo messo la parola fine. Io ho anche seguito la puntata. Al Bano se mi stai ascoltando, non è contro di te, né contro Romina, però forse quell’esibizione era un po’ prematura, non tanto per me, quanto per il resto della famiglia che ti guardava. Va bene il canto, ma magari quel ballo… Potevate aspettare qualche settimana, lo avrei spiegato meglio ai bambini. Io alcune cose di Al Bano le posso capire e giustificare, ciò non toglie che mi feriscano. Non è per il balletto, quello che mi ha ferito è il tutto».
Loredana Lecciso non vuole giudicare ma non risparmia accuse a Romina.
«Capisco l’esasperazione di Al Bano. Deve capire che in me non ha una nemica. Voglio che sia felice. Se non ero io la persona giusta, mi sta bene. Gli auguro tanta felicità, certo stride con quello che mi diceva fino a venti giorni fa. Ha sempre detto di vedere Romina come una sorella, allora avrebbe dovuto arginare sua sorella. Lei avrebbe dovuto fare un passo indietro, non lo ha fatto, l’ho fatto io. Caro Al Bano come puoi pretendere che non se ne parli in trasmissione? So che di quella telefonata Al Bano si sarà pentito dieci minuti».
Al Bano ha, infatti, dato l’annuncio della fine della loro storia con una telefonata in diretta tv durante il programma di Rai Uno ‘Storie Italiane’.
Poi, la “sorpresa”, sottolineata dalla stessa D’Urso, la Lecciso, riferendosi ad Al Bano e Romina, parla di nuova relazione sentimentale.
«Certe cose vanno arginate per rispetto in questa fase – afferma Loredana Lecciso – Io ho dei figli adolescenti da tutelare. Voglio solo il bene di Al Bano, non voglio ostacolare la sua felicità, chiedo solo che i miei figli vivano in una dimensione di serenità». E ancora: «Tutto si può fare ma senza prepotenza. Il conto arriva per tutti, sempre. Il personaggio può agire in un certo modo, la persona ha altri doveri».

Barbareschi a Le Iene: «Asia Argento mai molestata. #metoo? Confermo, sono cretini»

Qualche giorno fa le sue dichiarazioni hanno lasciato l’amaro in bocca a molti e fatto discutere altri: Luca Barbareschi aveva affermato di aver messo sotto contratto il regista Fausto Brizzi, accusato da alcune attrici a Le Iene di averle molestate sessualmente ai casting. Le Iene stesse sono andate a chiedere conto, in un servizio sul più ampio fenomeno delle molestie sessuali nel mondo del cinema, a Barbareschi delle sue affermazioni.

barbareschi le iene metoo mentecatti_11230222In un servizio andato in onda mercoledì sera, l’inviata delle Iene chiede all’attore e produttore perché abbia definito attivisti e attiviste di #metoo «mentecatti». «Confermo, è un movimento per cretini – dice Barbareschi – è giusto denunciare molestie per chi le ha avute davvero. Ma questo movimento è per le attrici ricche, e molte donne ora sono in crisi: perché delle povere disgraziate non parla nessuno».
«Cosa farebbe se ci fosse sua figlia a subire molestie?», le chiede la Iena: «Se mia figlia non si sa difendere, è cretina – continua – Asia Argento non è mai stata davvero molestata». Per la cronaca, Asia Argento su Twitter ha risposto in maniera caustica alle dichiarazioni del produttore: «Chissà quante donne potrebbero raccontare storie su Barbareschi…», ha twittato.

Giletti sfida Fazio: «Faccio inchieste, lui è ecumenico»

Massimo Giletti, sette mesi dall’addio Rai. Quando si guarda allo specchio, vede un uomo contento?
«Vincere una sfida impossibile come quella di creare un programma che non esisteva è un motivo d’orgoglio, anche se una parte di me non dimentica l’amarezza di aver visto un gruppo costretto a cercare lavoro da un’altra parte. Correndo rischi, ma dimostrando che nella vita i rapporti umani sono più importanti del denaro».

3663753_pckg_70152348604550205-20180412La sfida a distanza con Fabio Fazio c’è stata. Non è l’Arena un po’ di fastidio a Che Tempo Che Fa l’ha dato.
«Ho rispetto della storia di Fazio. Tuttavia sarebbe interessante fare con lui un confronto, raccontandoci un po’ di cose».
Un faccia a faccia?
«Sì. Ma davanti a tutti, nel massimo rispetto reciproco. Per fare chiarezza su tante cose che si sono dette».
Tipo?
«Per esempio quando ho sentito dire che io sono andato via dalla Rai per fare posto a lui. Sinceramente non c’ho mai creduto. Però».
All’inizio si parlò di duello.
«Fazio non è mai stato il mio obiettivo, lo dissi dal punto di vista strategico. Il duello non si combatte ad armi impari, basta guardare il budget. Sono trasmissioni diverse. Noi facciamo inchieste, lui invita ospiti».
Molti dicono che le interviste di Fazio sono poco aggressive.
«Ognuno ha il suo stile. C’è chi sceglie di essere ecumenico. Io invece mi faccio tanti nemici».
Veniamo alla domenica. La d’Urso si è andata a prendere il suo pubblico.
«Credo che non ci volesse un genio della tv per capire quello che sarebbe successo. L’unico mio dispiacere è vedere che c’è finita di mezzo la mia amica Cristina Parodi a cui voglio molto bene, che però poteva non prestarsi a questo gioco. Il massacro è stato una conseguenza inevitabile».
Secondo lei, il dg Mario Orfeo sarà pentito di aver chiuso l’Arena?
«Ma la scelta è stata solo sua? Ai posteri l’ardua sentenza».
Tornerebbe alla Rai se dovessero cambiare le cose?
«La Rai ce l’ho nel cuore. Ma a Cairo devo molto, perché ha creduto in me. Mi ha appoggiato su tutta la linea da vero editore».
Il momento più bello di questa stagione?
«La camminata della prima puntata. C’era tutta la mia vita».

Patty Pravo, i 70 anni dellʼeterna ragazza ribelle diventata una diva

Compie 70 anni Nicoletta Strambelli, in arte Patty Pravo. Ribelle fin dall’infanzia, adolescente in quegli anni Sessanta che cambiarono il mondo e la società, la Pravo non si è lasciata sfuggire nulla lasciando, lungo più di 50 anni di carriera, segni indelebili nel nostro immaginario. Dal Piper alla Bambola, dalle provocatorie esibizioni in topless all’eleganza etereA 70 anni Patty Pravo non smette di essere se stessa: libera, unica, eccentrica, volitiva, provocante e provocatoria. Nelle sue mille incarnazioni la costante è stata la liberta espressiva, alla quale non ha mai derogato.

C_2_articolo_3132933_upiFoto1FDalle calli veneziana fugge giovanissima a Londra, ma è poi Roma ad accogliere le sue inquietudini, le sue trasgressioni, i suoi primi successi. Debutta in un celebre  locale romano, e rimarrà sempre per tutti “la ragazza del Piper”, capigliatura biondo platino e stivaloni di vernice nera sopra il ginocchio, che cantava “Ragazzo triste” (il suo primo singolo, inciso nel 1966). Dal Piper al successo internazionale il passo è breve: con “La Bambola” (1968) fa il giro del mondo.
Arrivano poi gli anni 70, quelli delle trasgressione: riesce a cantare con eleganza innata di rapporti a tre in “Pensiero stupendo” e di sogni proibiti in “Pazza Idea”, si esibisce vestita solo di una giacca che non nasconde il seno nudo in “Stryx”, trasmissione d’avanguardia ideata da Enzo Trapani per la prima serata di Rai 2, posa in nudo integrale per “Le Ore”, la più celebre rivista hard italiana di sempre. Ma finisce anche in carcere per possesso di hashish. Una vita vissuta intensamente, in costante sfida con se stessa e con il mondo che la circonda.
In oltre 50 anni di carriera ha venduto 110 milioni di dischi, ha vissuto in tutto il mondo, cantato in otto lingue e partecipato a nove festival di Sanremo. Con Sanremo il rapporto è ambiguo: non lo ha mai vinto ma tutti si ricordano la sua discesa dalla scalinata in versione bamboletta cinese nel 1984, così come è rimasto uno dei brani simbolo (per lei e per il Festival) “E dimmi che non vuoi morire”, che nel 1997 Gaetano Curreri e Vasco Rossi le cucirono addosso con quella frase che racchiude tutto, “la cambio io la vita che non ce la fa a cambiare me”. Nel 1990 si permise persino di rinunciare pochi giorni prima di salire sul palco quando, accortasi della somiglianza del pezzo con uno di Sting, rivendicò orgogliosa “io certe stronzate non le faccio” (e il brano venne ereditato da Anna Oxa).
Ha conquistato premi e riconoscimenti, sbancato in Cina, amato molti uomini, sposandone cinque (Gordon Faggetter nel 1968, Franco Baldieri nel ’72, Paul Jeffery nel ’76, Paul Martinez nel ’78 e John Edward Johnson nell’82, più il matrimonio in Scozia con rrito non riconosciuto in Italia con Riccardo Fogli nel 1974). Ha attratto artisti e musicisti come Leo Ferrè, Vinicius de Moraes, Lucio Fontana, Tano Festa e Mario Schifano, con Mick Jagger va a fare shopping in incognito e con Jimi Hendrix passa una notte romana su una Cinquecento avvolta in una nuvola di fumo, i momenti di intimità con Frank Sinatra e David Bowie, l’amicizia con Robert Plant. A 70 è un mito vivente, ma di se stessa continua a dire: “Sono la persona più normale che conosco”.a di alcune partecipazioni sanremesi: una delle poche dive della nostra musica.

Barbara D’Urso e la stoccata per Alessia Marcuzzi: cosa ha detto a Pomeriggio 5

All’indomani della movimentata puntata de L’Isola dei Famosi, Barbara D’Urso e i suoi opinionisti si sono scagliati contro Alessia Marcuzzi prendendo in esame le rivelazioni di Jonathan Kashanian su Alessia Mancini.

barbara d urso alessia marcuzzi_05101727Analizzando quanto accaduto nella diretta del reality, la conduttrice partenopea ha dovuto fare una precisazione lanciando una vera e propria stoccata alla collega e trovando un certo numero di seguaci a sostenere la sua posizione.

Stefania Sandrelli choc: “Ho subito una violenza dal fidanzato della mia amica”

“Ho subito una sola violenza dal fidanzato di una mia carissima amica”: è la rivelazione choc di Stefania Sandrelli. L’attrice, fresca del Premio David Donatello, racconta questo ricordo doloroso a “Cyrano. L’amore fa miracoli”, programma condotto da Massimo Gramellini e Ambra Angiolini.

stefania_sandrelli_violenza_05182733La puntata andrà in onda domani alle ore 21.15 su Rai3.
“Dopo una giornata al mare con gli amici, a Ostia, mi ritrovai inaspettatamente sola con lui. Capii che voleva fare l’amore con me. Io veramente non ero preparata, ero incredula? dissi di no e presi un sacco di botte. Era il fidanzato di una mia amica, non ci avevo nemmeno mai pensato a denunciarlo. Questo ora mi pesa sulla coscienza”.
Nella puntata dedicata a “Orgoglio e Pregiudizio” ci sarà anche Simonetta Agnello Hornby, scrittrice esperta di Jane Austen. E poi la cantante Luna Vincenti, moglie di Michele Placido. Con loro anche il regista Sebastiano Riso, che è stato picchiato per i temi presentati nel suo controverso film “Una Famiglia”.

Completano la puntata i protagonisti di tante storie d’amore, storie che fanno miracoli, come quella del medico che ha salvato la vita di una bambina su un aereo e quella della volontaria di Bardonecchia, presente al momento dell’irruzione dei gendarmi francesi. L’amore fa miracoli, con la partecipazione di Margherita Vicario e la regia di Fabio Calvi.

Claudio Baglioni querela Antonio Ricci: «Il botox gli intoppa il cervello»

Il botta e risposta tra Claudio Baglioni e Antonio Ricci finisce in tribunale. Il cantante, secondo quanto scrive oggi Il Messaggero, ha querelato per diffamazione il patron di Striscia la Notizia e ci sarebbe quindi un’inchiesta aperta dalla Procura di Roma dopo l’esposto presentato dagli avvocati Lorenzo Contrada e Andrea Pietrolucci.
Ricci, in una nota, stasera rincara la dose confermando sostanzialmente il giudizio negativo su Baglioni, che già lo ha denunciato per le stesse critiche che gli erano state mosse durante la conferenza stampa del primo febbraio di Striscia la notizia, mentre il cantautore era già impegnato nelle prove del festival.

3650322_2040_claudio_baglioni_antonio_ricci_querela«La querela di Baglioni? È la riprova del ‘piccolo grande amore’ con cui ha affascinato tanto i fasci. Il Divino Claudio – scrive oggi Ricci in un comunicato – non accetta la critica e neppure il diritto di satira. Nonostante abbia migliaia di fan, voglio ribadire che ‘accoccolati ad ascoltare il mare’ per me è un verso cacofonicamente osceno, meritevole di essere radiato dall’Alta Cantautoreria Italiana».

«Confermo che, tra le canzoni che hanno come tema l’abbandono, per me ‘Sabato pomeriggio’ non rientra neppure nelle ultime posizioni. È una canzone ampollosa e barocca, lontana dalla non-retorica ad esempio di ‘Ne me quitte pas’. Chi, sano di mente, può pensare di trattenere una fidanzatina cantandole ‘passerotto non andare via’? Se io avessi detto ‘passerotto’ ad una ragazza, giustamente mi avrebbe spaccato la faccia. Non mi pento e confermo tutto quello che ho detto sulla melensa creatura che trasuda Baci Perugina da ogni poro, contestualizzato negli anni Settanta, gli anni di piombo. Per quanto riguarda le overdose da botox – conclude Ricci -, dimostrerò scientificamente in tribunale che quando bacia la fidanzata ciuccia botulino».

Simona Ventura e Gerò Carraro, luna di miele alle Maldive. E la foto in costume conquista il web

Prima di tornare in tv come giudice di “Amici”, come anticipato da Leggo.it, Simona Ventura si è concessa una vacanza sotto al sole delle Maldive.

simona-ventura-gero-carraro_04162456La conduttrice è partita assieme al compagno Gerò Carraro, figlio di Nicola, attuale marito di Mara Venier, scacciando le voci di una crisi dopo 7 anni di fidanzamento.
La coppia infatti, fotografata da “Diva e donna” ha trascorso una mini luna di miele fra passeggiate in riva al mare, bagni di sole e cene romantiche. Simona ha anche postato dal suo account una foto in costume, ricevendo i complimenti dei suoi fan sulla rete.