Virginia Raffaele balla con Roberto Bolle, scatta il bacio appassionato

A Danza Con Me non è passata inosservata l’esibizione di Virginia Raffaele. Durante il programma di Roberto Bolle, la famosa imitatrice si è infatti lanciata in una meravigliosa esibizione che ha lasciato tutti di stucco. Ecco che cosa ha combinato…
Su Rai Uno, la Raffaele si è cimentata nella parodia di un noto spot pubblicitario di un profumo, che sta spopolando su tutte le reti televisive. Sulle note di Mutant Brain di Sam Spiegel e Ape Drums feat. Assassin e indossando un vestito verde del tutto simile a quello indossato da Margaret Qualley nello spot, l’attrice ha dato vita ad un indimenticabile siparietto.

3459989_poster_003 (1)Danza con Me, Virginia Raffaele stupisce tutti con un balletto parodia
A Danza Con Me Virginia Raffaele ha messo dunque in piedi uno sketch memorabile, partendo dalla platea. È da lì che si è alzata, fingendo di dover correre d’improvviso in bagno, prima di cominciare la sua strepitosa esibizione insieme a Roberto Bolle.

Una danza scatenata, la sua, che ha ottenuto un grandissimo apprezzamento in giro per il web. Tra i commenti c’è stato quello dello stesso Bolle, che su Instagram le ha dedicato un breve ma intenso “fantastica”.

Danza con Me, Virginia Raffaele raccoglie il consenso del web
Se ottenere il consenso del web è difficile, Virginia è riuscita a colpire anche Rosario Fiorello. Lo showman, difatti, dopo circa 10 giorni di assenza da Twitter, ha dedicato il suo primo messaggio dell’anno proprio all’attrice romana.

“Questa sera è stata pazzesca – ha scritto l’artista siciliano – Mi ha emozionato la sua bravura. Numero straordinario con Roberto Bolle. Inarrivabile”.

Insomma, un vortice di consenso come da tempo non si vedeva ha rilanciato un’artista di primo livello come Virginia Raffaele. E voi, siete d’accordo? La sua esibizione è stata davvero così fantastica?

Virginia Raffaele balla con Roberto Bolle, scatta il bacio appassionatoultima modifica: 2018-01-03T01:25:43+01:00da giulia7517
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento