Marco Carta ex naufrago dell’Isola: “L’esperienza più forte dopo Amici. Critiche per omosessualità? Non le concepisco”

“È stata una delle esperienze più forti della mia vita insieme ad Amici”. Marco Carta, ex naufrago racconta la sua esperienza all’Isola dei Famosi: “Mi ha lasciato tante soddisfazioni, mi ha insegnato a contare su me stesso e a farmi capire che ce la posso fare. Ho sempre pensato di avere bisogno di qualcuno vicino a me: un amico al telefono, Sky sempre acceso a farmi compagnia – ha fatto sapere in un’intervista a “Vanity Fair” – Sono sempre stato spaventato dall’idea di stare da solo e affrontare i miei pensieri”.

marco-carta-costume-da-bagno-febbraio-2016

Dopo le difficoltà iniziali è stato eliminato a un passo della finale: “Tutti mi dicevano, compreso Giacobbe, che avevo centinaia di migliaia di fan che mi sostenevano e che non avrei dovuto preoccuparmi, ma non vuol dire niente. Il televoto-lampo ha fasce di persone diverse rispetto al televoto settimanale, che riesce a coprire tutti i brand. Ho accettato il verdetto e contemporaneamente, ho provato un grande senso di sollievo: non vedevo l’ora di andare a mangiare”. A dargli fastidio le critiche sulla sua presunta omosessualità: “Io questo non lo so, perché non lo concepisco. Quando qualcuno mi parla, non mi chiedo se abbia una voce effeminata o un compagno che lo aspetta a casa. Non capisco come l’andare a letto con una persona dello stesso sesso possa togliere qualcosa alla propria professionalità o alla propria bravura. Io sono molto open-mind, sono cresciuto in una casa molto umile, ma frequentata da gente di ogni parte del mondo”.

Marco Carta ex naufrago dell’Isola: “L’esperienza più forte dopo Amici. Critiche per omosessualità? Non le concepisco”ultima modifica: 2016-05-16T01:38:35+02:00da giulia7517
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento