Gaffe o frecciatina di Alessia Marcuzzi su Barbara D’Urso? Sbaglia il nome a L’Isola dei Famosi

Gaffe di Alessia Marcuzzi durante L’Isola dei Famosi, nella puntata del 20 febbraio: la conduttrice, parlando dell’ospitata di Eva Henger e Nadia Rinaldi a Pomeriggio 5, non pronuncia correttamente il nome del programma di Barbara D’Urso. Dimenticanza volontaria o semplice gaffe?

3563294_8_20180221111407 (1)Il quinto appuntamento de L’Isola dei Famosi ha visto Filippo Nardi uscire al televoto contro Franco Terlizzi e Amaurys Perez; inoltre Alessia Marcuzzi ha cercato di indagare più a fondo sull’affaire Francesco Monte commettendo una gaffe su Barbara D’Urso che non è passata inosservata agli occhi del popolo del web.
Al momento di accogliere l’eliminata della settimana scorsa, Cecilia Capriotti, la conduttrice del reality di Canale 5 ha chiesto alla showgirl se avesse visto qualcosa di sospetto nella villa che confermasse o al contrario smentisse la versione di Eva Henger.
La naufraga appena tornata in Italia ha dichiarato che nel gruppo di concorrenti c’erano tanti fumatori e che non è stata testimone di atti illeciti sottolineando tuttavia che, se anche avesse visto qualcosa, non sarebbe stato nel suo stile denunciare tutto così apertamente.

La gaffe di Alessia Marcuzzi su Barbara D’Urso è giunta quando, rivolgendosi a Nadia Rinaldi e Eva Henger, ha ricordato agli spettatori che le due concorrenti erano andate da Carmelita per confrontarsi meglio sullo scandalo droga. Peccato però che non è riuscita a pronunciare correttamente il nome del programma – Pomeriggio 5 – e abbia tagliato corto dicendo: “Se ne occupa Buon Pom.. Di Pomerig.. Barbara D’Urso”.
Sul web c’è chi ha ironizzato cinguettando: “Domani Barbara d’Urso a Pomeriggio5 : “Ieri sera al Grande Frat.. , ehm a C’è posta.. eh insomma da Alessia Marcuzzi.” #Isola”.

Qualcuno poi non ha creduto alla buona fede della Pinella e ha commentato: “Alessia che finge di non conoscere il nome del Programma di Barbara D’urso? #isola” e chi ha sdrammatizzato a suon di gif divertenti inerenti alla conduttrice partenopea.

Cecilia e Ignazio, è già crisi nella coppia? La verità tra i due spunta tra le stories di Instagram

Dopo mesi di passione è già crisi per Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser? Nel corso dell’ultima puntata di Verissimo si è parlato di litigi tra la coppia nata sotto i riflettori del Grande Fratello Vip 2. Dopo i mesi di passione, la scelta di Cecilia di lasciare Monte per Ignazione e la convivenza pare che tra i due siano arrivati i primi problemi.

3543584_1059_cecilia_ignazioIn realtà però non si tratta di una vera e propria crisi ma di un diverbio che sarebbe già risolto, come testimonia una foto messa tra le stories di Instagram di Cecilia. Un grande cuore scritto sulla sabbia con incise, all’interno, le iniziali sue e di ignazio. Quindi tra Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser procede tutto a meraviglia nonostante il recente messaggio dell’argentina a Francesco Monte.

Cecilia ha ammesso di aver augurato buona fortuna a Francesco prima della partenza e a proposito dello scandalo che ha coinvolto Monte in questi giorni ha sostenuto che prima di fare delle accuse così pesanti è bene avere delle prove, criticando tra le righe Eva Henger.

Francesco Monte parla dopo il rientro in Italia: “Sono vittima di un ingiustizia: ecco come sono andate le cose”

Francesco Monte ospite a Verissimo racconta la sua versione dei fatti dopo il suo rientro dall’Honduras. Travolto dallo scandalo droga, l’ex tronista ha deciso di tornare in Italia per difendersi legalmente dalle accuse mosse da Eva Henger sul suo conto.
Intervistato da Silvia Toffanin si è detto fermo nelle sue posizioni, continuando a ribadire di non aver fumato marijuana e di essere stato infamato.

Francesco-Monte-e-Silvia-Toffanin-VerissimoRibadisce di preferire di evitare lo scontro diretto in tv con la Henger proprio per questioni legali, ma vuole difendersi dalle ingiuste accuse. Monte durante il programma confessa: «l mio stato d’animo non è dei migliori, non volevo che andasse così perché era un’esperienza che aspettavo di fare da anni. È stato un attacco personale nei miei confronti. Io ho la coscienza a posto. Nego tutto e confermo quello che ho scritto nel comunicato che ho pubblicato sui miei social. Mi sento sicuramente vittima di un’ingiustizia. Credo nella giustizia e non ho paura. La giustizia farà il suo corso».

Riguardo le immagini messe in onda da Striscia la Notizia in cui fuma quello che sembra essere uno spinello chiarisce: «Io fumo il tabacco per cui ‘rollo’ le sigarette ed è quello, niente di più e niente di meno. Poi è normale che una persona che vede questa foto può scambiarla per un’altra cosa».

Ospite a Verissimo, anche se in un altro spazio, anche Eva Henger che, come Monte, ribadisce le sue posizioni: «Dire la verità, può essere con una tempistica sbagliata, non è un reato. Fumare canne e mettere in pericolo le altre persone lo è».

«Trump pagò 130mila dollari la pornostar Stormy Daniels», ecco chi è Stephanie Clifford

Donald Trump di nuovo nella bufera. Secondo il Wall Street Journal, Michael Cohen, il capo dei legali della Trump Organization a ottobre del 2016 (un mese prima delle elezioni) avrebbe comprato per 130mila dollari il silenzio della pornostar Stephanie Clifford, in arte Stormy Daniels, per un presunto incontro con il presidente Usa avvenuto nel 2006 a un torneo di golf. Un anno dopo il matrimonio fra Trump e la terza e attuale moglie, Melania.

Donald-Trump-Donald-Trump-Stormy-Daniels-Trump-Stephanie-Clifford-Donald-Trump-porn-star-Donald-Trump-Melania-Trump-904101La Casa Bianca ha smentito immediatamente i fatti, intanto però il caso è esploso. Ma chi è Stormy Daniels?
Stephanie Clifford, in arte Stormy Daniels, nata a Baton Rouge in Lousiana nel 1979, è una pornostar statunitense. Per la scelta del nome d’arte, l’attrice hard avrebbe preso spunto dalla sua band hard rock preferita, Mötley Crüe, il cui chitarrista Mick Mars ha chiamato la figlia proprio Stormy.
In passato, la sexy bionda è salita più volte alla ribalta delle cronache. Nel 2006 i media avrebbero parlato di lei (già nota per l’attività cinematografica hard) per la sua decisione di candidarsi in Louisiana. La decisione sarebbe nata in seguito allo scandalo che avrebbe coinvolto un senatore repubblicano della Louisiana, esponente della destra cristiana, sposato e con figli, che frequentava prostitute a New Orleans e a Washington.
Non è tutto. I media avrebbero parlato della pornostar anche per fatti poco lusingheri. Come riporta il sito laRepubblica, in passato Stormy sarebbe stata arrestata per violenze domestiche contro il marito. La donna lo avrebbe picchiato in volto per una questione di bollette non pagate, mentre l’uomo tentava di uscire dall’abitazione. Oltre all’arresto, la pornostar avrebbe dovuto pagare anche una multa di mille dollari.

Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser da Giletti: “Nessun matrimonio”, poi la terribile gaffe: ecco cosa è successo

Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser ospiti a “Non è l’arena” di Giletti su La7. La coppia scandalo del Grande Fratello Vip 2 si è raccontata durante la trasmissione, chiarendo alcuni gossip e parlando dei loro progetti futuri.

3470350_1053_cecilia_e_ignazio_a_non_e_larena_08111111Ovviamente si è parlato dell’ex di Cecilia, Francesco Monte, e l’ex gieffina ha spiegato con chiarezza: «Lasciare uno per mettermi con un altro non penso che fosse una strategia bella. Fino a quando non chiudevo una storia non potevo aprirne un’altra. Mi sentivo ‘sporca’ per questo e non stavo bene. Quando l’ho rivisto nella Casa ho capito che era finita. Forse avevamo dei pensieri diversi per affrontare la vita, io sono molto più libera e forse non mi sentivo più così. Non andava così e l’ho capito dentro».

I due si sono innamorati in casa, ma Cecilia spiega che Ignazio si è comportato da gentleman, restando al suo posto e aspettando che lei facesse chiarezza. Così Giletti mostra le foto dietro la tenda rossa del confessionale e i due replicano: «Quello è stato il nostro primo bacio». Il conduttore torna sulla scena dell’armadio e Cecilia è chiara: «Il pezzo vero non l’hanno mai mandato, hanno mandato un altro con rumori montati. Io ho una dignità, la gente è cattiva e non ha niente da fare», ma poi ammette che c’è stato solo un bacio.

I due precisano che non c’è nessun matrimonio alle porte, il famoso anello di Cecilia è un regalo di Belen, anche sulla possibilità di un figlio prendono tempo.

In collegamento appare anche il padre di Ignazio, il ciclista Francesco Moser, che dà la sua benedizione alla coppia, spiegando che avrebbe evitato la scena dell’armadio ma con non troppa severità. Ammette di non aver seguito molto il programma: «Non c’era niente di trascendentale da vedere, certo io non riuscirei a stare nella Casa per due-tre mesi» e poi conclude con un invito a Cecilia e Belen di andare a lavorare nella sua vigna.

Ai saluti, tuttavia, la terribile gaffe del conduttore Massimo Giletti, che, salutando la coppia, ha confuso il nome di Ignazio, chiamandolo Francesco. Chissà se Giletti avrà confuso il nome del nuovo fidanzato di Cecilia con quello vecchio o se magari, per un lapsus, non abbia scambiato Moser padre con il figlio… Ignazio Moser, tuttavia, non l’ha presa bene, dicendo: “Eh, no, Francesco proprio no…”

Mail sessiste e critiche pesanti sulla forma fisica delle concorrenti: bufera su Miss America. Si dimettono i vertici

Bufera su Miss America. I vertici di Miss America si dimettono dopo lo scandalo delle email sessiste. Dopo la sospensione l’amministratore delegato Sam Haskell si dimette con «effetto immediato». Lascia anche il presidente Lynn Weidner, che resterà nel consiglio di amministrazione per i prossimi 90 giorni «per facilitare la transizione verso una nuova leadership». È quanto si legge in una nota.

3446041_1241_maL’amministratore delegato, Sam Haskell, è stato sospeso dopo la pubblicazione di mail sessiste scritte dagli organizzatori del celebre concorso di bellezza, tra cui lo stesso Haskell, e pubblicate nei giorni scorsi dall’Huffington Post. Nelle e-mail, l’Ad usa frasi denigratorie in riferimento alle ex partecipanti al concorso anche per commentarne il peso. In una di queste, viene usato un termine volgare per definire le parti intime femminili; in un’altra viene augurata la morte di una delle concorrenti e un’altra ancora specula su quanti partner una delle miss si è portata a letto.
Le e-mail prendono di mira in particolare Mallory Hagan che ha vinto il titolo di Miss America nel 2013, sostenendo che ha preso peso dopo aver vinto e commentando il numero dei suoi amanti. In un comunicato, l’organizzazione del concorso spiega di aver votato per sospendere Haskell in attesa di condurre «un’accurata inchiesta sulle presenti dichiarazioni inappropriate delle email e il modo in cui sono state ottenute».
Dopo la pubblicazione delle dichiarazioni, una petizione avviata dall’ex reginetta del North Carolina, Vaden Barth, ha raccolto 49 firme delle colleghe in cui si chiede le dimissioni di Haskell. «Siamo profondamente dispiaciute nell’apprendere le parole disgustose ed eclatanti usate dai dirigenti di Miss America», si legge nella petizione. «Chiediamo le loro dimissioni immediate».
Haskell si è difeso sostenendo che le accuse erano «false». «Il materiale si basa su email private rubate tre anni fa da ex impiegati. La storia non è vera e ferisce me, la mia famiglia e l’organizzazione no-profit di questo concorso», ha dichiarato il top manager

Paola Perego molestata: “Attaccata al muro da un politico”

Con lo scandalo Weinstein, molte donne dello spettacolo stanno denunciando episodi di violenza. In Italia, dopo Asia Argento, Alba Parietti e Anna Falchi è la volta di Paola Perego a raccontare la molestia subita. La moglie di Lucio Presta ha confessato per la prima volta pubblicamente di essersi dovuta difendere da un ‘onorevole’: ecco cos’ha detto a Controluce.

1488402194755.jpeg--La moglie di Lucio Presta è stata intervistata da Giuseppe di Piazza a Controluce per Corriere.tv e per la prima volta ha raccontato pubblicamente di alcuni episodi che hanno costellato la sua carriera sin dai primi provini.

Paola Perego molestata: produttori, politici e persino un autista di autobus
“Al primo showroom a 16 anni mi accompagnò mamma. E appena mi lasciò sola con questo tipo, lui si avvicinò sul divano e mi disse: ‘Andiamo a letto?’. Scappai di corsa” ha ricordato Paola Perego.

Poi la confessione inaspettata su un politico: “Anni fa sono stata attaccata al muro da un politico. È la prima volta che lo racconto e non dirò mai il nome perché non mi interessa. Eravamo nel suo ufficio e mi salvai con una bella ginocchiata dove non batte il sole come diceva mia mamma”.

E ancora c’è stato un autista di autobus che la portò in campagna, ma la giovane Paola urlò talmente tanto da spaventarlo e farsi aprire le porte.

La stessa forza con cui ha reagito all’onorevole anni fa la ritroviamo adesso che Paola è pronta a riprendersi un posto in Rai dopo essere stata allontanata a causa del famoso cartello sulle donne dell’est mostrato a ‘Parliamone sabato’.

Dal 12 gennaio, ogni venerdì in prima serata su Rai1 andrà in onda ‘Superbrain – Le supermenti’ e sarà la conduttrice ad accompagnarci tra prove di abilità mentali impossibili per l’uomo medio, ma decisamente stimolanti per i più intelligenti.

È grazie al nuovo direttore generale di Viale Mazzini se Paola Perego ha ritirato la causa contro la Rai:

“Stavo preparando una causa per danni morali, di immagine e biologici perché sono stata molto male fisicamente – ha dichiarato ancora – Poi però ho incontrato Mario Orfeo che mi ha detto che sono una risorsa importante per l’azienda”.

Asia Argento torna in tv, scontro con Luxuria: “Non tuteli le donne, vergognati”

A quasi due mesi dall’intervista a Cartabianca sullo scandalo Weinstein che l’ha vista in prima linea contro l’ex boss della Miramax che ha accusato di stupro, Asia Argento è tornata nel programma di Bianca Berlinguer su Rai3, ospite in studio, ed è stata protagonista di un vivace scontro con Pietro Senaldi, direttore di Libero, e con Vladimir Luxuria, che avevano preso le distanze, con toni più o meno forti, dalla sua denuncia. «Mi chiederete scusa stasera, ci avete ripensato?», ha incalzato l’attrice e regista.

http_o.aolcdn.comhssstoragemidascf0bcc1d310307bfae1feb7f07e49461205755542asia«Non siamo qui per chiedere scusa», ha replicato il direttore di Libero, che alla vicenda ha dedicato un editoriale di Renato Farina intitolato «Prima la danno via poi piangono e fingono di pentirsi». «Era un titolo forte per dare un messaggio forte: non è vero che non si possa dire di no», ha detto Senaldi. In situazioni del genere «non ti viene chiesto se vuoi o non vuoi: gli ho detto mille volte di no, ma lui non si è fermato», ha replicato con forza l’attrice e regista, che ha definito «ignobili» molte cose scritte su di lei.
«Non ho elaborato ancora questo trauma: non mi aspettavo di essere definita prostituta dopo essere stata violentata», ha sottolineato in apertura di puntata. E se la copertina di Time dedicata alle donne che hanno denunciato tante molestie dimostra che si è messo in moto un «processo irreversibile», in Italia – ha sottolineato Argento – questo è successo «molto meno, e questo mi dispiace, mi è mancata la solidarietà delle mie colleghe, e solo in Italia sono stata colpita da insulti».
Molto forti anche i toni del confronto con Luxuria: «Vladimir non me lo aspettavo, ti ho sempre rispettata e considerata una persona sensibile», ha detto Argento con la voce rotta dall’emozione. «Non so se si può comprendere come ci si senta pietrificati davanti a una violenza», ha sottolineato replicando alla critica di aver denunciato solo dopo vent’anni la violenza subita. «Il mio primo istinto sarebbe stato abbracciarti – ha detto Luxuria – ma poi quando ho letto i particolari della festa della Miramax ho pensato che avresti dovuto dire di no». E la Argento: «Svegliati, il mondo non è bianco e nero, ci sono zone grigie, vorrei che ti mettessi nelle mie scarpe, in quelle di una ragazzina di 21 anni: in quei momenti non capivo cosa stava succedendo». E poi, sempre rivolta a Luxuria: «Vergognati! Non puoi difendere le minoranze e poi non essere dalla parte delle donne».
Con una maglietta con la scritta ‘Truth’ («ho raccontato la mia verità»), Asia Argento ha parlato anche del caso Brizzi, sottolineando che «bisogna prendersi cura delle ragazze che, pur non conoscendosi fra loro, hanno raccontato tutte lo stesso modus operandi. Bisogna credere alle donne». Quanto alle critiche per le mancate denunce alla magistratura, «in Italia – ha puntato il dito l’attrice – per denunciare una molestia ci sono solo tre mesi a disposizione, sei mesi per uno stupro. Ma sapete quando ci vuole per elaborare un trauma? E anche la prescrizione del reato è assurda».Convinta che «sarà grazie alle donne che anche Trump cadrà», Asia Argento ha sottolineato di non essersi «mai pentita della sua scelta», e di sentirsi comunque sollevata perché «dallo schifo è nata anche tanta solidarietà».

Nadia Toffa, la battuta sul suo seno non è piaciuta. Ecco cosa ha detto Savino a Le Iene

In tanti vogliono avere news su Nadia Toffa e le sue condizioni di salute: a le Iene hanno tranquillizzato i fan dicendo che sta meglio ma facendo anche una battuta sul suo seno che non è piaciuta a tutti. Ecco cosa ha detto Nicola Savino.

nadia-toffa-malore-ictus-aneurisma-ospedale-iene-450x300Nadia Toffa news, gli aggiornamenti direttamente da Le Iene
“Nadia sta molto meglio, si è quasi completamente ripresa, ovviamente è molto stanca quindi questa puntata se la vedrà dal suo bel lettino d’ospedale”.
Così Giulio Golia, Matteo Viviani e Nicola Savino hanno tranquillizzato gli spettatori sulle condizioni della Toffa nel corso dell’ultima puntata de Le Iene.
Poco prima di lanciare un servizio sullo scandalo delle molestie, i tre conduttori si sono fatti prendere la mano dando il via a una serie di battute sulla loro collega che sui social non hanno riscosso tanto successo.
Golia ha ironizzato:
“Vi do una chicchetta, la camera di Nadia si trova attigua al reparto di chirurgia estetica”
Nadia Toffa news, Nicola Savino non si trattiene e…
“L’occasione fa l’uomo ladro. Passa davanti oggi, passa davanti domani, non è che si può avere una quarta di reggiseno? Insomma – ha detto divertito Nicola Savino – abbiamo dentro Nadia Toffa e ci ritorna Antonella Clerici”.
Senza ombra di dubbio, le tre Iene hanno voluto stemperare il clima e regalare un sorriso al pubblico cercando di fare dell’ironia su Nadia Toffa, tuttavia l’obiettivo non sembra essere stato compreso a pieno da tutti.
Su Twitter c’è chi ha puntato il dito contro di loro e ha cinguettato: “Fanno i pro-femminismo, poi però dicono che la Toffa è piatta di seno. Boh. #leiene” e chi ha rilanciato: “Savino annuncia servizio scandalo molestie con battuta sessista su tette Toffa. Come se una con poco seno non sia donna. Che classe! #leiene”

“Sesso per un lavoro in tv, fui la prima a denunciare a Le Iene. Ma venni boicottata”

Era il 2005. Dodici anni prima del caso Weinstein e del movimento #MeToo. La vicentina Michela Morellato , allora 18enne, denunciò di aver subito pesanti avances da parte di un popolare giornalista tv che gli aveva proposto, secondo quanto raccontato dalla giovane, un posto nel mondo dello spettacolo in cambio di sesso.

image (17)“Già allora si sarebbe potuto far scoppiare lo scandalo”, sottolinea, in un’intervista a ‘Il Giornale di Vicenza’, Michela Morellato rivendicando di essere stata la prima ad avere il coraggio di denunciare.
“Avevo 18 anni – racconta – ed ero alla ricerca di un posto nel mondo. Mi disse che ero un volto interessante per la sua trasmissione. In macchina respinsi le sue pesanti avance mettendomi a urlare. Lui si scusò, aveva 34 anni più di me, e avrei potuto perdonarlo”, dice oggi a distanza di anni. Poi però “mi disse che era un pezzo grosso, che creava e distruggeva le ragazzine come me se non erano carine con lui. Non sopportai quelle parole – spiega al quotidiano – e la mia sete di giustizia mi spinse a denunciarlo”.
A far venire alla ribalta il caso di Michela Morellato fu il programma le ‘Iene’. Il giornalista tv fu denunciato per molestie sessuali, poi la sua posizione fu archiviata e “Michela – riferisce ‘Il Giornale di Vicenza’ – fu risarcita”. “Quello che mi indigna – lamenta Morellato – è che le benpensanti di oggi all’epoca non mi diedero un briciolo di solidarietà”. E denuncia: “Venni boicottata”. “Le televisioni nazionali mi misero nella lista delle persone scomode”, racconta Morellato, che conclude: “Ci vuole coraggio ad andare controcorrente. Può costare caro. Non fai carriera”.