Carlo Conti: “Io cresciuto senza padre. Ma l’ho capito solo giocando con Pieraccioni”

«Il mio primo ricordo? Vorrei fosse mio padre, ma lui morì quando avevo 18 mesi e di lui non ricordo nulla. Mia madre, però, fu una donna forte in grado di farmi anche da padre. Per lui aveva speso un sacco di soldi in cure sperimentalie inutili, avrebbe potuto gettarsi dalla finestra con me in braccio». Così Carlo Conti, che ha raccontato la sua vita in un’intervista profonda e commovente al Corriere della Sera.

conti16_2272817_301436Il popolare conduttore televisivo ha parlato così della sua infanzia e della forza di sua madre: «All’improvviso lei, che lavorava come ostetrica, trovò 500 lire nella cassetta della posta. Disse che era un miracolo di santa Rita. Era una donna credente, come lo sono io. Quando lavorava di notte mi portava a dormire da mia zia, nel quartiere di San Frediano. Ricordo l’alluvione del 1966, il forte odore di fango e cherosene. Poi, quando ero adolescente, tornando a casa mi fece trovare un pacchetto di Muratti e mi disse: ‘Prima che lo facciano i tuoi amici, ti faccio provare a fumare io. Ma sappi che tuo padre, così, è morto’. La prima boccata fu disgustosa, iniziai a tossire e non ho più toccato una sigaretta in vita mia».
Lolette, la mamma di Carlo Conti, non si risposò mai e dedicò tutta la sua vita al figlio. Lui lo sa bene e lo rivendica ancora oggi: «Ripeto, mi fece anche da padre. Mi resi conto di non avere un padre solo a 22 anni, durante una partita di tennis con Leonardo Pieraccioni, il mio migliore amico. Suo padre era lì a incoraggiarlo, io invece mi voltai indietro e realizzai che ero solo, che non avevo una figura simile. Io e Leo ci conosciamo dai tempi dell’adolescenza, quando debuttavamo in radio e ci incrociammo durante un evento in piazza. Io conducevo, lui era uno dei concorrenti e divertì il pubblico imitando Beppe Grillo che attaccava i socialisti». Un rapporto speciale, quello con Pieraccioni: «Siamo entrambi figli unici e ci sentiamo i fratelli che non abbiamo mai avuto».
Decisivo, poi, anche l’incontro con Giorgio Panariello: «Era il 1986, eravamo a Vibo Valentia e lui imitava alla perfezione Renato Zero. Decidemmo di tenerci in contatto e iniziammo a esibirci in locali di tutta la Toscana: Ponte a Egola, Montale, Massa Marittima, Grosseto. Se si pagava ci esibivamo davanti a sette spettatori, se lo spettacolo era gratuito ce ne erano settemila. Ad aprile, invece, ci esibiremo a New York». Fu proprio durante questa gavetta, però, che Carlo Conti fu scoperto da un consigliere d’amministrazione Rai e portato alla ‘Tv dei ragazzi’. Era l’inizio di un personaggio televisivo popolare, che per scegliere questa strada rinunciò al posto fisso in banca: «Lavoravo lì da quattro anni, ma capii di non voler più passare otto ore al giorno a fare ciò che non mi piaceva. Non fu facile dirlo a mia madre, ma lei mi capì».
Parlando di Sanremo, il conduttore ha rivelato: «Dovevo staccare, per questo non ci sarò. Ho ascoltato 3000 canzoni negli ultimi anni, cercando di selezionare le migliori e perdendo il sonno la notte quando magari mi tornava in testa un brano che avevo scartato e pensavo: ‘Non posso escluderlo’. Quando ho ascoltato i brani di Francesco Gabbani sono saltato dalla sedia, ma non pensavo davvero potesse vincere. Sono fiero di lui, come de Il Volo e altri grandi nomi della musica italiana degli ultimi anni, come Ermal Meta e Giovanni Caccamo. Hanno il potenziale, molto dipenderà dalle persone che incontreranno nel loro percorso. Claudio Baglioni farà un grande Festival, non ho dubbi».
Per quanto riguarda la conduzione, Carlo Conti ha spiegato di non avere un modello di riferimento: «Mi ispiro a Pippo Baudo, Mike Bongiorno, Corrado e Enzo Tortora. Se conduco un varietà mi ispiro a Pippo, in un quiz a Mike e se devo fare la spalla ai comici mi sento un po’ come Renzo Arbore. Da bambino usavo un mestolo come microfono e introducevo mio cugino che doveva recitare la poesia di Natale, perché io non la sapevo. Questo è un po’ il ruolo del conduttore: lanciare gli altri e saperli valorizzare. Sono un po’ come un centrocampista che segna poco ma fa girare la squadra».
Il conduttore toscano ha anche parlato dell’Italia che si avvicina alle elezioni politiche: «Renzi è stato un buon sindaco, ma ha perso lo smalto di un tempo anche a causa di troppi nemici interni. Berlusconi invece è un grande imprenditore, che mi chiese perché non andassi a Mediaset. Qualche tempo prima avevo ricevuto un’offerta molto più ricca, ma quel ruolo era vago e indefinito e avevo preferito rimanere in Rai e crescere gradualmente. Oggi non sono tra i più pagati in Rai, ma tra quelli che fanno più guadagnare l’azienda. Non mi espongo politicamente, ho cambiato spesso il mio voto».

“Sesso per un lavoro in tv, fui la prima a denunciare a Le Iene. Ma venni boicottata”

Era il 2005. Dodici anni prima del caso Weinstein e del movimento #MeToo. La vicentina Michela Morellato , allora 18enne, denunciò di aver subito pesanti avances da parte di un popolare giornalista tv che gli aveva proposto, secondo quanto raccontato dalla giovane, un posto nel mondo dello spettacolo in cambio di sesso.

image (17)“Già allora si sarebbe potuto far scoppiare lo scandalo”, sottolinea, in un’intervista a ‘Il Giornale di Vicenza’, Michela Morellato rivendicando di essere stata la prima ad avere il coraggio di denunciare.
“Avevo 18 anni – racconta – ed ero alla ricerca di un posto nel mondo. Mi disse che ero un volto interessante per la sua trasmissione. In macchina respinsi le sue pesanti avance mettendomi a urlare. Lui si scusò, aveva 34 anni più di me, e avrei potuto perdonarlo”, dice oggi a distanza di anni. Poi però “mi disse che era un pezzo grosso, che creava e distruggeva le ragazzine come me se non erano carine con lui. Non sopportai quelle parole – spiega al quotidiano – e la mia sete di giustizia mi spinse a denunciarlo”.
A far venire alla ribalta il caso di Michela Morellato fu il programma le ‘Iene’. Il giornalista tv fu denunciato per molestie sessuali, poi la sua posizione fu archiviata e “Michela – riferisce ‘Il Giornale di Vicenza’ – fu risarcita”. “Quello che mi indigna – lamenta Morellato – è che le benpensanti di oggi all’epoca non mi diedero un briciolo di solidarietà”. E denuncia: “Venni boicottata”. “Le televisioni nazionali mi misero nella lista delle persone scomode”, racconta Morellato, che conclude: “Ci vuole coraggio ad andare controcorrente. Può costare caro. Non fai carriera”.

Fabrizio Frizzi, ecco come sta: Carlo Conti svela le sue condizioni di salute dopo la malattia

Come sta Fabrizio Frizzi? Questo è il dubbio che attanaglia i tanti fan del popolare conduttore de L’eredità. Dopo l’ischemia che lo ha colpito il 23 ottobre scorso, infatti, la famiglia di Frizzi ha voluto mantenere il riserbo sulle sue condizioni di salute.

eyetvsnapshotCarlo Conti in diretta a Tale e quale show – e prima ancora in un tweet a pochi minuti dall’inizio della trasmissione – ha svelato qualche retroscena sul suo ricovero e sul suo stato di salute.
Ecco le condizioni di salute di Fabrizio Frizzi: Carlo Conti lo rivela in diretta
Lo scorso 23 ottobre Fabrizio Frizzi è stato colpito da una lieve ischemia e si trova attualmente ancora ricoverato presso l’Umberto I di Roma: è stato Carlo Conti a svelare in diretta a Tale e Quale Show le condizioni di salute del collega e amico e a tranquillizzare i fan dopo il malore.
La moglie di Fabrizio Frizzi, Carlotta, ha chiesto ai media rispetto per il difficile momento che stanno attraversando e ha deciso di non far diramare bollettini ufficiali sul suo stato. Tuttavia gli spettatori avevano bisogno di qualche ragguaglio e Carlo Conti, con un tweet poco prima della diretta, ha fatto sapere:

“Poco fa ho parlato al telefono con Fabrizio Frizzi, ci sta guardando! Torna presto, abbiamo bisogno di te!”

Condizioni di salute di Fabrizio Frizzi migliorano, ma quando torna?
In apertura della puntata del 27 ottobre, inoltre, il conduttore toscano – che sostituirà Frizzi a L’Eredità a partire dal 30 ottobre – ha confermato che le sue condizioni di salute dopo il malore sono in via di miglioramento, che è lucido e cosciente e che può parlare al telefono.
Dallo studio di Tale e Quale Show si è levato un corposo applauso quando Carlo Conti ha invitato Fabrizio a rimettersi presto e tornare quanto prima davanti alle telecamere.
Al momento non è dato sapere per quanto tempo Fabrizio Frizzi sarà sostituito, ma come i numerosissimi fan che in questi giorni cercano di stargli vicino e di dargli forza, anche noi ci uniamo a loro augurandogli una prontissima guarigione e tantissime altre ‘ghigliottine’.

Mara Venier, la rivelazione a Costanzo: “Ho perso un figlio quando stavo con Arbore, un gran dolore per entrambi”

Domani, giovedì 12 ottobre, in seconda serata su Canale 5 secondo appuntamento con “L’intervista”.
Questa settimana Maurizio Costanzo come protagonista del talk sceglie un volto popolare e amatissimo dal pubblico: la bellissima attrice e conduttrice veneziana Mara Venier.
Un incontro tra due professionisti che si stimano che hanno lavorato insieme e che hanno costruito negli anni un rapporto di stima e amicizia.

3295452_1729_maurizio_costanzo_e_mara_venier_2551 (1)Le immagini che scorrono all’interno della scatola raccontano l’intensa e fortunata vita privata e pubblica di Mara declinata in tutte le sue sfaccettature, la sua brillante carriera tra cinema e tv, i grandi amori, gli affetti, la famiglia, i figli, i nipoti e la sua indimenticabile mamma. Ricordi che mostrano una Mara coinvolta da una giostra di emozioni tra sorrisi e lacrime.
Tra i momenti più intensi dell’intervista c’è sicuramente il racconto del rapporto con Renzo Arbore.
“C’è stata una gravidanza interrotta molto avanzata – racconta Mara – insomma è stato un grande dolore per tutti e due. Naturalmente oggi c’è un rapporto di affetto enorme e di stima però Renzo …è un po’ resistente a vedermi”.
Poi Costanzo le mostra le immagini con la sua adorata madre: “sapevo che ti avrei dato un po’ un dolore con questo filmato però”, “sì – risponde la venier – perché io non riesco davvero più a vederla. Io non sono più andata a Venezia, non riesco più ad andare a Venezia, troppi ricordi è la cosa più importante della mia vita, anche i miei figli, però mia madre. Io credo che come mi ha amato mia madre non mi possa amare nessuno neanche Nicola”.
Con delicatezza Costanzo la conforta: “ma forse tu non hai amato nessuno come tua madre… tu sei stata pure madre di tua madre quando era malata”. Poi le chiede che mamma è stata e Mara:” una mamma incasinatissima, giovane… sono mancata…dovevo lavorare, i cambiamenti di vita…ho commesso degli errori però ho amato immensamente e amo immensamente i miei figli…ma quando si diventa mamme a 17 anni diventa tutto molto complicato”.

Pomeriggio 5, Barbara D’Urso torna in tv: “Ho detto no a Berlusconi, tutti mi criticano ma poi fanno come me”

Dopo pochissimi mesi d’assenza, torna su Canale 5 Barba D’Urso.
Oggi pomeriggio intorno alle 17.10, dopo Cherry Season, riparte “Pomeriggio 5”, il daytime targato Videonews .
La popolare conduttrice che, nonostante la breve assenza dal piccolo schermo, ha tenuto costantemente aggiornati i suoi fan attraverso i canali social – dove vanta più di un milione di follower -torna alla guida, dopo i rumors che parlavano di addio, del pomeriggio mediaset.

C_2_articolo_3091835_upiImageppNessun litigio con la dirigenza (qualche giorno fa si parlava tra di maretta tra lei e Pier Silvio Berlusconi), ma anzi grandi attestati di stima e anche una medaglia al valore, perchè? Carmelita è una delle poche donne che sembrerebbe aver resistito al fascino dell’ex premier Silvio Berlusconi: “Mi ha corteggiato in maniera molto elegante nel 1977 – ha dichiarato a Il Giorno – Io ho educatamente rifiutato l’invito e da allora siamo rimasti buoni amici”.
Un due di picche cofermato dallo stesso Berlusconi proprio nel salotto di Barbarella qualche anno fa “è l’unica che non c’è stata”.
Tantissime le interviste rilasciate per promuovere e rilanciare il format tanto copiato. Proprio al tgcom, la D’Urso ha dichiarato: “Dal ‘Cinema emozionale’ che ci siamo inventati quattro anni fa a Domenica Live, al nuovo ‘Telo magico’. Dal modo di fare le clip, le grafiche, le imitazioni sono palesi. Le novità ci saranno eccome, anche perché altrimenti come fanno a copiarci? Per noi è una libidine, perché quando sei copiato significa che piaci: è una medaglia al merito. E poi sono molto orgogliosa che metà del Grande Fratello Vip, quest’anno, sia formato da miei opinionisti. Serena Grandi, Giulia De Lellis, Carmen Di Pietro, tutta farina del mio sacco””.
Il format resta di base invariato, ci sarà spazio per la cronaca nera, ma anche per il gossip e gli ospiti vip che si susseguiranno di puntata in puntata.
Dal 17 settembre, poi, tornerà anche alla conduzione di Domenica Live, sempre “col cuore!”.

Bianca Balti scartata da Victoria’s Secret: “Questa è la mia faccia da non ce l’ho fatta”

Un broncio appena accennato, la camminata che però prosegue spedita: «Questa è la mia espressione da “Non ce l’ho fatta”». Bianca Balti non perde l’ironia davanti al rifiuto di Victoria’s Secret: la supertop italiana non ha passato il rigidissimo casting con il quale ogni anno il popolare brand di lingerie seleziona i nuovi “Angeli” che sfileranno nello show tra ali, pizzi e corsetti. A «giudicare» Ed Razek, temibile senior creative di Victoria’s Secret: tutte (tranne qualche presenza “storica” come Adriana Lima o Alessandra Ambrosio) devono passare la sua severa selezione, famosa per essere una delle più difficili al mondo, e ogni anno solo una sessantina vengono giudicate all’altezza.

cut1377782230615.jpg--Bianca non ce l’ha fatta ma l’ha presa con sportività e ha rivolto – su Instagram – l’in occa al lupo alle ragazze “promosse”. I suoi fan però non sono stati altrettanto temperati e i social sono immediatamente diventati un tripudio di indignazione per il rifiuto alla «classe ed eleganza» di Bianca, (che aveva già sfilato per Victoria’s Secret nel 2001 ndr) e la selezione di ragazze giudicate «molto più anonime». Anche un’altra illustre italiana, Chiara Ferragni, si è degnata di commentare l’annuncio con un «Chi poteva farlo meglio di te?».
In molti hanno tenuto a sottolineare come la sfilata di Victoria’s Secret non brilli più della stessa luce di qualche anno fa e sia ormai ridotta a «un’americanata», un evento «Kardashian style», un «fast food della lingerie». E commenti sull’«innato stile italiano» a parte, è pur vero che la tendenza intimo del momento non è più perfettamente in linea il look da pin up sponsorizzato da VS, così come è vero che le richiestissime Gigi Hadid e Kendall Jenner, che gli anni passati avevano tramortito un po’ tutti a suon di post di eccitazione per essere state scelte, quest’anno non hanno ancora confermato la propria presenza.
Le supertop insomma latitano, ma niente paura: in passerella vedremo di sicuro bellezze come Irina Sharipova, Kate Grigorieva, Blanca Padilla, Georgia Fowler. E se i nomi – per ora – non vi dicono niente, ne riparliamo dopo lo show.

Il popolare volto della tv si rasa i capelli per sostenere la sorella malata di cancro

La prima ad accorgersi del fatto è stata Nicki Minaj. Su Twitter corre la solidarietà alla popstar, il cui staff ha poi rimosso le offese
Dopo quanto accaduto al canale Hbo con gli episodi di “Game of Thrones” e a Vasco Rossi con le sue canzoni inedite, gli hacker colpiscono anche Ariana Grande. Il profilo Instagram della popstar è stato violato nella mattinata del 4 agosto: gli intrusi hanno cominciato a pubblicare frasi razziste e contenuti offensivi, poi rimossi dallo staff della cantante.

C_2_articolo_3087127_upiImageppLa prima a denunciare il fatto è stata la collega e amica Nicki Minaj.
Come è solito accadere nei casi di violazione di account di un certo interesse, gli autori del gesto hanno utilizzato il profilo social di Ariana Grande per pubblicizzare altre pagine. Nicki Minaj, resasi conto dell’hackeraggio, ha commentato uno dei post incriminati con l’emoticon dalla faccia confusa. La minacciosa risposta degli intrusi – che nel frattempo avevano anche postato la foto di un ragazzo di colore con epiteti razzisti – non si è fatta aspettare: “Fott…, di te parlerò dopo”.
La solidarietà social dei fan – Gli ammiratori di Ariana Grande, una volta compreso quanto successo, hanno subito incoraggiato la cantante americana a dimenticare lo spiacevole episodio. L’hashtag #RespectAriana è in breve tempo entrati nei “Trending Topics” mondiali di Twitter. Tra i molti commenti a sostegno, ne emergono alcuni dello stesso tenore. “Con tutto quello che le è successo, pure toglierle la privacy è troppo” – sostiene un utente, riferendosi in particolar modo a quanto accaduto il 22 maggio scorso, quando un kamikaze si fece esplodere durante il concerto di Manchester della popstar.

Mara Venier: “Maria De Filippi mi ha salvata. Giletti? Vittima Rai come me…”

Lo sfogo. «Temevo di non essere riconfermata a ‘Tu Si Que Vales’. Avevo già fatto i biglietti con Nicola (ndr, Nicola Carraro, marito di Mara Venier), per le vacanze e, invece, Maria mi ha fatto uno scherzo bellissimo. Anche quest’anno sarò giudice popolare del suo programma. Abbiamo già iniziato le registrazioni.

Mara Venier choc Potrei aver chiuso con la tv_20170139_13133324Questa paura di rimanere a piedi nasce da quanto è successo tre anni fa, quando la Rai mi ha lasciata a casa. Non ho mai fatto dichiarazioni sul malessere che ho avuto. Possono togliermi i programmi ma non l’affetto della gente. Avevo accusato il colpo anche perchè in quel periodo mia madre era gravemente malata. Per fortuna è arrivata Maria come una ventata d’aria».
Lo afferma Mara Venier ai microfoni di #Estate, il format di Canale 5 che che racconta in tv il «Chi Summer Tour 2017». In merito alle polemiche sui compensi Rai e sul caso Fabio Fazio, la conduttrice afferma: «Se glieli hanno dati, evidentemente se li merita. Mi colpisce molto la vicenda legata a Massimo Giletti). Faceva il 20% di share e lo hanno fatto fuori proprio come è successo a me. Io tifo per lui».
Infine, dinanzi alla proposta di Alfonso Signorini che le domanda se avesse voglia di partecipare al «Grande Fratello Vip» come concorrente, Mara Venier risponde: «Ma sai cosa combinerei? Dipende da chi c’è con me dentro la casa». L’ultima battuta la regala sul complicato rapporto con la sua «parente» Simona Ventura: «Preferisco non parlare delle cose in famiglia. Si lavano in casa queste cose».

Valeria Marini e l’amore: Truffata dal mio matrimonio e poi Vittorio Cecchi Gori…”

“Il matrimonio nel 2013”. Dopo la sua partecipazione al “Grande Fratello Vip”, Valeria Marini parla dei suoi rapporti sentimentali e del suo più grande errore commesso in amore, il matrimonio con Giovanni Cottone: “Sono stata truffata – ha spiegato a “Vanity Fair” – e ho impiegato due anni per ottenere l’annullamento dalla Sacra Rota. Può capitare di sbagliare.

01-00249133000001

Ora sono ottimista. Sento che il prossimo sarà l’amore giusto. Mi deve divertire. Se mi annoio, io mi annoio”.
E’ una donna di successo (“Il parere del pubblico è importante, io sono un’attrice del popolo. Sono più popolare oggi di 20 anni fa. Hanno fatto un sondaggio: sono al 98-99 per cento di popolarità.
A iniziare da quella di un lontano L’Espresso, ho fatto più di duemila copertine. Dal bambino al vecchio, tutti sanno chi sono”), ma in amore non è stata fortunata, come con Vittorio Cecchi Gori: “Ogni tanto ci telefoniamo. Gli voglio bene, mi ha sempre fatto tenerezza e ho sempre sofferto per quell’intelligenza che non riusciva a canalizzare. Lo imbrogliavano sempre. Sono stata l’unica a mettersi le mani in tasca per lui, ho venduto un appartamento e non me ne è fregato niente dei soldi. La storia finì per tante ragioni. Forse si esaurì la spinta iniziale, aiutare una persona che altrimenti non sarebbe andata avanti per sei mesi. C’erano molte pressioni, molte bugie. Ma per restare a fianco a qualcuno devi vedere dei risultati. Io non li vedevo”.

Kristina firma un super contratto da modella, ma ha solo 10 anni: “Nessuno più popolare di lei”

Kristina Pimenova, spesso definita “la ragazza più bella del mondo”, ha appena ottenuto un contratto da modella con l’agenzia LA Models.
Ma il prestigioso ingaggio non è certo il primo passo di una carriera che vanta collaborazioni con Vogue Italia, Dolce & Gabbana, Roberto Cavalli, DSquared2 e altri.
Tuttavia, le critiche sulla sua giovane età non si placano: Kristina ha solo 10 anni. La piccola ha cominciato a fare la modella quando aveva solo tre anni, e oggi è tra i bambini più popolari del web.

1535722_0160207_114977_ad-195530887

Finora ha collezionato 1.2 milioni di follower su Instagram e quasi quattro milioni di like sulla sua pagina Facebook. La sua presenza sui social media di per sé è molto controversa – in particolare con le foto di lei a letto, o in un bikini sulla spiaggia. I commenti si dividono tra uomini che fanno apprezzamenti sessuali su quella che rimane pur sempre una bambina e chi rimprovera questi ultimi con sdegno.  Ma Kristina non pubblicare da sé le sue foto, ci pensa la mamma Glikeriya Pimenova. La donna l’anno scorso ha reagito alle accuse di aver “sessualizzato” sua figlia sostenendo che tutti coloro che trovano in quelle immagini qualcosa di sensuale allora sono “pedofili”.  Kristina ora è stata ingaggiata dalla LA Models nella sezione Youths. Il proprietario, Heinz Holba, ha detto di lei: “Avere notorietà nel mondo della moda alla giovane età di 10 non è una cosa da poco. L’agenzia è in attesa di avere un rapporto di lunga durata con questa piccola top”.