La star di “Avanti un altro” accerchiato da ragazzini e insultato: “Mi hanno riempito di schiuma”

È stato rincorso da un gruppo di ragazzini, accerchiato e, poi, preso di mira con delle bombolette spray, mentre un altro riprendeva il tutto con un cellulare. Il video è finito sul web, così come la denuncia. «Sono stato aggredito da un gruppo di ragazzini». A parlare è Francesco Nozzolino, residente a Sarno, volto noto della Tv, ospite del salotto di Canale 5 di Barbara D’Urso, personaggio fisso di “Avanti un Altro” con Paolo Bonolis.

3542142_1539_francesco_nozzolino_avanti_un_altro_aggredito_sarnoDivenuto popolare grazie alla partecipazione al programma “Ciao Darwin”, come “bucatino”, ha subito l’aggressione questa mattina in corso Amendola a Sarno.

Francesco, accompagnato dal papà, stava raggiungendo la stazione della circumvesuviana, quando un gruppo di almeno dieci ragazzini, di circa 12 anni, lo ha raggiunto, accerchiato e apostrofato con termini offensivi. Armati di bombolette spray, i ragazzi lo hanno colpito con getti di schiuma. È stato il papà a intervenire per allontanarli. Il video, girato probabilmente da uno del gruppo, è finito sulle piattaforme social.

Francesco ha denunciato tutto. «Stavo raggiungendo la stazione insieme a mio padre per prendere il treno – ci racconta – e ci stavano seguendo dei ragazzini con i cellulari in mano per fare video e foto. Fin qui tutto normale. Poi, hanno iniziato ad aggredirmi riempiendomi di schiuma. Tra l’altro è stato anche diffuso il video di quanto accaduto. Sono adirato. Mi chiedo in che mondo viviamo, non si ha più neanche la libertà di passeggiare con serenità, alla mercè di un branco di ragazzini di dieci e dodici anni. Bambini che, forse, non sanno neanche dove siano di casa educazione e legalità. Purtroppo, come al solito prevale l’ignoranza».

Valeria Marini depressa dopo il Grande Fratello Vip: “Sono stanca di fare la guest star in tv. Meriterei di più”

“Sto lentamente uscendo da un periodo buio e tormentato. Ho vissuto un anno difficile, la depressione ha prevalso”.
Il Grande Fratello Vip, a cui ha partecipato, evidentemente non ha dato i frutti sperati e Valeria Marini ha accusato il colpo: “Sono riuscita a superare un anno veramente difficile – ha confessato a “Oggi” – in cui mi aspettavo tante soddisfazioni che invece non sono arrivate”.

ValeriaMariniIl problema sembra essere legato alla sua presenza in tv: “Pago lo scotto della popolarità televisiva. Avrei bisogno che un regista come Ferzan Ozpetek o come Pedro Almodovar mi offrisse l’occasione di smontare il mio personaggio e la mia iconografia. Voglio l’opportunità di svelare un’altra parte di me… Sono stanca di fare la guest star in tv. Meriterei di più”.
Ora vorrebbe un figlio (“Glielo dico sinceramente: voglio avere un figlio e lo avrò. Ma non vorrei farlo da sola”) e l’amore: “Conosco l’amore della famiglia. Conosco l’amicizia e la sua profondità. Ma l’amore… L’amore vero, quello con una persona con cui sentirsi complice e alleata, no, non credo di averlo mai provato. Ma lo aspetto”.

Carlo Conti: “Io cresciuto senza padre. Ma l’ho capito solo giocando con Pieraccioni”

«Il mio primo ricordo? Vorrei fosse mio padre, ma lui morì quando avevo 18 mesi e di lui non ricordo nulla. Mia madre, però, fu una donna forte in grado di farmi anche da padre. Per lui aveva speso un sacco di soldi in cure sperimentalie inutili, avrebbe potuto gettarsi dalla finestra con me in braccio». Così Carlo Conti, che ha raccontato la sua vita in un’intervista profonda e commovente al Corriere della Sera.

conti16_2272817_301436Il popolare conduttore televisivo ha parlato così della sua infanzia e della forza di sua madre: «All’improvviso lei, che lavorava come ostetrica, trovò 500 lire nella cassetta della posta. Disse che era un miracolo di santa Rita. Era una donna credente, come lo sono io. Quando lavorava di notte mi portava a dormire da mia zia, nel quartiere di San Frediano. Ricordo l’alluvione del 1966, il forte odore di fango e cherosene. Poi, quando ero adolescente, tornando a casa mi fece trovare un pacchetto di Muratti e mi disse: ‘Prima che lo facciano i tuoi amici, ti faccio provare a fumare io. Ma sappi che tuo padre, così, è morto’. La prima boccata fu disgustosa, iniziai a tossire e non ho più toccato una sigaretta in vita mia».
Lolette, la mamma di Carlo Conti, non si risposò mai e dedicò tutta la sua vita al figlio. Lui lo sa bene e lo rivendica ancora oggi: «Ripeto, mi fece anche da padre. Mi resi conto di non avere un padre solo a 22 anni, durante una partita di tennis con Leonardo Pieraccioni, il mio migliore amico. Suo padre era lì a incoraggiarlo, io invece mi voltai indietro e realizzai che ero solo, che non avevo una figura simile. Io e Leo ci conosciamo dai tempi dell’adolescenza, quando debuttavamo in radio e ci incrociammo durante un evento in piazza. Io conducevo, lui era uno dei concorrenti e divertì il pubblico imitando Beppe Grillo che attaccava i socialisti». Un rapporto speciale, quello con Pieraccioni: «Siamo entrambi figli unici e ci sentiamo i fratelli che non abbiamo mai avuto».
Decisivo, poi, anche l’incontro con Giorgio Panariello: «Era il 1986, eravamo a Vibo Valentia e lui imitava alla perfezione Renato Zero. Decidemmo di tenerci in contatto e iniziammo a esibirci in locali di tutta la Toscana: Ponte a Egola, Montale, Massa Marittima, Grosseto. Se si pagava ci esibivamo davanti a sette spettatori, se lo spettacolo era gratuito ce ne erano settemila. Ad aprile, invece, ci esibiremo a New York». Fu proprio durante questa gavetta, però, che Carlo Conti fu scoperto da un consigliere d’amministrazione Rai e portato alla ‘Tv dei ragazzi’. Era l’inizio di un personaggio televisivo popolare, che per scegliere questa strada rinunciò al posto fisso in banca: «Lavoravo lì da quattro anni, ma capii di non voler più passare otto ore al giorno a fare ciò che non mi piaceva. Non fu facile dirlo a mia madre, ma lei mi capì».
Parlando di Sanremo, il conduttore ha rivelato: «Dovevo staccare, per questo non ci sarò. Ho ascoltato 3000 canzoni negli ultimi anni, cercando di selezionare le migliori e perdendo il sonno la notte quando magari mi tornava in testa un brano che avevo scartato e pensavo: ‘Non posso escluderlo’. Quando ho ascoltato i brani di Francesco Gabbani sono saltato dalla sedia, ma non pensavo davvero potesse vincere. Sono fiero di lui, come de Il Volo e altri grandi nomi della musica italiana degli ultimi anni, come Ermal Meta e Giovanni Caccamo. Hanno il potenziale, molto dipenderà dalle persone che incontreranno nel loro percorso. Claudio Baglioni farà un grande Festival, non ho dubbi».
Per quanto riguarda la conduzione, Carlo Conti ha spiegato di non avere un modello di riferimento: «Mi ispiro a Pippo Baudo, Mike Bongiorno, Corrado e Enzo Tortora. Se conduco un varietà mi ispiro a Pippo, in un quiz a Mike e se devo fare la spalla ai comici mi sento un po’ come Renzo Arbore. Da bambino usavo un mestolo come microfono e introducevo mio cugino che doveva recitare la poesia di Natale, perché io non la sapevo. Questo è un po’ il ruolo del conduttore: lanciare gli altri e saperli valorizzare. Sono un po’ come un centrocampista che segna poco ma fa girare la squadra».
Il conduttore toscano ha anche parlato dell’Italia che si avvicina alle elezioni politiche: «Renzi è stato un buon sindaco, ma ha perso lo smalto di un tempo anche a causa di troppi nemici interni. Berlusconi invece è un grande imprenditore, che mi chiese perché non andassi a Mediaset. Qualche tempo prima avevo ricevuto un’offerta molto più ricca, ma quel ruolo era vago e indefinito e avevo preferito rimanere in Rai e crescere gradualmente. Oggi non sono tra i più pagati in Rai, ma tra quelli che fanno più guadagnare l’azienda. Non mi espongo politicamente, ho cambiato spesso il mio voto».

Melissa Satta: “Non c’è più intimità. Mi manca andare a cena fuori con mio marito e passeggiare con Maddox”

“Il grande svantaggio è che, nel momento in cui vorresti intimità, non ce l’hai più”.
Melissa Satta, impregnata in tv con “Tika Taka” sottolinea i difetti della popolarità e dell’impossibilità di fare una vita “normale”: “Mi manca poter andare a cena fuori con mio marito – ha spiegato a “Grazia” – “Anche passeggiare al parco con Maddox è complicato.

3442217_1620_melissa_satta_popolaritaLui è piccolo, non sa che cosa vuol dire essere famosi, a volte, quando mi fermano per fare una foto, si spaventa e si mette a piangere. E io, in quel momento, vorrei essere solo “Melissa la mamma”, non il personaggio televisivo”.
Da bimba lei non ha dato ai genitori particolari preoccupazioni (“Forse l’unica preoccupazione che hanno avuto i miei genitori è stato quando ho iniziato a fare i piercing. Su orecchie, ombelico, lingua, ma li ho tolti tutti”) e ora da mamma vive le stesse ansie della sua famiglia: “Da mamma cambia tutto: non puoi più permetterti di essere “piccola”. Hai tante preoccupazioni e ti sembra che il tempo passi velocemente. La cosa più importante è continuare a vedere le cose con equilibrio”.

Antonella Elia, la battuta sul senatore Antonio Razzi: imbarazzo in studio da Fazio

Exploit di Antonella Elia a Che fuori tempo che fa: la showgirl ha preso di mira il senatore Antonio Razzi. Un paio di battute pronunciate su di lui hanno messo in imbarazzo Fabio Fazio, diventando in breve virali sui social network e fatto il giro della rete. Ecco che cosa ha detto l’ex concorrente di Pechino Express al senatore, in diretta su Rai Uno…

35_20171205103712Che Antonio Razzi sia un personaggio controverso è risaputo. Di lui si ricordano le particolari prese di posizione su argomenti delicati, i rapporti di amicizia con Kim Jong-Un e la Corea del Nord e la scarsa capacità dialettica più volte sfoggiata durante le interviste. Memorabile è diventata anche l’imitazione resa da Maurizio Crozza, che lo ha consacrato all’immaginario collettivo.
Insomma, un personaggio sicuramente ambiguo del nostro panorama politico.
Antonella Elia a Che fuori tempo che fa si scaglia contro il senatore Razzi: ecco cosa gli ha detto
Poteva la Elia trattenersi dal prenderlo un po’ in giro? Ovvio che no, tanto che a sorpresa gli ha posto una domanda talmente semplice e diretta da essere spiazzante:

“Ma lei come ha fatto a diventare senatore?”.
Visibilmente imbarazzato, Fazio ha voluto precisare che Razzi “è stato eletto”, causando una nuova piccata risposta della Elia: “ma da noi?”.
Antonella Elia a Che fuori tempo che fa e le parole contro Razzi: il web esplode
Impeccabile la risposta del senatore, presente in studio per presentare il suo libro: “Io sono stato eletto, non nominato. Sono stato eletto dagli italiani all’estero, con le preferenze. Se un parlamentare viene votato con le preferenze è perché l’ha chiesto il popolo e il popolo ha sempre ragione”.
Al di là delle questioni meramente tecniche, il web è letteralmente esploso alle parole della Elia, diventate subito virali sui social, che sembrano aver eletto l’ex concorrente di Pechino Express a nuova beniamina…

Karina Cascella risponde alle accuse: “Su Cecilia e Ignazio ho detto quello che pensano tutti”

Le dichiarazioni di Karina Cascella su Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser durante Domenica Live hanno scatenato una vera e propria bufera mediatica.
L’opinionista di Barbara D’Urso è stata quella che ha più criticato la neo coppia del Grande Fratello Vip, in modo particolare c’è una frase che non è passata inosservata: “Sono due bestie che non vedevano l’ora di accoppiarsi. Solo gli animali si comportano così. Potevano aspettare” .

Karina-Cascella-furiosa-Mai-parlato-di-bambini-in-arrivo-con-MartinLa cascella si riferisce a Ignazio e Cecicilia che sono finiti a letto insieme pochi giorni dopo il confronto con l’ex della Rodriguez Francesco Monte.
Le parole della Cascella hanno fatto infuriare i familiari di Moser che attraverso l’account Instagram di Ignazio parlando di misure legali.
Ma Karina non si pente minimamente di quello che ha detto e anzi in un lungo sfogo sui social ribadisce la sua posizione
“Allora visto e considerato che mi assumo sempre la responsabilità di ciò che dico e di quello che faccio, di certo stavolta non mi esimerò dal farlo in merito alla puntata andata in onda ieri di Domenica Live. Non lo faccio mai ma stavolta sono costretta dal momento che i diretti interessati pare si siano offesi al punto di minacciare provvedimenti.
Qualora dovessero essere presi questi provvedimenti, beh allora credo che ci sia bisogno di una squadra di avvocati, perché quasi tutto il pubblico pensa e scrive ciò che penso io.
Quindi se si vuole trovare un capro espiatorio bene, ma la verità è che dovrebbero parlarsi in casa loro e non prendersela con chi come me esprime un proprio pensiero, con modi più o meno discutibili.Il mio pensiero ieri è stato si espresso con veemenza, ma riportava e descriveva senza aggiungere null’altro di ciò che le immagini trasmesse in tv mostrano. Non ho fatto altro che commentare quello che già di fatto era accaduto e non sto qui a ripetere perché è tutto molto eloquente. Siamo in un paese libero dove per fortuna non conta quanto “famoso” sei o quanti programmi hai nel tuo curriculum, le persone sono libere fortunatamente di esprimere le proprie opinioni e io non ho fatto nulla di più. I messaggi di condivisione che mi sono arrivati e sono migliaia, avvallano il tutto.
Ho esordito dicendo che avevo apprezzato il coraggio di Cecilia quando guarda dentro se stessa e trova la forza di lasciare Francesco e di prendere in mano la sua vita. Se avesse mantenuto una coerenza tra quelle che erano le lacrime di quella sera e ciò che poi avrebbe fatto, credo che avrebbe avuto la stima da parte di tutti gli italiani. Ma così non è stato. E se partecipo ad un talk televisivo e sono chiamata ad esprimere un mio parere, dico poi ciò che penso. Credo anche di aver avuto dei modi netti, decisi, ma sono anche fermamente convinta che bisogna assumersi specie quando si è un personaggio pubblico la responsabilità delle proprie azioni. .Con o senza di me i comportamenti dei diretti interessati parlavano da soli, quindi ripeto che non si cerchi qualcuno che debba scontare qualche colpa, perché di sicuro non sono io. #puntoefine

“Napoletana e p…a”, ‘Le Iene’ fanno incontrare a Raffaella Fico il suo hater

Si arricchiscono di un nuovo capitolo i servizi di Mary Sarnataro che per ‘Le Iene’ fa incontrare i vip e i ‘leoni da tastiera’ che li insultano pesantamente sui social: questa volta è toccato alla showgirl Raffaella Fico.

C_2_articolo_3104937_upiFoto1FDalla love story con Mario Balotelli, passando per la maternità con la primogenita Pia, avuta proprio dall’attaccante nel dicembre 2012, la 29enne originaria di Cercola è sempre stata un personaggio molto controverso, anche alla luce di alcune dichiarazioni. Da qui agli insulti, però, ce ne passa: Mary Sarnataro ha mostrato a Raffaella una lunga serie di parole pesanti e commenti inquietanti, anche riguardanti la piccola Pia. Tra questi, un particolare risalto è stato dato a quelli, pubblici su Facebook, da parte di Mirko.
Il ragazzo, che oggi ha 25 anni, oltre quattro anni fa scriveva pesanti insulti su Raffaella Fico: «È una p…a, chiede a Balotelli di riconoscere la figlia solo perché lui è ricco, se fosse stato un operaio non l’avrebbe tenuta, non dimentichiamo che è napoletana». Raffaella Fico, dopo aver letto i suoi messaggi, ha spiegato: «Non sono una p…a, con il mio attuale compagno ho avuto solo quattro uomini. Non l’ho mai data per la carriera ma nel tempo ho ricevuto delle avances. E non tollero che certe cose vengano dette a mia figlia».
‘Le Iene’ sono riuscite ad attirare Mirko, grande fan di Vasco Rossi, con l’inganno: gli hanno fatto credere di essere il fortunato fan, tra i 230mila presenti quest’estate al Modena Park, che potrà raccontare l’esperienza in un’intervista in trasmissione. Poi, all’improvviso, da dietro un tavolo spunta Raffaella: l’imbarazzo del ragazzo, che si è scusato e ha spiegato di aver scritto quelle cose tempo fa, quando era un ragazzino, è imperdibile.

Barbie umana a Domenica Live, duecento operazioni per cambiare aspetto: «Perché non fare come me?»

«Voglio chiarire questa cosa. Tutti continuano questo mantra, dicendo che sono come Barbie ma io non ho fatto gli interventi per quello, non mi sento come Barbie. Non sto cercando di somigliare a Barbie o Jessica Rabbit, ho un mio progetto. Il prossimo personaggio che interpreterò sarà Pixee Fox».

3333282_1806_pixee_fox_800 (1)Pixee Fox, soprannominata la Barbie umana, racconta a Domenica Live la sua scelta di sottoporsi a 200 operazioni per cambiare il suo aspetto, fino ad arrivare a farsi rompere le mascelle, cambiare il colore degli occhi e farsi togliere sei costole.
Attaccata da alcuni degli ospiti, non ci sta però ad essere considerata un esempio negativo.
«Cosa c’è di immorale? Perché non dovrei essere un esempio?».

Il look di Carmen Di Pietro fa scuola

A raccogliere l’eredità di Valeria Marini, al Grande Fratello Vip, è stata quest’anno Carmen Di Pietro, che ha rimpiazzato i “baci stellari” con l’ironia e una buona dose di sano trash.
L’arma della verace showgirl potentina è stata la vivace personalità mischiata ad una femminilità esasperata.

C_2_box_44883_upiFoto1FGli strafalcioni in italiano, la fame irrefrenabile, le “sceneggiate” rafforzate dalla mimica facciale, la paradossale mania di porre i reggiseni in freezer (che probabilmente in molte di nascosto hanno provato), la stranezza di dormire con i tacchi: esplosiva, travolgente, Carmen Di Pietro è stato un personaggio colorato, ironico e positivo per questa edizione.
Per quanto riguarda il look, nella Casa Carmen Di Pietro ha indossato vestiti di Eleonora Lastrucci, stilista fiorentina e di Mimmo Tuccillo, di Napoli. Dall’ingresso con un abito di paillettes nere, al bacio a Malgioglio con un vestito floreale e semitrasparente, passando per le pulizie in minidress: tutti outfit iperfemminili, con décolleté enfatizzato e punto vita strizzatissimo, adatti al suo fisico prorompente e al suo portamento. Risate a parte, molte donne italiane potrebbero prendere spunto dai suoi outfit: guardate nella gallery i vestiti del GF Vip (o seguite le sue prossime ospitate in tv).

Demi Rose Mawby, è lei la Kim Kardashian inglese

Di Kim Kardashian ce n’è solo una. Ma a Londra sta mediaticamente crescendo Demi Rose Mawby, modella 22enne pronta a sfidare a suon di curve (e chioma) la sua rivale oltreoceano. Décolleté oltremisura e lato B esagerato hanno conquistato più di cinque milioni di follower ai quali la ragazza regala scatti sempre più provocanti. Tra la vita reale e quella virtuale Demi non disdegna serate mondane in cui sfoggia mise al limite della censura…

C_2_articolo_3100526_upiImageppIn occasione della festa di lancio di una nuova rivista, Demi Rose si è presentata in un locale londinese con un abito nero dalla scollatura provocante sul seno. A unire due lembi di stoffa che coprivano appena i capezzoli c’era solo un anello in metallo. Il resto era solo da ammirare… possibilmente con un certo contegno.
La modella è così, ama provocare e esaltare la sua femminilità con quel pizzico di malizia che mette pepe al suo personaggio. Ribattezzata la Kim Kardashian inglese, Rose vanta già un nutrito numero di seguaci grazie alle sua lunga chioma lucida e corvina e alle curve bombastiche, praticamente identiche a quelle della 36enne regina dei reality americana che però di follower su Instagram ne ha 103 milioni. Piccolo particolare… anche il rapper Tyga, ex fidanzato di Kylie Jenner, non è rimasto indifferente alla silhouette della Mawby…