Francesco Monte, Tapiro d’Oro dopo il “canna-gate”: “Tutto organizzato? Dovevi vincere e tornare con Cecilia

Dopo le accuse di Eva Henger sul consumo di marjuana e l’abbandono dell’Isola dei Famosi per Francesco Monte è in arrivo stasera il Tapiro d’Oro.
Staffelli infatti è andato a consegnare l’ambito premio all’ex tronista che era in compagnia della ex Cecilia Rodriguez, apparentemente per una cena fuori.

3543897_1500_francesco_monte_tapiro_d_oroMonte si è difeso: “Dipende se la storia è vera… Ci sono i legali che stanno facendo il loro lavoro». Quando Valerio Staffelli gli chiede se abbia mai acquistato marijuana, Monte nega (“Certo che non l’ho comprata”) ma non vuole giurare.
Staffelli gli chiede: “Voci di corridoio dicono che il reality era tutto organizzato, che lei avrebbe dovuto vincere l’Isola e poi sarebbe tornato da Cecilia… E guarda caso vi abbiamo appena visti nella stessa via. È vero che era tutto organizzato?”. Monte ha risposto: “No, perché si mette in dubbio tutto il mondo televisivo e tutto lo svolgimento dei programmi”.

Francesco Monte parla dopo il rientro in Italia: “Sono vittima di un ingiustizia: ecco come sono andate le cose”

Francesco Monte ospite a Verissimo racconta la sua versione dei fatti dopo il suo rientro dall’Honduras. Travolto dallo scandalo droga, l’ex tronista ha deciso di tornare in Italia per difendersi legalmente dalle accuse mosse da Eva Henger sul suo conto.
Intervistato da Silvia Toffanin si è detto fermo nelle sue posizioni, continuando a ribadire di non aver fumato marijuana e di essere stato infamato.

Francesco-Monte-e-Silvia-Toffanin-VerissimoRibadisce di preferire di evitare lo scontro diretto in tv con la Henger proprio per questioni legali, ma vuole difendersi dalle ingiuste accuse. Monte durante il programma confessa: «l mio stato d’animo non è dei migliori, non volevo che andasse così perché era un’esperienza che aspettavo di fare da anni. È stato un attacco personale nei miei confronti. Io ho la coscienza a posto. Nego tutto e confermo quello che ho scritto nel comunicato che ho pubblicato sui miei social. Mi sento sicuramente vittima di un’ingiustizia. Credo nella giustizia e non ho paura. La giustizia farà il suo corso».

Riguardo le immagini messe in onda da Striscia la Notizia in cui fuma quello che sembra essere uno spinello chiarisce: «Io fumo il tabacco per cui ‘rollo’ le sigarette ed è quello, niente di più e niente di meno. Poi è normale che una persona che vede questa foto può scambiarla per un’altra cosa».

Ospite a Verissimo, anche se in un altro spazio, anche Eva Henger che, come Monte, ribadisce le sue posizioni: «Dire la verità, può essere con una tempistica sbagliata, non è un reato. Fumare canne e mettere in pericolo le altre persone lo è».

Trump, un’altra pornostar: “Pagò 10mila dollari per Jessica Drake. Era già sposato con Melania”

La pornostar Jessica Drake avrebbe firmato un accordo che le vieta di raccontare il suo incontro con Donald Trump, che l’avrebbe baciata contro la sua volontà e le avrebbe offerto 10 mila dollari per un appuntamento nell’ottobre 2006, quando il tycoon era già sposato con Melania Trump ed aveva da poco avuto il figlio Barron. Lo riporta il Daily Beast, spiegando come insieme alla Drake ci sarebbero state altre due donne.

femer-75Sempre all’ottobre 2006 risale l’episodio raccontato dal Wall Street Journal secondo cui l’avvocato di Trump, Michael Cohen, avrebbe pagato 130 mila dollari per pagare il silenzio dell’ex pornostar Stephanie Clifford, in arte Stormy Daniels, incontrata come la Drake in un hotel dopo un evento sui campi da golf di una località tra la California e il Nevada. Con la Clifford il tycoon – secondo quanto scrive il Wsj – avrebbe avuto un rapporto sessuale.
Un’altra attrice, Alana Evans, ha raccontato inoltre al Daily Beast che Trump e la Clifford la invitarono a partecipare al loro incontro nell’hotel. L’ex stratega della Casa Bianca Steve Bannon nel libro ‘Fire and Fury’ racconta come i legali di Trump ottennero a suon di dollari il silenzio di almeno cento donne durante la campagna elettorale del 2016.

«Trump pagò 130mila dollari la pornostar Stormy Daniels», ecco chi è Stephanie Clifford

Donald Trump di nuovo nella bufera. Secondo il Wall Street Journal, Michael Cohen, il capo dei legali della Trump Organization a ottobre del 2016 (un mese prima delle elezioni) avrebbe comprato per 130mila dollari il silenzio della pornostar Stephanie Clifford, in arte Stormy Daniels, per un presunto incontro con il presidente Usa avvenuto nel 2006 a un torneo di golf. Un anno dopo il matrimonio fra Trump e la terza e attuale moglie, Melania.

Donald-Trump-Donald-Trump-Stormy-Daniels-Trump-Stephanie-Clifford-Donald-Trump-porn-star-Donald-Trump-Melania-Trump-904101La Casa Bianca ha smentito immediatamente i fatti, intanto però il caso è esploso. Ma chi è Stormy Daniels?
Stephanie Clifford, in arte Stormy Daniels, nata a Baton Rouge in Lousiana nel 1979, è una pornostar statunitense. Per la scelta del nome d’arte, l’attrice hard avrebbe preso spunto dalla sua band hard rock preferita, Mötley Crüe, il cui chitarrista Mick Mars ha chiamato la figlia proprio Stormy.
In passato, la sexy bionda è salita più volte alla ribalta delle cronache. Nel 2006 i media avrebbero parlato di lei (già nota per l’attività cinematografica hard) per la sua decisione di candidarsi in Louisiana. La decisione sarebbe nata in seguito allo scandalo che avrebbe coinvolto un senatore repubblicano della Louisiana, esponente della destra cristiana, sposato e con figli, che frequentava prostitute a New Orleans e a Washington.
Non è tutto. I media avrebbero parlato della pornostar anche per fatti poco lusingheri. Come riporta il sito laRepubblica, in passato Stormy sarebbe stata arrestata per violenze domestiche contro il marito. La donna lo avrebbe picchiato in volto per una questione di bollette non pagate, mentre l’uomo tentava di uscire dall’abitazione. Oltre all’arresto, la pornostar avrebbe dovuto pagare anche una multa di mille dollari.