“Terremoto, karma per l’amatriciana”, l’ex gieffina Daniela Martani querela chi la insulta sul web

L’ex concorrente del Grande Fratello, ex hostess e ‘pasionaria’ di Alitalia, Daniela Martani, ha annunciato di aver querelato 21 persone che, dopo il 24 agosto scorso, l’avevano insultata pesantemente su Facebook dopo un suo commento piuttosto discutibile sul terremoto che quella notte aveva distrutto Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto.

2507976_1655_18882259_10207638445993979_866949030597718877_n_1_

La Martani, che è vegana, aveva chiesto a commento di un post, «Ma è stata inventata ad Amatrice la famosa amatriciana?» e davanti alla risposta affermativa aveva replicato «E vabbè, ma allora è karma». Una dichiarazione che ha scatenato decine di commenti con insulti. Martani aveva poi spiegato che qualcuno aveva utilizzato a sua insaputa il profilo Facebook.
«Avvedutasi dell’accaduto denunciava alle autorità competenti l’utilizzo illecito del proprio account» scrive il tribunale di Roma che ha citato in giudizio per diffamazione nei confronti dell’ex concorrente del Grande Fratello le 21 persone che dovranno comparire in aula il prossimo 16 novembre.
Per il legale di Daniela Martani, l’avvocato Carlo Prisco, «l’assistita ha patito un danno patrimoniale derivato dall’impossibilità di lavorare come in effetti faceva, ciò senza tacere gli incarichi televisivi non venuti a maturazione per il semplice crollo della sua popolarità». L’ex concorrente del Grande Fratello ha chiesto un risarcimento di 28mila euro a testa per ogni persona che l’ha insultata in rete. Citati utenti di Brescia, Roma, Verona, Foggia, Foligno, Viareggio, Bari, Rieti, Imola e Vigevano.

Selvaggia Lucarelli contro le nuove divise di Alitalia: “Le calze verdi solo se ti vesti da cespuglio”

Le nuove divise delle hostess di Alitalia hanno fatto letteralmente scalpore e dal giorno della loro presentazione non si fa che parlare degli abiti rossi con i dettagli verdi del personale della compagnia aerea.

13417418_10153694601995983_898325089879172108_n

Tra le voci del coro spunta anche quella di Selvaggia Lucarelli a cui non è sfuggito un particolare: le calze delle divise. «L’ultima (e la prima volta) che ho indossato i collant verdi ero alla recita scolastica e facevo il cespuglio parlante. Molta solidarietà alle hostess di Alitalia, davvero».  A tal riguarso, sui social, sono molte le donne ad aver espresso la loro “solidarietà” alle hostess, perché se il vestito è sembrato a molte discutibile, ma comunque accettabile, le calze e le scarpe verdi non le ha “perdonate” nessuno.  Il dissenso di Selvaggia è stato sostenuto da altre persone, come dimostrano i commenti sotto il post che sembrano condividere le sue parole e che continuano a ironizzare sulle divise paragonando le sfortunate hosetss a elfi e alberi. C’è chi però ha difeso le chiacchierate calze verdi, definendole anche trendy.