Milton Morales arrestato a Miami. Il ballerino: “Sognavo di fare l’attore, ora sono ai servizi sociali”

Era in America per provare a fare l’attore, ma la ricerca del successo non ha dato buoni frutti per Milton Morales.
Il ballerino cubano diventato famoso in Italia con “Buona domenica” e “La fattoria” infatti è stato arrestato a Miami con l’accusa di essersi spacciato per poliziotto: “Nel traffico, supero un’auto – ha raccontato a “DiPiù” – che sbanda e che per poco non mi viene addosso. Guardo e vedo una poliziotta che parla al telefonino, le urlo che non si parla mentre si guida. Lei mi ordina di fermarmi e poi mi dice: ”Ma pensa di essere un poliziotto?”.

Milton-Morales-arrestatoPoi chiama i rinforzi e vengo arrestato per essermi spacciato per un poliziotto. Cosa che non ho fatto. La poliziotta ha scritto nella denuncia che lei ha mostrato un distintivo falso e che le ha urlato: “Polizia, affianchi!”…”.
Lui nega le accuse (“Non è mai successo, ma è quello che lei ha detto ai suoi colleghi appena sono arrivati. Il distintivo che ha visto è il mio distintivo di guardia giurata: era sul cruscotto dell’auto”), e soprattutto la poliziotta non era in borghese, come invece è stato scritto: “Era in divisa, gliela assicuro. In ogni caso è risultato che io ero in torto: quella poliziotta mi ha fregato. C’erano dieci poliziotti per arrestarmi: pareva che stessero arrestando un criminale, ma ero solo io, Milton Morales”.
Ha evitato conseguenze con l’affidamento ai servizi sociali (“Ho evitato il processo lavorando in una mensa dei poveri”) e ora ha deciso che tornerà sui suoi passi: “Tornerò in Italia per cercare riscatto”.

Kim Kardashian, ecco i dubbi sulla rapina e il nuovo profilo

Ridimensionare le uscite pubbliche e mostrarsi con meno ostentazione sui social. Questi i buoni propositi di Kim Kardashian dopo la rapina di cui è stata vittima a Parigi. E mentre gli amici cercano di starle accanto per rincuorarla, si moltiplicano i dubbi sul furto. Troppe cose non quadrano. Che sia stata una mossa pubblicitaria o una truffa all’assicurazione?

C_2_fotogallery_3005371_6_image

I DEBITI DI KANYE WEST E IL FALLIMENTO DELLA GUARDIA DEL CORPO
Il rapper, marito della socialite, avrebbe 53 milioni di debiti: il furto sarebbe un modo per recuperare soldi dall’assicurazione? Del resto che la Kardashian abbia aperto la porta di notte a degli sconosciuti sembra parecchio strano. E che si trovasse sola lontana dalla sua guardia del corpo, lo è altrettanto. E proprio la guardia del corpo qualche mese fa avrebbe dichiarato il fallimento della sua agenzia di sicurezza per debiti milionari. Un buco nero nell’economia dell’azienda che si occupa della sicurezza di diversi vip e una falla ingiustificata la sua presenza in discoteca nella notte della rapina.

DAL 23 OTTOBRE TORNA IL REALITY DEI KARDASHIAN
Tra poche settimane tornerà in onda sugli schermi tv lo show che vede protagonista la famiglia di Kim. La rapina e la pubblicità intorno all’evento di cronaca potrebbe essere una perfetta mossa di marketing per accrescere l’interesse verso il programma. Del resto come tanti follower hanno scritto che motivo aveva di Kim di portarsi tutti quei gioielli senza alcun tipo di misura di sicurezza?

SILENZIO SOCIAL… MA QUANTO DURERA’?
Dopo la rapina parigina, Kia Kardashian è tornata a New York e non ha più postato scatti sul suo profilo social. Le è stato consigliato di ridimensionare i post per non mostrare sempre dove si trova e di non ostentare le sue ricchezze (il brillocco milionario era sempre in bella vista su Instagram): ma riuscirà la socialite a tenere a freno la sua smania di esibizionismo?