Barbara D’Urso attrice: ecco il film Disney in cui la vedremo protagonista

Barbara D’Urso si è stancata del suo ruolo di conduttrice? A gennaio vedremo la presentatrice napoletana nelle vesti di attrice per un nuovo film della Walt Disney. A svelarlo è stata proprio Carmelita in un’intervista a Tv Sorrisi e Canzoni. Con lei ci sarà anche Fabio Rovazzi. Ma di che film si tratta e che ruolo interpreterà la padrona di casa di Pomeriggio 5? Ecco tutti i dettagli.
Ebbene sì, la conduttrice delle reti Mediaset è pronta ad approdare sul grande schermo. Il personaggio che interpreterà è una donna energica e divertente che ha qualcosa in comune con il carattere di Carmelita. Ma di che film si tratta e quando arriverà nelle sale? Qualche dettaglio è già venuto alla luce.

8018fa0edea6302d32f415a678eae356Barbara D’Urso in un film Disney: i dettagli
Il film in cui vedremo Barbara D’Urso si intitola Il Vegetale ed è diretto da Gennaro Nunziante, regista noto per i film di Checco Zalone. La pellicola prodotta da Walt Disney vedrà nel cast anche Fabio Rovazzi. Barbara D’Urso dunque non sarà la sola a doversi calare in vesti inconsuete.

A parlare della sua partecipazione al film di Nunziante è stata la stessa Barbara D’Urso in una lunga intervista a Tv Sorrisi e Canzoni. Dopo aver parlato del suo Natale napoletano, infatti, la conduttrice di Pomeriggio 5 ha dichiarato:

“Sto progettando un nuovo programma in prima serata e a gennaio comparirò al cinema nel film con Rovazzi diretto da Gennaro Nunziante, regista di Checco Zalone. Si tratta di un film Disney, una cosa molto divertente”.

Non ci resta che attendere gennaio, dunque, per vedere Barbara D’Urso in un film Disney. Senz’altro, però, nei prossimi giorni, verranno alla luce nuovi dettagli (trama, cast, durata, etc.) de Il Vegetale, la pellicola di Gennaro Nunziante in cui potremmo assistere alla strana accoppiata D’Urso-Rovazzi. Qualcosa ci dice che non dobbiamo aspettarci il solito film targato Walt Disney, insomma, ma un progetto assolutamente nuovo.

Anna Mazzamauro: “Picchiata sul set, sono stata zitta per paura”

Anche Anna Mazzamauro ha subito una violenza sul set. A raccontarlo è la stessa attrice che sulle pagine del Messaggero parla di quando è stata picchiata ed è stata zitta per paura. Era sul set di Poveri ma ricchi del regista Fausto Brizzi. In seguito a quell’episodio ha riportato danni a un orecchio.

700394c5460EDNmainAnna_Mazzamauro“Quando ho subito una violenza, meglio dire quando sono stata picchiata sul set, sono stata zitta. Per paura. Capisco il terrore che una donna può provare” dice l’attrice. E’ accaduto “poco più di un anno fa – racconta in un’intervista al Messaggero – Ero sul set di Poveri ma ricchi. Stavamo girando e io sarei dovuta entrare in scena mentre gli altri erano tutti insieme ad esultare. Chiesi a Brizzi quale sarebbe stato il mio momento. Mi rispose che, stando dietro la porta, l’avrei capito da sola. Così, tranquillamente mi misi ad aspettare”.
“Una volta entrata in scena ho detto la mia battuta – prosegue l’attrice – Si è sovrapposta a quella di un attore. Che, senza dire nulla, mi ha strattonata e picchiata sull’orecchio. Mi è stato lacerato il menisco dell’orecchio e, da allora, quando sono in casa e non devo recitare sono costretta a portare il bite, una sorta di apparecchio in bocca”.
“Brizzi mi è stato molto vicino. I rappresentati della produzione mi hanno pregato di non far uscire la notizia per non danneggiare il film. Ero umiliata e triste. Sono andata all’ospedale. Mi è stato chiesto dal medico e dall’agente di denunciare ma ho preferito tacere – racconta la Mazzamauro – E la stessa produzione che, adesso, si erge a moralista nei confronti di un autore al quale legalmente non è stato riconosciuto alcun peccato. Quando sono stata picchiata e ho mandato una civilissima ed educatissima lettera per mettere la produzione al corrente di quello che era accaduto non ho ricevuto neppure una telefonata”.
“È stato difficile tornare sul set e lavorare con quell’attore con il quale non ho più scambiato una parola. Ho sempre pianto durante le riprese” ha detto e sulle accuse al regista ha aggiunto: “Sto dalla parte del signor Brizzi”, “perché un processo non c’è stato e le accuse sono finite in un silenzio assordante”.

Salma Hayek choc: “Weinstein era il mio mostro, minacciò di uccidermi”

Nuove, pesanti accuse nei confronti di Harvey Weinstein, il potente produttore di Hollywood che, a distanza di anni, si è ritrovato accusato da decine di donne, molte delle quali attrici famose a livello mondiale. Una di queste è Salma Hayek, che si racconta in un editoriale sul New York Times: «Era un appassionato di cinema, un padre amorevole e un mostro. Per anni è stato il mio mostro».

3428148_1353_weinstein_salma_hayekL’attrice messicana, che oggi ha 51 anni, spiega di aver rifiutato una serie di avances indesiderate quando hanno lavorato insieme nel 2002 per il film Frida. «Non faceva per me fare la doccia con lui, o lasciare che guardasse mentre io facevo la doccia, oppure permettergli di farmi un massaggio o praticarmi sesso orale», ha affermato Hayek. Ma racconta anche che Weinstein avrebbe minacciato di ucciderla dopo uno dei suoi rifiuti, e l’ha insultata verbalmente sul set.
Una volta iniziate le riprese, dice che le molestie sessuali si sono interrotte, ma la rabbia è aumentata e le richieste sono continuate: «Mi avrebbe permesso di finire il film se accettavo di girare una scena di sesso con un’altra donna, e ha chiesto nudità frontale completa». Hayek ha ceduto alla richiesta, ma dice che ha fatto molta fatica a filmare la scena: «Ho iniziato a tremare e a piangere. Non perché ero nuda con un’altra donna, ma perché ero nuda con lei per Harvey Weinstein…». «Mi sono nascosta dalla responsabilità di parlare con la scusa che c’erano già tante persone a far luce sul mio mostro», aggiunge : «In realtà, stavo cercando di evitare la sfida di spiegare tante cose ai miei cari».

Cecilia e Ignazio, promesse d’amore e baci

Cecilia e Ignazio sono la coppia più chiacchierata di questa edizione de Grande Fratello Vip. Tra scandali e momenti di gelosia, l’amore tra i due sembra andare a gonfie vele, entrambi sono al televoto e quindi potrebbero dividersi per un po’.

3379053_2204_cecilia_ignazio_2 (1)Per questo Ilary Blasi ha voluto fare loro una sorpresa facendo rivivere loro il film del loro amore.
Se la cosa non vi sembra nuova è perchè l’idea è molto simile, per non dire presa in prestito da Barbara D’Urso e il suo “film emozionale”.
Al termine del video Cecilia ribadisce il suo amore per Ignazio e la sua voglia di chiarire con una volta fuori con Francesco Monte, e prima di salutare Ilary e rientrare nella Casa si baciano appassionatamente.

Nancy Brilli a Porta a Porta: “Quel produttore ha il ca… più ciucciato d’Italia”

A Porta a Porta si parla ancora di molestie nel mondo del cinema e questa volta a rincarare la dose è Nancy Brilli: l’ospite di Bruno Vespa ha sconvolto tutti con le sue dichiarazioni e senza peli sulla lingua ha rivelato un episodio sconcertante con un produttore cinematografico che ha messo in imbarazzo lo studio.

3370519_8_20171116082741 (1)“Un produttore – dice Nancy Brilli – mi mandò un tizio che non avevo mai visto, mi fece venire a prendere e mi disse: ‘Guarda che questo produttore è molto interessato a te, trova che tu possa avere un grandissimo futuro nel cinema’. Ero sposata, glielo dissi, stavo girando un film importante. Ero molto imbarazzata, stavo andando a lavorare e mi sembrava tutto strano. Questo tizio si girò molto aggressivo verbalmente, non mi ha sfiorata, e mi disse: ‘Guarda che questo produttore ha il cazzo più ciucciato d’Italia’. Non mi ha stuprata, però, mi sono irrigidita perché stavo girando un film di cui la produzione era la sua, sta di fatto che poi non ho mai più lavorato con questa produzione”.
Dopo questo forte racconto, Nancy Brilli, senza fare nomi e nel silenzio più totale dello studio, ammette anche di aver ricevuto delle molestie da parte di registi, ma in meno quantità rispetto a quelle ricevute dai produttori.

Alicia Vikander e Cara Delevingne, modelle “bollenti” in “Tulip Fever”

Alicia Vikander e Cara Delevingne in alcune scene bollenti di “Tulip Fever”, film storico diretto da Justin Chadwick. La Vikander interpreta una donna sposata che intreccia una relazione con un pittore incaricato di realizzare un suo ritratto.

C_2_fotogallery_3084033_3_imageAlicia Vikander interpreta Sophia, l’infelice moglie del ricco mercante Cornelis Sandvoort (Christoph Waltz). Nel tentativo di risollevarle l’umore, l’uomo commissiona a un pittore di nome Jan un dipinto della consorte. L’artista accetta il compito con entusiasmo, colpito dall’avvenenza della donna e dai suoi lineamenti perfetti.
Ad attirare la gente al cinema sarà sicuramente anche il cast stellare: oltre ai protagonisti e al Premio Oscar Waltz, tra gli attori troveremo anche Holliday Grainger, Jack O’Connell, Zach Galifianakis, Judi Dench, Matthew Morrison, Tom Hollander, Cara Delevingne e David Harewood.

Miriana Trevisan, accuse di molestie al marito di Eva Henger. L’ex pornostar risponde così

«Sconcertanti sono le dichiarazioni della signora Trevisan in relazione ai lavori fatti per il film ‘Bastardi’». A dirlo è l’avvocato Michele Cianci, di Barletta (Bat), che rappresenta la produzione di quella pellicola, e cioè la vedova di Nicolino Matera, Luciana Conti.

eva-henger-smentisce-miriana-trevisanIl film fu girato in Puglia, a Trani, nel 2006 e le dichiarazioni a cui si riferisce Cianci, sono quelle dell’attrice Miriana Trevisan la quale, nei giorni scorsi, in un’intervista a ‘Vanity fair’, ha accusato il produttore esecutivo di quel film, Massimiliano Caroletti, di averla molestata durante le riprese e, al suo diniego, di avere ridimensionato il suo ruolo, da coprotagonista a sordomuta con poche scene. La showgirl napoletana ha accusato di molestie anche il regista Giuseppe Tornatore».
«La signora Trevisan – spiega l’avv.Cianci – non ha fatto alcun provino con il signor Caroletti, in quanto lo stesso non aveva alcun potere nel decidere i ruoli del film, potere attribuito esclusivamente al regista e al produttore Nicolino Matera». Il legale spiega che l’attrice fu scelta in quel ruolo, di sordomuta, perché le era consono e che non fu Caroletti a deciderlo. Chiarisce, inoltre, che sottoscrivendo il contratto, Trevisan sapeva e aveva accettato il suo ruolo senza essere costretta da alcuno.
La pellicola, girata con l’intento di riprendere il genere cinematografico degli anni Settanta in versione pulp, diretto da Federico Del Zoppo e Andrés Arce Maldonado, aveva nel cast attori quali Franco Nero, Barbara Bouchet, Don Johnson, lo stesso Caroletti e la sua futura moglie, l’ex pornostar Eva Henger, oltre a Enrico Montesano, Giancarlo Giannini e altri. «Si immagini – sottolinea Cianci – se la signora Trevisan, che aveva recitato solo in due film (»La nipote di Barbablù« e »Film D«), poteva non accettare un qualunque ruolo nel film ‘Bastardì».
Sulle presunte avances di Caroletti, poi, l’avvocato riferisce che «era troppo preso dall’amore per la Henger, tanto che spesso Matera lo rimproverava». Durante le riprese, inoltre, ci furono i festeggiamenti per la promessa di nozze degli attuali coniugi Caroletti – Henger. «Conoscendo la signora Henger – aggiunge Cianci – non le sarebbe sfuggito un tentativo di tradimento del promesso sposo». «Fatte queste precisazioni – conclude – invito e diffido la signora Trevisan a parlare in modo diffamatorio di uno dei ‘suoì tre film, riservandomi di promuovere azione a tutela dei sacrifici fatti da Nicolino Matera e dalla signora Luciana Conti, anch’ella sempre presente sul set di ‘Bastardì».

Sabrina Ferilli: candida, ma non troppo

E’ proprio vero che l’abito a volte non fa il monaco. Lo dimostra chiaramente Sabrina Ferilli che si è presentata sul red carpet della Festa del Cinema di Roma indossando un abito in netto contrasto con il ruolo che ha interpretato nel film The Place.

C_2_box_46807_upiFoto1FCapelli lungi sciolti, sorridente e solare, Sabrina Ferilli ha scelto un outfit total white firmato Ermanno Scervino. Il candore del delicato vestito in pizzo, con inserti di georgette contribuisce a donarle un’aurea di positività. Peccato che il suo ruolo nel film sia assolutamente l’opposto! In The place, l’ultima fatica cinematografica di Paolo Genovese, l’attrice romana interpreta infatti una cameriera una sempre triste e angosciata, figura centrale della caffetteria, il “posto” in cui si svolge il film.

Melanie Griffith si mostra in pubblico e si pente: “Non mi riconosco più…”

Melanie Griffith, a 60 anni compiuti, si pente dei “ritocchini” fatti al volto per ingannare i segni del tempo. Sono trascorsi quasi trent’anni da film come “Una donna in carriera” e i lineamenti dell’attrice sembra siano stati sconvolti dalla chirurgia estetica.

LAPR0069-kdPG-U43300780892252dIE-656x492@Corriere-Web-NazionaleAl gala benefico della fondazione di Eva Longoria a Los Angeles è apparsa irriconoscibile, come d’altronde avevano già sottolineato in passato i media di mezzo mondo. Anche Melanie aveva confessato di voler ritornare al “prima” del bisturi perché non riusciva a riconoscersi.

Federica Moro, guarda la ex Miss Italia a Formentera

C_2_fotogallery_3083072_upiFoto1FA soli 17 anni vinse il titolo di Miss Italia, ma divenne famosa negli anni Ottanta con la sua partecipazione al film “Segni particolari bellissimo” con Adriano Celentano e negli anni Novanta per i suoi ruoli tv, tra cui il telefilm College. Oggi di anni ne ha 52, ma il fisico è sempre al top. Ecco Federica Moro in vacanza a Formentera.