Tina Cipollari si separa, l’ex marito Chicco Nalli: “Sarà sempre la donna più importante della mia vita”

L’amore fra Chicco (Kikò) Nalli e Tina Cipollari è giunto al capolinea dopo 13 anni di matrimonio e l’hair-stylist, raggiunto telefonicamente da Alex Achille di Radiochat.it, ha voluto precisare che la separazione è stata consensuale e la scelta ponderata e presa in piena tranquillità: ”Da un po’ di tempo le cose non andavano come dovevano ma abbiamo provato a resistere per amore dei nostri figli, poi da persone adulte e in piena serenità, avendo ponderato le varie ipotesi, abbiamo deciso di separarci.

tina-dailyAl momento siamo separati in casa e fortunatamente posso ancora stare vicino ai miei tre figli: Mattias di 14 anni, Francesco di 11 e Gianluca di 10 che pur non accettando di buon grado la decisione dei genitori, hanno finito per comprenderla”.
“Per quel che mi riguarda – continua – è un momento molto particolare e cerco di distrarmi concentrandomi sul mio lavoro che fortunatamente va a gonfie vele, colgo l’occasione di ringraziare tutti coloro che mi seguono sui social che mi stanno inondando di messaggi di solidarietà, tanti messaggi anche dall’estero, soprattutto dalla Spagna dove mi chiedono anche se parteciperò a Supervivientes, aggiungendo che vorrebbero vedere una persona come loro, semplice e lavoratrice, alle prese con le difficoltà di sopravvivere su un isola deserta”.

“Per il momento – conclude – non posso svelarvi nulla se non che forse, partecipare all’edizione spagnola dell’isola, sarebbe per me, mai come in questo momento, un modo per riflettere sull’accaduto e come detto in passato per ritrovare me stesso”. Alla domanda del conduttore di Radiochat.it riguardo i rapporti futuri con la ex moglie, Nalli ha aggiunto:” A prescindere di come sono andate le cose, Tina l’adoro e sarà sempre la donna più importante della mia vita”.

Stefano De Martino: “Io e Belen mai più insieme. Santiago? Somiglia a me, ma non diciamolo alla mamma”

Si racconta ai microfoni di Verissimo, Stefano De Martino. Il ballerino è pronto a partire per L’Isola dei Famosi e parla dell’amore per il figlio Santiago: «Io e Belen con lui ci siamo fatti il regalo più grande della nostra vita», racconta, «Sono diventato papà a 23 anni, molto presto, ma sono felice, lo desideravo».

3481813_1818_stefano_demartino_belen_verissimoPoi parla del rapporto che ha con il bambino: «Abbiamo un rapporto pazzesco, quando siamo soli mi sembra di stare con un adutlo. Lui ha capito tutto quello che è successo della separazione, anche perché non gli abbiamo nascosto mai nulla. Il regalo più grande che potete fare ai figli è dire la verità, nascondendo loro rischi che travisino la verità. La cosa più importante è far in modo che capiscano che il rapporto tra genitori e figli non finirà mai». Quando Silvia gli fa notare la somiglianza con il figlio ironizza: «Ma non lo diciamo ad alta voce che la madre si arrabbia».
La Toffanin gli chiede se desidera altri figli: «Almeno dieci», scherza, ma poi aggiunge: «Ho ancora molto davanti a me, sono single e non sono in cerca di nulla, ma spero di avere altri bambini in futuro». Poi parla di Belen dicendo di avere ormai un ottimo rapporto con la madre di suo figlio, ma smentisce la possibilità di una reunion: «Non credo che tornerò con Belen, ma non per essere dissacrante, abbiamo passato entrambi periodi di alti e bassi, abbiamo sofferto per la separazione. Io sono arrivato alla conclusione, e credo anche Belen, che le soluzioni sono in avanti. Mille volte ho provato guardarmi indietro, ma la felicità è sempre nel futuro».

Eva Henger supersexy ricorda così il marito Riccardo Schicchi a 5 anni dalla morte

Una serie di scatti che dimostrano che il tempo, per lei, non sembra passare mai: a 45 anni Eva Henger testimonia sui social di essere sempre più bella. Le foto pubblicate di recente lo indicano chiaramente, anche se in queste ore è il momento del ricordo e del lutto.

eva-henger-supersexy_10193350Cinque anni fa, infatti, moriva suo marito, il produttore Riccardo Schicchi. Eva gli dedica questo pensiero, decisamente commovente: «Sono già passati cinque anni fa, eppure sembra che tu ci sia sempre stato. Non come avrei voluto e come ero abituata, ma ci sei sempre stato, nei miei pensieri, nei miei ragionamenti e nella mia vita. Ci sarai sempre, perché non potrò mai dimenticare nulla di te. Ti voglio tanto bene e grazie di avermi dato splendidi figli che ogni giorno mi ricordano sempre più te. Un giorno ci rivedremo e rideremo di tutte queste lacrime».

Scollata e luccicante, Ilary Blasi vince il GFVip

Chi pensava che Giulia De Lellis avrebbe vinto il Grande Fratello Vip si è dovuto ricredere. Daniele Bossari ha trionfato in finale portando a casa soddisfazioni personali e vittoria professionale.
Volete sapere chi è stata invece la regina della serata conclusiva? Non c’è dubbio Ilary Blasi. La Capitana ha messo a segno uno dei più soddisfacenti gol della propria carriera, dimostrando qualità, ritmo, spigliatezza e seduzione.

C_2_box_49151_upiFoto1FArchiviate le “bambine di Giulia” che all’atto pratico hanno dimostrato di non essere poi così numerose e potenti, sul palco del GF Vip c’è stato posto per i “bambini di Ilary”: Cristian, Chanel e Isabel hanno aperto una busta con scritto “Mamma per noi hai vinto tu!”, regalando un dolce quadretto della amatissima famiglia Totti.
Ma veniamo al look scelto per l’occasione: la tenera mamma Ilary Blasi ha scelto per la finale un outfit sexy e particolare che non è passato inosservato.
L’elegante tailleur Redemption cosparso di paillettes rosse, con dettagli in raso nero e reggiseno a vista è stato protagonista anche di alcune battute della serata.
“Ilary hai dimenticato un bottone allacciato” ha scherzato la Gialappa’s Band riferendosi alla profonda scollatura di Ilary Blasi che mostrava provocatoriamente l’intimo. “Quando torno in studio ti strappo il reggiseno!” ha rincarato piccato Alfonso Signorini dalla vasca in cui stava effettuando la prova con Cristiano Malgioglio.
Lei, spigliata e autoironica, ha sorriso e lasciato fare, ben sapendo che il look è uno degli ingredienti del suo successo. E noi non possiamo che unirci al coro dei suoi figli: “per noi hai vinto tu!”.

Sorpresa per Ilary Blasi, sul palco i figli avuti con Totti : “Mamma per noi hai vinto tu”. Tonon eliminato

Il Grande Fratello Vip ha in serbo sorprese non solo per i concorrenti ma anche per Ilary Blasi.
La splendida presentatrice, al momento del verdetto, si è vista recapitare la busta dell’eliminato – in nomination Raffaello Tonon e Luca Onestini – da tre pagetti speciali i figli : Cristian, 12 anni, Chanel, 10, e la piccola Isabel, nata 1 anno e mezzo fa.

3408308_2225_ilary_blasi_6Nella busta però non c’è l’esito del televoto ma un messaggio speciale “Mamma per noi hai vinto tu”.
La Blasi è molto emozionata ma non perde il controllo e mantiene il suo ruolo, scherza con Alfonso Signorini e con Francesco Totti che guarda sornione dietro le quinte, poi legge il verdetto del pubblico : l’ultimo finalista di questa edizione del Gf Vip è Luca Onestin con il 63% delle preferenze. Raffaello Tonon è eliminato. “Io ho mangiato la mela, sono arrivato fino al torsolo e l’ho gustata tutta. Gli Oneston vanno avanti!” Raffaello stringe forte Luca ed esce definitivamente dalla Casa.
In finale quindi ci sono Aida, Daniele, Giulia, Ivana e Luca.

Alessia Marcuzzi, shopping di Natale in famiglia: “A cena ci saranno gli ex e le compagne”

ROMA – “A Natale siamo tantissimi perché io ho un ottimo rapporto non solo con i padri dei miei figli, ma anche per le loro compagne e i loro genitori”.

3399091_0846_alessia_marcuzzi_shopping_nataleSi avvicina il Natale e come annunciato Alessia Marcuzzi lo festeggerà assieme al marito Paolo Calabresi Marconi, i figli Mia e Tommaso e i rispettivi papà, Francesco Facchinetti e Simone Inzaghi, “scortati” dalle attuale compagne.
In vista dell’evento Alessia è stata fotografata da “Nuovo” proprio col marito e Mia mentre fa acquisti addobbi in un negozio della Capitale. Dopo le feste Alessia è attesa in tv per la nuova edizione dell’Isola dei Famosi Vip.

Francesco Totti papà modello e in casa comanda Chanel

Lui le scarpette le ha appese al chiodo, ma il figlio 12enne è solo ai primi passi sul tappeto verde e da papà, Francesco Totti consiglia a Cristian: “Il rispetto e l’educazione”. In un’intervista al Corriere della Sera l’ex calciatore, nonché marito di Ilary Blasi, dice: “Mi alleno tutti i giorni, se mi lascio andare divento 300 chili… E ai figli chi sta più dietro? Tutti e due. Anche troppo. Non li lasciamo sempre alle tate.

C_2_articolo_3109572_upiImageppLi portiamo a fare sport tutti i giorni”.
A 16 anni ha firmato il suo primo contratto da professionista. E del figlio dice: “Gioca e la gente spera che io vada a vederlo. Lo lascio fare, non gli dico niente. Tra 3 o 4 anni vedrò di che stoffa è fatto veramente”. In casa invece, a comandare è la più piccola, che ha il pieno controllo del telecomando: “Chanel per i cartoni animati. Se devo guardare la partita vado in un’altra stanza perché alla fine ha sempre ragione la donna, anche se in casa i pantaloni li porta l’uomo. In alcune case, almeno. Però, per non discutere…”.
E’ un Totti papà modello quello che racconta nella sua nuova vita. “E’ cambiato tutto: la vita, la testa, il fisico. Prima mi svegliavo presto per allenarmi, adesso c’è una giornata da programmare. Non è stato semplice, volevo godermi i figli, in modo da partire riposato per questo nuovo percorso. Non potevo non restare nel mondo del calcio: per me è tutto, lavorerò sempre qui, ne sono convinto. Posso restare a contatto con l’allenatore e gli altri dirigenti. Io so come trattare i giocatori, conosco i momenti, le dinamiche dello spogliatoio, le parole, gli sguardi. Ci torno, l’unica differenza è che non mi spoglio”.

Mamma scappa con l’amante e abbandona i quattro figli. Il giudice: «Non è più madre»

È sparita facendo perdere le proprie tracce, durante il matrimonio ha intessuto costantemente relazioni extraconiugali e non si è mai interessata dei propri bambini: sono queste le motivazioni con cui i giudici del tribunale per i minori di Salerno (presidente relatore Pasquale Andria, a latere Giancarlo D’Avino e Daniela Grimaldi) hanno revocato la potestà genitoriale ad una 45enne dei picentini, madre di quattro figli di cui tre in tenera età, che ha lasciato i propri bambini scappando con un altro ma continuando ad intascare gli assegni assistenziali destinati dall’Inps ai ragazzi.

3394744_0118_ssssl provvedimento dei giudici accoglie, quindi, il ricorso avanzato dal padre dei ragazzini che aveva chiesto l’affido esclusivo della prole anche in considerazione del fatto che, da quando la moglie è andata via, i bimbi vivono con lui che, senza un lavoro, si arrangia come può per dare da mangiare ai propri figli.
Se il provvedimento emesso dal tribunale per i minori chiude da questo punto di vista la vicenda, la storia non finisce qui. In sede penale la Procura ha infatti aperto un fascicolo a carico della donna ipotizzando le accuse di appropriazione indebita e abbandono di minori.

Noemi, separazione da 6.000 euro: “Ma Berlusconi mi ha tranquillizzata”

Nel rispetto della clausola di riservatezza siglata in calce all’accordo di separazione con il marito Vittorio Romano, a cui intende ugualmente tener fede benché quelle cifre siano ormai di dominio pubblico, Noemi Letizia su un punto vuole fare chiarezza: «Per me non c’è neanche un euro. Tutto quello che Vittorio pagherà ogni mese è solo ed esclusivamente per i nostri due figli».

c676bf23-d0cb-4736-b74e-61a76b1d657e_mediumNiente per lei, Noemi?
«No. Il mio mantenimento non è previsto».

Come mai?
«Sono due le ragioni».

Quali?
«La prima è che pur di chiudere questa storia quanto prima e nella maniera più serena possibile, ho scelto di fare così altrimenti mi avrebbero fatto una guerra senza pari. La seconda è che sono giovane e capace di mantenermi da sola».

Ha già un lavoro?
«Me lo sto inventando».

Di che cosa si tratta?
«Ristorazione. Alla metà di novembre aprirò un locale, Mastri Pizzai, in piazza Bovio, sarà un vero e proprio tempio della pizza napoletana. Lo stesso che a Pasqua inaugurerò anche a Ischia, poi ho già in mente un paio di città del Nord».

Tutto da sola?
«No. Ho dei soci tra cui Antonio Siciliano che è già titolare del ristorante Zi Tore in viale Gramsci e del bar Napoli. Lavoreremo insieme, ci conosciamo da anni. L’ho rincontrato questa estate quando sono andata via da Cortina sapendo che con Vittorio era tutto finito. Antonio mi ha proposto questa avventura e ho accettato».

Lei di che cosa si occuperà?
«Ho disegnato il logo e sto lavorando alla campagna immagine. Poi sarò lì, è chiaro. Farò tutto quello c’è da fare: non posso sbagliare. Da quei locali dipenderà la mia vita futura».

Una domanda è inevitabile: i soldi per finanziare questa operazione dove li ha presi?
«Erano miei. Danaro che nel tempo avevo conservato più un contributo da parte di mio padre che per fortuna continua a sostenermi».

Naturalmente lo sa che già si dice che ad aiutarla è stato Berlusconi?
«Roba da ridere. Lo sport più diffuso, soprattutto in questa città, è quello di parlar male degli altri e fare insinuazioni di basso livello. Mi rendo conto che resto sempre un ottimo argomento anche se ormai sono anni che conduco una vita lontana da quel mondo».

A proposito di «quel mondo»: Berlusconi lo ha sentito?
«Io no. Mio padre sì».

Suo padre ha parlato con il cavaliere?
«Papà ha molto sofferto per questa storia, come è normale che sia per un genitore. Silvio lo ha rassicurato, gli ha detto tranquillo, ci sono passato due volte: sono cose che capitano, vedrai che poi tutto si metterà al meglio».

Più serena anche lei adesso?
«Me ne sto facendo una ragione. Ho capito che quando le cose non vanno meglio dividersi subito piuttosto che essere infelici tutta la vita».

Adesso che ha firmato l’accordo poi anche meglio…
«Di quello ho già detto che non posso parlare».

Lei no, ma Repubblica sì che ha pubblicato le cifre della vostra «consensuale». Nessun commento?
«No. Se non quello che in questi anni chi mi ha accusata di essermi sposata solo per interesse adesso dovrà ricredersi e magari anche chiedermi scusa: per me non c’è un centesimo e nessuno potrà dire il contrario. Senza contare che le cifre di cui si è parlato non sono manco quelle ma – ripeto – purtroppo non posso aggiungere altro».

Allora speriamo che le pizzerie abbiano successo.
«Certo, ci conto davvero, d’altronde le condizioni ci sono tutte. Altrimenti mi inventerò un’altra cosa. Senza lavoro non resto, non potrei più permettermelo».

Diceva che l’inaugurazione del primo locale è in programma alla metà di novembre. Francesca Pascale ci sarà?
«Non credo proprio. Non ci sentiamo da un po’. Ormai frequento un altro ambiente».

Però in occasione del battesimo di suo figlio andaste tutti ad Arcore. Un rapporto, almeno apparentemente, di grande affetto e cordialità tra di voi. Che cosa è cambiato?
«In quella occasione il mio ex marito aveva deciso che voleva scendere in politica e il tramite potevo essere solo io. Così andammo tutti lì. Da allora devo dire che la sua famiglia iniziò a essere molto più gentile con me».

Prima non lo era?
«Lasciamo perdere. Ormai è una storia chiusa, basta: guardo avanti e faccio finta di dimenticare. Quello che posso dirvi però è che presto scriverò un libro, l’ho già in mente e ho anche avuto più di una proposta. Un po’ di cose le racconterò lì».

E la politica? Il suo ex marito poi ci ha ripensato?
«Vittorio parla troppo, gliel’ho sempre detto. E in politica, quando si parla troppo, è facile bruciarsi. Non lo ha mai voluto capire».

Alessia Marcuzzi: “Due figli con due uomini diversi. Ora ne ho sposato un altro, non riesco a placarmi”

ROMA – “Avevo lasciato tutto, anche la tv. Volevo solo sposarmi e fare la mamma. Ero la casalinga perfetta”, Alessia Marcuzzi torna al legame con Simone Inzaghi, da cui è nato il primo figlio Tommaso.

Alessia-Marcuzzi-Poi è arrivata Mia, nata dalla sua unione con Francesco Facchinetti e infine il matrimonio con Paolo Calabresi Marconi: “Ho avuto due figli con due uomini diversi – ha raccontato in un’intervista al Corriere della sera – ora sono sposata con un altro. Non ho fatto come mamma e papà, che si sono fidanzati a 16 anni e sono ancora insieme: un modello che mi piaceva ma non ho saputo replicare. Non riesco a placarmi”.
I figli crescono e il mestiere di mamma si complica: “A Tommaso ho dato il telefonino ma poi lo controllo. Gli ho installato l’app per vedere dove va: una volta ha saltato scuola e l’ho subito beccato. Mi ha detto: se lo facevi tu non ti scoprivano. Ha ragione. È tutto un lavoro di acceleratore e freno”.