Bianca Balti scartata da Victoria’s Secret: “Questa è la mia faccia da non ce l’ho fatta”

Un broncio appena accennato, la camminata che però prosegue spedita: «Questa è la mia espressione da “Non ce l’ho fatta”». Bianca Balti non perde l’ironia davanti al rifiuto di Victoria’s Secret: la supertop italiana non ha passato il rigidissimo casting con il quale ogni anno il popolare brand di lingerie seleziona i nuovi “Angeli” che sfileranno nello show tra ali, pizzi e corsetti. A «giudicare» Ed Razek, temibile senior creative di Victoria’s Secret: tutte (tranne qualche presenza “storica” come Adriana Lima o Alessandra Ambrosio) devono passare la sua severa selezione, famosa per essere una delle più difficili al mondo, e ogni anno solo una sessantina vengono giudicate all’altezza.

cut1377782230615.jpg--Bianca non ce l’ha fatta ma l’ha presa con sportività e ha rivolto – su Instagram – l’in occa al lupo alle ragazze “promosse”. I suoi fan però non sono stati altrettanto temperati e i social sono immediatamente diventati un tripudio di indignazione per il rifiuto alla «classe ed eleganza» di Bianca, (che aveva già sfilato per Victoria’s Secret nel 2001 ndr) e la selezione di ragazze giudicate «molto più anonime». Anche un’altra illustre italiana, Chiara Ferragni, si è degnata di commentare l’annuncio con un «Chi poteva farlo meglio di te?».
In molti hanno tenuto a sottolineare come la sfilata di Victoria’s Secret non brilli più della stessa luce di qualche anno fa e sia ormai ridotta a «un’americanata», un evento «Kardashian style», un «fast food della lingerie». E commenti sull’«innato stile italiano» a parte, è pur vero che la tendenza intimo del momento non è più perfettamente in linea il look da pin up sponsorizzato da VS, così come è vero che le richiestissime Gigi Hadid e Kendall Jenner, che gli anni passati avevano tramortito un po’ tutti a suon di post di eccitazione per essere state scelte, quest’anno non hanno ancora confermato la propria presenza.
Le supertop insomma latitano, ma niente paura: in passerella vedremo di sicuro bellezze come Irina Sharipova, Kate Grigorieva, Blanca Padilla, Georgia Fowler. E se i nomi – per ora – non vi dicono niente, ne riparliamo dopo lo show.

Sputa in faccia al giornalista in diretta tv, poi la reazione che non ti aspetti

Il mestiere dell’inviato può essere molto duro e pericoloso, specialmente se si lavora in zone a rischio. Può succedere un po’ di tutto, ma in teoria, all’interno di una caserma della polizia militare brasiliana, uno dovrebbe sentirsi abbastanza al sicuro.

2088712_sputo (1)

Probabilmente è quello che ha pensato anche questo reporter brasiliano, che durante un collegamento in diretta mostrava alcune persone arrestate dalla polizia essere condotte in cella. Tra questi c’è anche un fermato decisamente facinoroso, che nonostante le manette inizia ad urlare e non gradisce affatto essere ripreso dalle telecamere. Per questo motivo, dopo gli insulti, decide di sputare in faccia al reporter ma, in un solo istante, riceve di tutta risposta un pugno rapido e potente al volto. Per nulla scomposto, l’inviato, un grande professionista, ha ripreso immediatamente dopo a parlare durante il bizzarro collegamento.

Nina Moric contro Valeria Marini: “Entrerei 5 minuti nella Casa per vedere la sua faccia”

Nina Moric senza peli sulla lingua, come ci siamo abituati da qualche tempo a questa parte. La sua ultima ‘vittima’, infatta, è Valeria Marini che, dalla casa del Grande Fratello Vip ha ammesso che la sua esperienza in questo ultimo reality è addirittura più dura rispetto alla sua partecipazione all’Isola dei Famosi. E a rendere ancora più dura la sua permanenza sull’Isola sarebbe stata proprio la Moric.

Nina-Moric-hot-costume-nero-lato-B-Valeria-Marini-hot-lato-B-costume-rosso-Isola-Famosi-2012-15-febbraio-7-1

La modella croata non si è fatta sfuggire l’occasione e ha lanciato una frecciata alla Marini direttametne sui suoi profilo social: “Dicono che le sto simpatica. Entrerei 5 minuti solo per vedere la sua faccia”. Uno scontro duro insomma, in onore dei cari vecchi tempi quando la Moric e la Marini non se le mandavano a dire. Già in passato, infatti, tra le due non correva buon sangue, come ad esempio quando Nina criticò l’abito indossato da Valeriona Nazionale in occasione del red carpet del Festival del Cinema di Venezia.  “Sembra il centrotavola di mia nonna. Il centrotavola di mia nonna con cui Valeria Marini ha completato il suo outfit per il Festival di Venezia l’ha fatta comunque sembrare più elegante delle due smutandate dello scorso weekend. RESPECT FOR VALERIA”, scrisse quella volta Nina Moric.

Belen, torta in faccia a Stefano De Martino: “Quanto godo!”

Piccola vendetta di Belen nei confronti di Stefano De Martino durante la diretta di “Pequenos Gigantes”, su Canale 5. Il momento clou è stato il quiz che aveva come protagonisti il marito e un ballerino, oltre ai bambini.

belen-tira-torta-stefano-pequenos-gigantes-768x350

Alla risposta sbagliata di Stefano, Belen non si è fatta pregare e gli ha scaraventato la torta sul volto, il tutto condito da un commento inequivocabile: “Quanto godo”. La sensazione è che tra i due soffino ancora venti di tempesta. Stefano poco dopo ha commentato al veleno: “E’ stata la cosa più morbida che mi ha tirato”. Per tutta risposta Belen ha pubblicato il video sul proprio profilo Instagram scatenando i commenti dei fan.

Alessandra Amoroso: “Canto quello che sono senza paura e ci metto la faccia”

Alessandra Amoroso ci mette la faccia. Dalla copertina del nuovo album “Vivere a colori” che arriva il 15 gennaio dopo due anni e mezzo di silenzio alle canzoni, scritte per lei tra gli altri da Elisa, Tiziano Ferro e Federico Zampaglione. La cantante si presenta con un sound diverso, perché “volevo fare uscire la mia positività”. E a Tgcom24 spiega: “Canto quello che sono e quello che vivo senza paura, ci metto la faccia”.

C_4_foto_1436724_image

LE COLLABORAZIONI – Un album che ha avuto un periodo di gestazione lunghissimo, quasi tre anni, in cui la Amoroso si è presa il suo tempo. Per riflettere, per crescere, per cambiare. Da una parte ha ritrovato autori come Tiziano Ferro, con “La vita in un anno”, e dall’altra ha “scoperto” nuove contaminazioni, come quelle con Elisa: “Con Ferro c’è un filo conduttore che ci ha permesso di stare uniti, con Elisa (“Comunque andare” e “Vivere a colori”, ndr) sono stati giorni divertenti e belli, perché ho conosciuto una persona molto spiritosa, anche se come è giusto che sia è molto seria e professionale, una macchina da guerra”. Federico Zampaglione le regala invece “Nel tuo disordine”: “Un brano che mi ha riportato alle atmosfere del passato, quelle di Mina e Battisti, quando ancora non ero nata”.

LA MALATTIA – Il disco arriva dopo un periodo non facile, quello dell’intervento alle corde vocali in cui la cantante ha temuto di perdere il suo timbro: “Poi con tanta logopedia e tante lezioni di canto sono tornata come prima. Ho avuto tanta paura ma ho cercato di non farla vedere, ho fatto anche un video per giustificarmi, ed è stato anche criticato perché mi hanno accusata di essere superficiale… Ma è il mio modo per non fare preoccupare la gente. Le mie corde a un certo punto mi hanno ‘rimproverato’, mi hanno chiesto di prendermi cura di loro e adesso lo faccio. Il titolo di quest’album è un invito a guardare il mondo in positivo”.

COPERTINA, TESTI E TOUR – Un cambiamento che si nota già dalla copertina, firmata da Giovanni Gastel, in cui Alessandra appare sensuale. “Sono un po’ maschiaccio e vedermi più donna, un po’ sensuale, mi ha fatto sorridere, perché nella vita sono proprio l’opposto”. Anche il sound, però, è diverso. “Con il tempo si cresce in tutto, si cambia, anche nei suoni. Nell’album sono differenti. Prima mi sentivo comoda nelle ballate ‘con la lacrima andante’, ma ho anche una grande positività che mi sento dentro e che volevo finalmente far uscire fuori con brani che si potessero cantare e ballare. E non è stato facile per me”. Presto partirà anche il nuovo tour, ancora da definire nella sua completezza e che però prenderà il via ufficialmente con due date in anteprima a maggio, il 27 al Palalottomatica di Roma e il 30 al Mediolanum Forum di Milano.

AMICI E SANREMO – Anche se “Vivere a colori” esce in concomitanza con il Festival di Sanremo, la Amoroso è l’unica cantante uscita da un talent a non aver mai partecipato alla Kermesse, se non una volta, come “accompagnatrice”. “Ho promesso a mia mamma che l’avrei portata – spiega – visto che non è mai stata a Sanremo. In futuro mi piacerebbe partecipare come concorrente ma adesso ho bisogno di dedicarmi alla mia grande famiglia, il mio pubblico, al lavoro in mezzo alla mia gente perché non ci stavo da un po’. Il Festival lo guarderò da casa”. E non ha neanche intenzione di fare la coach ad Amici: “Sono ancora molto legata alle vesti della tutina, sento che ho voglia ancora di imparar. Magari quando sarò capace come Elisa con un bel bagaglio magari andrò lì e dirò la mia, ora non sono pronta di insegnare nulla a nessuno perché sento di avere ancora tanto da imparare. Preferisco vederlo dal pubblico, con meno ansie e brufoli in viso”.

LA VITA PRIVATA – Alessandra ha ritrovato il sorriso grazie anche a un nuovo amore, ma la vita privata è top secret: “Sono una che fa fatica a parlare della propria vita privata. Ho scelto di fare la cantante e voglio essere riconosciuta per questo. Per me è un periodo felice e lo voglio urlare, non vedo l’ora di cantare il nuovo album a tutti perché ho la passione per quello che faccio. Sono sempre me stessa quando sono a casa, a Lecce, o in giro per il mondo, sono cretina fuori e dentro, piango fuori e dentro, sono felice di essere così, me l’ha insegnato la mia famiglia”.