Ignazio Moser, dietrofront a Domenica In: no al matrimonio con Cecilia?

“Stiamo vivendo un bel rapporto d’amore ma non ci sono nozze in vista con Cecilia, ogni cosa a suo tempo, è presto. L’anello è stato travisato, sono cose inventate dalla stampa. Era un regalo di Belen alla sorella.

1514372651_5a437e2b20bf9Io le ho regalato il braccialetto di brillanti”.
Così ha parlato con chiarezza Ignazio Moser a Domenica In, ospite di Cristina Parodi, durante la sua intervista. Dunque non sembrano esserci nozze in vista per i due, almeno per quanto rigurada le dichiarazioni ufficiali.
Oggi è una giornata intensa per Ignazio che, dopo la presenza solitaria a Domenica In si trova ora a La7 da Giletti, a Non è l’arena, stavolta in compagnia di Cecilia Rodriguez.

GF Vip, Mariana Rodriguez fa dietrofront: “Nozze col fidanzato Filippo Di Rienzo”

Ultimamente si parla molto di Mariana Rodriguez, già protagonista di Pechino Express e gieffina della prima edizione Vip del Grande Fratello, condotto da Ilary Blasi.
Nella Casa sembrava cedere alle avances di Stefano Bettarini, ma poi si è diffusa la notizia di una sua fuga notturna in auto con Stefano De Martino, ex marito di un’altra Rodriguez, Belen.

mariana-rodriguez-fidanzato-calendario-645 (1)

Mariana però risulta fidanzata (come lei ha confermato durante il reality) e ora sembra voglia convolare a nozze con il suo Filippo: “La showgirl venezuelana Mariana Rodriguez – fa sapere Alberto Dandolo nella sua rubrica “Ah, saperlo…” per Oggi – 25, ha deciso di sposare il suo storico fidanzato Filippo Di Renzo, 29. «Nella casa del GF Vip ho capito che Fily è l’uomo della mia vita e voglio presto formare una famiglia con lui», ha detto Mariana ai suoi amici. Che sia solo una strategia mediatica per garantirsi qualche articolo di giornale in più? Ah, saperlo…”.

“Ho esagerato con il ‘trans’ a Belen. Ma era una giornata no”, Nina Moric fa dietrofront

“Dopo due anni mi ha querelato”. Nina Moric torna sulla lite via social avuta con Belen Rodriguez: “Vuoi sapere la verità? Io non ho niente contro di lei – ha fatto sapere a “TgCom” – E’ una bellissima donna. Devo ammettere che quella volta ho esagerato, non è stato molto civile da parte mia. Era una giornata no e ho scritto quelle robe, io mi sarei fatta una risata, lei se l’è presa.

belen-nina10

Sai quante volte mi dicono di peggio? Ho una lista…”. Paragonarla a un trans è stato eccessivo: “Sì. Ma ci vuole un po’ di sarcasmo, magari fossi una travestita bella come lei… però lo ammetto, quelle parole potevo risparmiarmele”.
Molto si è parlato della sua partecipazione al GF Vip: “Proposte da Mediaset non ne sono mai arrivate. Da un manager sì. Ma ho subito detto no. Magari come opinionista avrei accettato. La voce di Alfonso Signorini non si può sentire. Non potevano prendere Antonio Banderas? Chiudiamo Signorini in una gabbia. Ilary Blasi è brava ed è molto bella, ma credo che sbagli a giudicare i vip dentro la Casa. La gente che è lì comunque merita rispetto, Alessia Marcuzzi è molto più professionale. Non è mai entrata nell’intimo delle persone. Ilary è più ‘burina’…”.

Selvaggia Lucarelli si pente: “Quella frase sul figlio di Belen me la potevo risparmiare”

Attenzione: Selvaggia Lucarelli ha fatto dietrofront e si è pentita di qualcosa che ha detto. Ci stiamo riferendo al rapporto non troppo pacifico che c’è proprio tra la Lucarelli e Belen Rodriguez. Si sarebbe pentita di aver detto alcune cose riferite al figlio di Belen e Stefano De Martino, pronunciate nel 2013: “Se po’ dì che si sono visti bambini più belli e che con una madre così, a Santiago je poteva andà meglio, o per punizione non riuscirò più a prendere sonno perché le gemelline di Shining mi fisseranno ai piedi del letto fino al 2018?

Belen-e-Selvaggia (1)

No perché noi gli vogliamo bene uguale a Santiago, eh”.Adesso, a distanza di 3 anni e dopo moltissime polemiche che hanno infuocato il rapporto tra le due, Selvaggia Lucarelli mostra segni di pentimento all’interno di un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport: “Forse potevo risparmiarmi la frase sul figlio di Belen. Sono anche io una madre e dovevo essere più sensibile”. La Lucarelli ha anche legittimato il suo diritto alla critica: “Io sono libera di usare i toni che voglio, a patto di essere rispettosa, come in effetti sono – ha ammesso -. Essere rompiscatole non legittima ad offendermi come è avvenuto a Gela. Nessuno si è scusato ufficialmente: né il Comune, né la società. Sono una donna, mi espongo e ho un pensiero critico. Mi sono fatta valere in ambienti maschili e maschilisti”.