Cecilia Rodriguez, la chat con Ignazio sui social: “Non siamo fidanzati, non importa se non piaccio alla sua famiglia”.

Prima di partecipare al Grande Fratello Vip, Cecilia Rodriguez era alla continua ricerca di approvazione e ora è così sicura di sé e della sua nuova storia d’amore che afferma di non temere il giudizio della famiglia di Ignazio Moser.

ceci-igna_11181457Intervistata dal settimanale “Nuovo”, la modella argentina ha confessato che se non dovesse piacere ai genitori dell’ex ciclista non se ne farebbe un problema: “Se non dovesse nascere una simpatia? Pazienza! Che ci devo fare? Io avrò una storia con Ignazio, non con la sua famiglia”. L’argentina, poi, ribadisce per l’ennesima volta che lei e Ignazio non sono fidanzati. “Ci stiamo conoscendo nella vita reale – sottolinea -. Quello che ho visto di lui nella Casa del Gf Vip mi è piaciuto moltissimo, ma ora vediamo come funzioniamo nel mondo fuori”.
E sul passato aggiunge: “Le storie cominciano e poi finiscono. Non succede solo a noi Rodriguez. Accade in tutto il mondo: le persone si conoscono, si innamorano, stanno insieme e poi, se non vanno più d’accordo, si lasciano. Nel mio caso, poi, io ho concluso la mia storia con Monte e ne ho cominciata un’altra, non penso di aver sfasciato nessuna famiglia. Di sicuro non ho ammazzato nessuno. Ho avuto il coraggio di affrontare la situazione. Il contesto poteva forse essere sbagliato, ma io ho seguito ciò che diceva il mio cuore. Il mio obiettivo era quello di essere felice”.
Intanto, i due pubblicano i loro momenti privati e di passione. Moser ha anche condiviso sui social newtork una chat su whatsapp. Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez, la chat privata finisce sui social. Lo scambio di battute è più dolce che mai. “Tu sei il mio sogno”, scrive lei. ” Non esiste niente meglio di te”, ribatte lui. E altre carinerie da far impallidire i diabetici. Cecilia è stata salvata sul cellulare di lui come “Cechu Love”.

Diletta Leotta hackerata: “Fu un ragazzino a diffondere online le foto hot”, indaga la Procura per i minori

Indaga ora la Procura per i minorenni di Milano sulla vicenda degli scatti senza veli e di alcuni video hard rubati dal cellulare della giornalista e noto volto di Sky Sport Diletta Leotta e poi diffusi sul web.

dilettaDa quanto si è saputo, infatti, la Procura milanese, che nei mesi scorsi aveva aperto un fascicolo a carico di ignoti con l’ipotesi di reato di accesso abusivo a sistema informatico, ha trasmesso nelle scorse settimane l’inchiesta ai pm minorili competenti per gli accertamenti sulla posizione di un minorenne che avrebbe condiviso inizialmente le immagini on line.
L’inchiesta, che era coordinata dal dipartimento guidato dal pm milanese Alberto Nobili, era scattata dopo la denuncia, presentata dalla presentatrice tv alla Polizia postale, dopo la diffusione su internet, nel settembre dello scorso anno, di una decina di immagini e di alcuni filmati che la ritraevano nuda e che lei conservava nel ‘cloud’, ossia nella memoria virtuale del suo telefonino. Foto e video che in pochissimi minuti avevano fatto il giro del web con l’hashtag #Leotta che aveva scalato le classifiche dei contributi più citati dei social network.

Giuseppe Lama ci ripensa: “Aida Yespica ti perdono. Hai baciato Jeremias ma…”

MILANO – “Purtroppo il bacio con Jeremias Rodriguez c’è stato. Aida, la mia fidanzata, le ha baciato. Ma…”.
Giuseppe Lama, ex fidanzato di Aida Yespica torna su quel bacio fra la fidanzata e Jeremias Rodriguez al Grande fratello Vip che ha messo fine (forse) al loro rapporto: “Avevo finito di lavorare – ha raccontato a “Chi” – Stavo guardando la diretta “live” e mi sono addormentato. Improvvisamente il mio cellulare scoppia: messaggi, telefonate, di tutto. Tutti avevano visto la scena della tenda. Accendo la tv e vedo il suo sguardo.

3382997_1511_giuseppe_lama_parla_di_aida_yespicaEra brilla. Leggevo l’errore nei suoi occhi. Mi ha mancato di rispetto. La gente di riflesso mi ferma per strada e la figura del cornuto non la voglio fare. Ecco la mia reazione”. Giuseppe infatti non è andato in tv e quella sera non ha chiamato in trasmissione: “Non sono come gli altri ex traditi che vanno in tv e fanno “i traditi in tv”. Io lavoro, non è il mio mondo. Con Aida basterà uno sguardo per capire se è finita o no”.
Lui intanto le ha mandato un aereo con dedica d’amore: “Ho visto la sua reazione. Ho capito che la mia “peste” era tornata di nuovo “Aida”. Sembra strano, ma in quattro mesi abbiamo creato un rapporto che forse si crea durante anni e anni. Conosco la sua famiglia, lei la mia. Siamo andati di corsa verso l’amore. E’ stato meraviglioso, chimico, voluto”.

Michelle Hunziker e Aurora Ramazzotti, guarda il siparietto del “Generale” con la figlia

Ironia, libertà, rispetto reciproco e tanto amore. In casa di Michelle Hunziker è un’esplosione di gioia e divertimento. Dopo la dichiarazione di Aurora Ramazzotti “Mia madre è un generale”, Michelle ne ha approfittato per girare un siparietto esilarante sui social che la vede protagonista insieme alla figlia. Il tema? “Grandi manovre in casa del generale Hunziker e la recluta”.

C_2_fotogallery_3083466_5_imageMichelle la Ramazzotti hanno girato un video in cui la conduttrice tv vestita come un generale dell’esercito con una sacca di qualche taglia di più comanda a bacchetta la figlia. Aurora entra dalla porta di casa e appena vede la madre riattacca il cellulare dicendo: “Ti richiamo dopo. Mamma?”. La Hunziker si rivolge alla figlia: “Recluta Aurora Ramazzotti, lei ha dichiarato su tutti i giornali che sua madre è un generale. Glielo faccio vedere io il generale adesso. Ha capito?”. Dopo essersi messa sull’attenti la figlia di Michelle ed Eros risponde: “Sissignore”.
“Non ho capito – insiste il generale Hunziker – Andiamo a ispezionare la sua camera”. “In realtà non abito più qui da due anni, mamma” prosegue Aurora costretta poi a stendersi a terra e a fare dieci flessioni mentre i cagnolini di casa Hunziker-Trussardi osservano stupiti la scenetta. Poi tocca alla pulizia del bagno. La Ramazzotti armata di spazzolino lucida i sanitari, ma Michelle la controlla a vista: “Non basta voglio, vedere splendere questo bidet”. Alla fine Aurora si rivolge alla madre: “Guardiamo un film?”. Lei si scioglie come per incanto e risponde: “Notting Hill?” e insieme si buttano sul divano. Il video in una notte raggiunge il milione di visualizzazioni e i follower scrivono: “Siete uno spettacolo, vi adoro”.

Elisabetta Canalis, shorts e infradito per le commissioni americane

C_2_fotogallery_3082659_7_imageShorts e infradito, cellulare all’orecchio e passo spedito. Elisabetta Canalis, pizzicata all’uscita dal Bristol Farms, mostra un piglio deciso mentre si dirige verso l’auto: gambe nude e unghie smaltate, capelli raccolti, tshirt e shorts casual e borsa in spalla. La giornata americana dell’ex velina corre veloce…

Flavio Briatore con una bionda, Elisabetta Gregoraci fa le valigie

Lui arriva, lei parte. Flavio Briatore sbarca a Olbia con una giovane assistente biondina, poche ore dopo Elisabetta Gregoraci fa i bagagli e si allontana dalla Sardegna. Ufficialmente per motivi di lavoro, ma le valigie – come mostrano le foto del settimanale Chi – sono molto pesanti: starà via a lungo? Non è più solo crisi, ma rottura nella coppia che però si trincera dietro un “no comment”.

C_2_articolo_3088378_upiImageppIl settimanale diretto da Alfonso Signorini ha cercato di ricostruire la vicenda di Briatore e Gregoraci attraverso indiscrezioni, foto, fatti. Dopo mesi di musi lunghi e lontananza, pare chiaro che tra Flavio ed Elisabetta non si riesca a ricucire uno strappo che dura da tempo. Partito – agli occhi dei fan – quando la showgirl ha fatto sparire dal suo profilo social le immagini del marito. Secondo Chi in quel periodo la Gregoraci ha beccato messaggini sul cellulare di Flavio che non le sono piaciuti, scritti da una pierre del Twiga di Montecarlo. Lui aveva garantito che l’avrebbe licenziata, ma così non è stato e la ragazza è stata avvistata più volte al fianco del manager nei suoi locali della movida di lusso.
Anche Briatore pare non abbia gradito i continui viaggi di Elisabetta a Parma. Come testimonial di un’azienda di un “caro amico”, si sarebbe giustificata, senza però ottenere il beneplacito del marito. Lo strappo si è fatto sempre più pesante, tanto che i due non riescono a nasconderlo. In questa estate bollente in cui Briatore ha messo sotto contratto Gianluca Vacchi e con lui ha partecipato a feste e compleanni, la Gregoraci non s’è mai vista. Ora Flavio sbarca a Olbia con una biondina e nelle stesse ore Elisabetta prende il volo.

Milton Morales, l’ex ballerino di “Buona Domenica”, arrestato: ecco cosa ha fatto

Milton Morales è stato un vero sex symbol dei primi anni 2000, ricordato da tutti per le sue esibizioni di ballo a “Buona Domenica” e tronista di “Uomini e Donne” aveva conquistato gran parte del pubblico femminile della tv italiana, fino a scomparire dagli schermi come una meteora.

2544957_1655_picmonkey_collage (1)Oggi però torna a far parlare di lui, purtroppo non per le sue doti artistiche. Il 48enne cubano ha deciso di vivere lontano dai riflettori e dedicarsi alla sua passione per la pittura, ma lo scorso 28 giugno è stato arrestato a Miami. L’ex ballerino, secondo i media americani, si sarebbe spacciato per un poliziotto, esibendo un falso distintivo avrebbe fermato una donna per un controllo peccato che la signora in questione fosse una vera poliziotta che lo ha quindi attestato.
«Non mi sono presentato come un poliziotto. Le ho solo detto di fermarsi perché stava parlando al cellulare ed è pericoloso guidare con il telefono in mano», ha detto Morales per difendersi, ma la vicenda è ancora tutta da chiarire.

“Urlava e si disperava” parla Ferdinando Giordano, ex GF, testimone dell’incidente di Diele

“Si disperava e urlava, incredulo per quello che aveva fatto”. Così l’attore Domenico Diele è apparso a Ferdinando Giordano, ex del Grande Fratello 11, il primo a transitare sul luogo dell’incidente provocato dall’attore che aveva, pochi attimi prima, investito e ucciso la 48enne Ilaria Dilillo. Nella notte tra venerdì e sabato, intorno alle due, Giordano stava rientrando a Salerno insieme con un amico. Alla guida c’era proprio lui quando, a un centinaio di metri dallo svincolo autostradale di Montecorvino Pugliano, ha intravisto un corpo a terra.

diele_giordanoEra quello della signora Dilillo, tamponata mentre viaggiava a bordo del suo scooter dall’attore senese di origini, ma trapiantato da tempo a Roma, in zona per le riprese del film ‘Una vita spericolata’ del regista Marco Ponti. Diele, volto emergente del cinema e della fiction, ha recitato in diverse pellicole, tra cui ‘Acab’, e in numerose serie di successo della tv, come ‘Don Matteo’ e ‘1992’ e ‘1993’. «Mi sono reso conto all’ultimo momento – racconta all’Ansa l’ex gieffino salernitano, noto al pubblico televisivo – che sull’asfalto c’era una persona. Quel tratto di strada non è ben illuminato e la signora era tutta vestita di nero, difficile vederla. Si scorgevano solo le mani e i piedi. Ho frenato bruscamente e ho accostato l’auto. Il mio primo pensiero è stato quello di evitare che le macchine la potessero investire e così segnalavo il pericolo aiutandomi con la torcia del cellulare. Non ho avuto subito il tempo di capire se fosse viva o meno. Dovevo proteggerla dalle auto in corsa. Intanto, sulla carreggiata, c’era questo ragazzo, Domenico, che urlava e si disperava. Non ho riconosciuto chi fosse, in quei momenti pensi ad altro. Vedevo solo che piangeva e diceva quasi tra sé e sé: ‘Cosa ho fatto, ho fatto una cazzata’». Poi, aggiunge ancora Giordano «a me sembrava disperato, diceva qualcosa, pare che si fosse distratto per colpa del cellulare. Dopo pochi minuti è arrivata la Polizia stradale di Eboli che si è attivata immediatamente. Non so se gli agenti fossero stati allertati da qualcuno o se si trovassero a passare di lì. In ogni caso, da quel momento in poi, Diele non ha detto più una parola. Mi sembrava come se fosse non solo sotto choc ma che si stesse iniziando a rendere conto di quello che era realmente accaduto». Subito dopo l’incidente, Diele è stato portato all’ospedale per gli accertamenti di rito ed è risultato positivo sia ai cannabinoidi che agli oppiacei. È anche emerso che Diele non potesse guidare, in quanto la sua patente era stata sospesa per un precedente problema di utilizzo di stupefacenti. «Non era evidente – sottolinea ancora Ferdinando Giordano – che il giovane fosse sotto effetto di sostanze stupefacenti, perché era già visibilmente sconvolto per la tragedia appena successa. Prima dell’arrivo degli agenti, che hanno bloccato subito la strada mettendo in sicurezza l’area, ho controllato il polso della signora, ma già non si sentiva più. In quel frangente di tempo, sono riuscito a far sviare almeno tre, quattro macchine che stavano passando a velocità sostenuta. Un’auto di sette posti, con a bordo alcune persone di rientro da un matrimonio, si è fermata e sono scesi due medici i quali hanno prestato i soccorsi prima dell’arrivo dell’ambulanza. Da un’idea che mi sono fatto io, credo che il ragazzo guidasse ad alta velocità. Lo scooter della donna è rimasto incastrato dal lato del conducente, quasi sulla corsia di sorpasso, mentre il parabrezza dell’Audi A3 era sfondato come se la donna fosse sbalzata sopra per poi ricadere sull’asfalto. Credo che, considerato l’urto, la signora sia morta quasi nell’immediato, forse non si è neanche resa conto di quello che le stava accadendo. Sono ancora sconvolto da quello che ho visto. Ho ancora nella testa le immagini di quanto accaduto».

Lo strazio dell’ultima chiamata: «Sto per andare in cielo, vi aiuterò da lì»

CAMPOSAMPIERO (PADOVA) «Miracolo al ventesimo piano», titola The Sun pubblicando le foto sorridenti di Tazmin e Malek Belkadi, sorelline di 6 e 10 anni trovate incredibilmente vive all’ospedale. Ma la speranza non è riuscita a salire tre rampe di scale più su: mentre la tragica conta delle vittime è arrivata a 17, con il timore che alla fine possa superare perfino quota cento, rimangono nella lista dei dispersi Gloria Trevisan e Marco Gottardi, i giovani fidanzati e architetti veneti che abitavano al ventitreesimo della Grenfell Tower.

2503925_glo4

«Purtroppo non ci sono motivi per sperare che siano ancora vivi», fanno sapere Manuela e Loris, la madre e il padre della 26enne di Camposampiero, straziati dall’ascolto delle cinque drammatiche telefonate ricevute dalla ragazza la notte dell’incendio, con le sue ultime e atroci parole: «Mamma, papà, mi sono resa conto che sto morendo…».
È la lacerante consapevolezza di Gloria, quella che esce dalla memoria del cellulare di Loris Trevisan. Del resto che stesse per morire gliel’ha detto proprio lei, la 26enne che tre mesi fa aveva lasciato il Veneto con i suoi lavoretti precari da 300 euro, per trasferirsi a Londra a vedere riconosciuto il proprio talento con uno stipendio mensile di 1.800 sterline («Ma io dico: come è possibile che in Italia un giovane per lavorare deve andare all’estero?», si indigna il genitore, prendendosela con «lo Stato»).
Soldi con cui sostenere la famiglia, una preoccupazione che ha accompagnato Gloria fino alla fine: «Sto per andare in cielo e da lassù vi aiuterò…».
Mamma e papà con gli occhi guardano sgomenti le immagini del grattacielo inghiottito dal fuoco, mentre con le orecchie ascoltano impotenti l’addio alla vita della loro figlia: «Grazie per quello che avete fatto per me…».
C’è solo amore, negli ultimi pensieri di Gloria.

Pamela Anderson, generoso décolleté e misterioso accompagnatore a Saint Tropez

Curve da capogiro e un prospero décolleté in un abitino bianco alla Bardot per le strade di Saint Tropez.

C_2_fotogallery_3012828_5_imagePamela Anderson non sfugge ai paparazzi che questa volta l’hanno immortalata in piacevole compagnia di un misterioso amico che le porta la borsetta e al quale lei mostra qualcosa sul cellulare. I due hanno mangiato all’Opera e poi passeggiato senza meta, chiacchierando amichevolmente e lasciando intuire una evidente complicità.