Domenica In, record di ascolti per la puntata dedicata a Sanremo 2018

Record di ascolti per la puntata di Domenica In condotta da Cristina Parodi in diretta dal Teatro Ariston e dedicata a Sanremo 2018. Il programma ha superato, per la prima volta, Domenica Live di Barbara D’Urso, con lo speciale sull’Isola dei Famosi.

3543740_1250_domenica_in_record_ascoltiSul palco del Teatro Ariston sono saliti numerosi ospiti, dai cantanti protagonisti del 68° Festival della Canzone Italiana, ai giornalisti invitati a discutere riguardo l’edizione di quest’anno, tra i quali il direttore di Leggo, Alvaro Moretti.
I vincitori, Ermal Meta e Fabrizio Moro, hanno inoltre risposto per la prima volta alle numerose domande sull’accusa di “plagio” che li ha coinvolti nel corso dell’edizione di Sanremo 2018 con un bel dibattito proprio cio giornalisti che avevano dato la notizia in diretta.
La prima parte di Domenica In ha totalizzato il 26,82% dello share, con 4,930milioni di spettatori, mentre la seconda parte ha avuto il 23,16% (3,970milioni) e la terza parte il 20,69% (3,545milioni).

Sanremo, frecciatina de Il Volo a Barbara D’Urso? Quelle parole vengono notate dal pubblico

“Tu quoue, Il Volo, fili mi!” Ci sembra già di sentire risuonare queste parole nel salotto di Barbara D’Urso dopo il presunto affronto ricevuto dai tre tenori, ospiti della seconda serata del Festival di Sanremo 2018.

barbara-con-il-voloPrima di salire sul palco dell’Ariston, come di consueto, i tre giovani cantanti si sono concessi a fan e giornalisti. Ad avvicinarli per La Vita in Diretta – programma Rai diretto concorrente di Pomeriggio Cinque – è stata un’altra Barbara, che di cognome non fa D’Urso ma Di Palma.
Strepitosa l’accoglienza che Gianluca Ginoble, Piero Barone e Ignazio Boschetto hanno riservato alla giornalista: “La Barbara più bella tra tutte le Barbare” hanno detto all’inviata della Rai nella città dei fiori.
Per quanto giovanissimi, i tre tenori non mancano certo di galanteria ma i soliti maliziosi hanno voluto leggere tra le righe di quella esclamazione. Non un semplice complimento alla Di Palma, dunque, quanto una frecciatina alla D’Urso.
Ma perché mai il Volo dovrebbe avercela con la signora della domenica pomeriggio di Canale 5?
Barbara D’Urso, tra l’altro, è un fan scatenata del noto trio lirico e spesso ha sottolineato come mediaticamente sia nato proprio nei suoi programmi, sebbene formatosi nel programma di Rai Uno Ti lascio una Canzone.
Sarà stata l’euforia che si respira per le vie di Sanremo a far pronunciare agli ex vincitori del Festival la frase incriminata?
E soprattutto, l’affezionato pubblico dei programma della D’Urso segnalerà l’episodio alla diretta interessata?
Sempre che la stessa Barbara non abbia assistito in diretta alla scena spiando la concorrenza dal televisore del suo camerino.

Michelle Hunziker a Sanremo: “Tutte le sere con Claudio Baglioni”

MILANO – Il 6 febbraio partirà la nuova edizione del Festival di Sanremo a naturalmente la macchina organizzativa è in movimento da tempo.

vetton_ru_1295Il direttore artistico Claudio Baglioni e gli autori della kermesse si stanno occupando di cantanti ed ospiti per le varie serate, ma sembra trapelare qualcosa circa la conduzione.
Baglioni infatti sul palco potrebbe non essere solo ma affiancato, costantemente, da Michelle Hunziker, direttamente da casa Mediaset: “Nessuna certezza sulla conduzione del Festival – svela “Tv, Sorrisi e canzoni” -ma si dice che i vertici della Rai siano più che interessati ad affiancare a Baglioni, per tutte le serate, un nome davvero clamoroso: Michelle Hunziker”.

Stefano De Martino, la frecciatina hot di Maria De Filippi non passa inosservata

Il serale di Amici nella puntata della semifinale del 20 maggio ha visto Gerry Scotti ospite d’eccezione, e anche conduttore di un gioco a quiz con Emma e Elisa. Le due cantanti erano imbracate ed appese a una parete: da quella posizione dovevano rispondere alle domande di Gerry.stefano de martino amici_21103001

Il siparietto si è prestato a una battuta di Maria De Filippi su Stefano De Martino. Il ballerino ha aiutato Elisa ad indossare l’imbracatura, ma con risultati abbastanza discutibili. Maria lo ha punzecchiato: “Si vede che lui è più bravo a svestire…”. La battuta non è passata inosservata, e la gara è stata vinta da Emma.

Michelle Hunziker presenta il “Bocelli and Zanetti night” su Canale 5

Cantanti e campioni del calcio parteciperanno al concerto benefico “Bocelli and Zanetti Night”, in programma mercoledì all’Open Theatre dell’ex Area Expo e in onda su Canale5 in prima serata giovedì. Attraverso le donazioni servirà a finanziare progetti a favore dell’educazione dei bambini ad Haiti e nelle periferie di Buenos Aires, lanciati dalla Fondazione Pupi e della Andrea Bocelli Foundation.

Michelle Hunziker

Michelle Hunziker presenterà la serata. Il cocktail di musica e sport funziona vedrà tantissimi ospiti illustri.Il gotha del calcio riunito attorno a Javier Zanetti andrà da Pelé a Ronaldo, passando per Allegri, Seedorf, Stankovic, Sacchi, Lippi, Toldo, Cordoba, Cambiasso, Boateng, Pessotto, Eto’o, Roberto Carlos e Claudio Ranieri. Mentre tra i cantanti arriveranno sul palco dalla Pausini a Skin, da Gianna Nannini a Giuliano Sangiorgi, da Renga al Volo.
Michelle Hunziker alla conferenza stampa di presentazione dell’evento benefico ha rivelato: “Ci saranno contributi degli sportivi, noi cercheremo di avere un tono di festa, non vogliamo diventare troppo istituzionali. La cosa che fa donare di più la gente è quando vedono un prodotto che a casa piace e convince. Ci sarà molta emozione, molto cuore e intrattenimento. Io cercherò di fare ballare e cantare i calciatori, cercheremo di giocare”.

Amici, Biagio Antonacci e Virginia Raffaele superospiti della puntata

I ballerini e i cantanti di “Amici 15” sono pronti a sfidarsi nei quarti di finale, con la competizione che si fa di puntata in puntata sempre più avvincente ed emozionante. Superospiti della serata la comica di razza Virginia Raffaele e il cantautore Biagio Antonacci, nel ruolo di giudice speciale.

C_2_fotogallery_3001524_0_image

Le sorprese non mancheranno, come Maria De Filippi che si improvvisa ballerina e si tuffa nelle danze insieme al cantante Sergio…Ormai manca poco alla finalissima e i ragazzi dovranno giocarsi il tutto per tutto sul palco, per dimostrare ai giudici il loro talento. La squadra Blu di J-Ax e Nek può contare solo sul cantante Sergio e il ballerino Ale, mentre i Bianchi di Emma e Elisa somo in vantaggio con ben quattro elementi: Lele e Elodie, come cantanti; la band La Rua e il ballerino Gabriele.A valutare le performance degli allievi sarà il trio composto da Anna Oxa, Loredana Bertè e Sabrina Ferilli a cui si aggiungerà per l’occasione anche il giudice d’eccezione Biagio Antonacci
Una serata nel segno della comicità con Virginia Raffaele. L’imitatrice era già stata ospite durante il quinto appuntamento con il serale nei panni della stilista Donatella Versace. Tra le tante sfide in programma anche una prova speciale, proposta da Morgan, che metterà a confronto le doti di Sergio contro quelle di Elodie.

Festival di Sanremo 2016, Pausini ed Elton John nella serata delle coccarde arcobaleno

Prima serata della 66.ma edizione del Festival di Sanremo. Si sono esibiti i primi 10 campioni mentre super ospiti sono stati Laura Pausini ed Elton John. Niente discorsi pro unioni civili da parte dell’artista inglese ma molti dei cantanti in gara si sono esibiti mostrando un nastro arcoblaneo.

1455108519_elton_john_laura_pausini

Dopo le votazioni a rischio eliminazione Bluvertigo, Dear Jack, Irene Fornaciari e Noemi. Dunque qualche risultato a sorpresa in questa prima serata. I primi sei posti della classifica, rigorosamente non in ordine, sono occupati da Enrico Ruggeri, Arisa, Stadio, Caccamo e Iurato, Lorenzo Fragola e Rocco Hunt. Tra le canzoni a rischio la sorpresa è rappresentata da Noemi, alla vigilia data tra le favorite. Una serata all’insegna della normalità a dispetto di qualche uscita a effetto attesa alla vigilia. Carlo Conti ha disinnescato ogni possibile fonte di polemica facendo finta di nulla sui nastri arcobaleno sfoggiati da alcuni cantanti e lasciando cadere nel vuoto l’accenno di Elton John alla sua paternità. Quel del Festival classico, formato gran varietà, è una formula che evidentemente funziona se è vero che gli ascolti sono stati perfettamente in linea con la prima serata dell’anno scorso: la prima parte ha raccolto 12 milioni 515mila spettatori per il 49.2% di share, mentre la seconda 5 milioni 906mila con il 52.3%. Nel 2015 il primo festival di Conti aveva ottenuto 13 milioni 210 mila spettatori (share 49%) nella prima parte e 6 milioni 488mila (52.02%) nella seconda.
LA SERATA – Un avvio di Festival all’insegna dell’amarcord. Scorrono in un video tutti i refrain delle canzoni vincitrici dal 1951 al 2015. Brani entrati nella storia e pezzi dimenticati, capolavori di poesia e apoteosi trash. Tutte condensate in meno di 10 minuti. E poi un dietro le quinte con le dichiarazioni dei protagonisti di questa edizione. Poi si passa al palco dell’Ariston ed è un’apertura nel segno di David Bowie, con una versione orchestrale di “Starman”. La domanda è quanti di quelli seduti in platea l’avranno riconosciuta. Il tempo di di fare gli onori di casa per Carlo Conti e si viaggia spediti con il primo campione, che è Lorenzo Fragola, con “Infinite volte”. Rompere il ghiaccio non è semplice su quel palco e Fragola tradisce un po’ di emozione che lo porta forsa a spingere più del dovuto in un brano che, essendo basato più sul crescendo melodico che sul ritmo, non permette di nascondere eventuali sbavature.
Madalina Ghenea si presenta in versione animalier con un vestito tigrato e moltissima emozione. Ma è già il momento del secondo campione: Noemi. La sua non è una canzone semplice, “La borsa di una donna” arriva con il tempo. Ma intanto la cantante è la prima a prendere posizione sulla questione unioni civili decorando l’asta del microfono con un nastro arcobaleno. Un messaggio subliminale lanciato raccogliendo l’appello lanciato su Facebook dalla webstar Andrea Pinna. Si ha chiaro il senso della presenza di Virginia Raffaele quando viene presentata Sabrina Ferilli. La Raffaele si cala nei panni dell’attrice romana per aggiungere una esilarante co-conduttrice a sorpresa. I Dear Jack, alla prima orfani di Alessio Bernabei, presentano “Mezzo respiro”, una ballata acustica con dna sanremese (e un ritornello “mengoniano”) e qualche imprecisione di intonazione. Parentesi “cocoon” con un ospite d’eccezione: Giuseppe Ottaviani, campione di atletica a 99 anni. Una presenza che evidentemente scalda poco la platea al punto che Conti è costretto, con un pizzico di fastidio, a chiedere esplicitamente una standing ovation. L’urlo più forte del pubblico è riservato a Gabriel Garko, reduce dalla disavventura che lo ha visto protagonista. Tocca a lui presentare il duo Caccamo-Iurato. I due si piazzano quasi dandosi le spalle su due sgabelli. “Via da qui, la canzone confezionata per loro da Giuliano Sangiorgi, è uno dei cavalli dati per vincenti, favorita da tutti i bookmaker, d’altronde il duetto è una formula che funziona sempre.
Primo super ospite di questa edizione è una creatura del Festival: Laura Pausini. Prima un medley di successi (“Vivimi”/”Strani amori”/”Invece no”). “La solitudine” si merita l’onore di un’esecuzione a parte, con tanto di giacca originale di Sanremo 1993. E così, a sorpresa, si trova a duettare con se stessa, con il video dell’esibizione di vent’anni fa che scorre alle sue spalle, non senza un momento di commozione. Prima di congedarsi presenta l’ultimo singolo, “Simili”, introdotto con un invito a “unirsi, non dividersi”. Allusione anche in questo caso alle unioni civili su cui la Pausini si è spesa pubblicamente nei giorni scorsi? Se sì è sfumata e non di quelle destinate a creare polemiche.
Torna la “Ferilli-Daniele” per presentare gli Stadio, con un brano pop-rock che strizza l’occhio ai Coldplay sul piano sonoro mentre il testo è costruito per far breccia nel cuore dei papà sul piano del testo. Tutt’altro mondo quello di Arisa. Stralunata lei, molto a fuoco la canzone, cucita su di lei per esaltarne le qualità interpretative. Se non avesse già vinto due anni fa (con un brano simile) sarebbe favorita.
Siparietto comico con Aldo, Giovanni e Giacomo che rispolverano un loro classico, con il discorso della montagna di Pdor. Uno sketch che ha ormai più di vent’anni e che regge ancora oggi alla prova del tempo, anche se il trio ha perso un po’ di verve. Si riparte con la gara: non chiamatelo “veterano” che un po’ ci rimane male, fatto sta che per Enrico Ruggeri questo è il decimo Festival. Ma Rouge si presenta tirato a lucido con un brano, già premiato con il premio Lunezia per il miglior testo, che fa sembrare lui uno dei giovani in gara. E anche lui sfoggia il nastro arcobaleno. Questo è sicuramente il momento più “alternativo” della scaletta dei campioni. Seguono infatti, a distanza di 15 anni dalla loro ultima partecipazione, i Bluvertigo (anche loro nastro-muniti). Morgan in smoking è perfettamente in stile per un brano che mescola una strofa in linea con lo stile del gruppo con un ritornello più classicamente melodico, più accostabile ai progetti solisti del cantante-bassista. Canzone non semplice da afferrare, complice anche i problemi di voce di Morgan.
Torna la Daniele nei panni della Ferilli e si conferma ancora una volta una degli acquisti più azzeccati del cast. Dopo che l’anno scorso aveva risollevato le sorti di presenze comiche deludenti, molti si chiedevano se quest’anno, nel ruolo di co-conduttrice, avrebbe mantenuto lo stesso livello. Sfida (per ora vinta). A Elton John basta la versione piano e voce di “Your Song” per dare un senso alla definizione di super-ospite. Tra una “Sorry Seems To Be The Hardest Word” e la nuova “Blue Wonderful” parla poi di carriera e impegno sociale, mentre il tanto temuto discorso pro-famiglie arcobaleno si risolve in un accenno a quanto sia stato felice di “diventare papà”.
A completare la gara dei primi 10 campioni ci pensano Rocco Hunt e Irene Fornaciari. Il primo fa ballare l’Ariston con “Wake Up”. Lui che aveva vinto tra le Nuove proposte nel 2014 con un rap impegnato sulla terra dei fuochi, ora si scatena mescolando funk scatenato e rime a tutta velocità. Sorpresa positiva. La Fornaciari (anche per lei coccarda arcobaleno), si distingue per l’unico brano che in gara palesemente agganciato all’attualità. Parla di immigrazione e cita il dramma del piccolo Aylan, con un buona interpretazione ma un pezzo che sembra non decollare come dovrebbe.
Prima della lettura della classifica di questa prima serata c’è spazio per altre due ospitate (il rapper francese Maitre Gims e Anna Foglietta e Kasia Smutniak per presentare il loro film “Perfetti sconosciuti”), e per l’esilarante collegamento di Rocco Tanica (con ospite George Clooney) dalla sala stampa.