Paola Perego molestata: “Attaccata al muro da un politico”

Con lo scandalo Weinstein, molte donne dello spettacolo stanno denunciando episodi di violenza. In Italia, dopo Asia Argento, Alba Parietti e Anna Falchi è la volta di Paola Perego a raccontare la molestia subita. La moglie di Lucio Presta ha confessato per la prima volta pubblicamente di essersi dovuta difendere da un ‘onorevole’: ecco cos’ha detto a Controluce.

1488402194755.jpeg--La moglie di Lucio Presta è stata intervistata da Giuseppe di Piazza a Controluce per Corriere.tv e per la prima volta ha raccontato pubblicamente di alcuni episodi che hanno costellato la sua carriera sin dai primi provini.

Paola Perego molestata: produttori, politici e persino un autista di autobus
“Al primo showroom a 16 anni mi accompagnò mamma. E appena mi lasciò sola con questo tipo, lui si avvicinò sul divano e mi disse: ‘Andiamo a letto?’. Scappai di corsa” ha ricordato Paola Perego.

Poi la confessione inaspettata su un politico: “Anni fa sono stata attaccata al muro da un politico. È la prima volta che lo racconto e non dirò mai il nome perché non mi interessa. Eravamo nel suo ufficio e mi salvai con una bella ginocchiata dove non batte il sole come diceva mia mamma”.

E ancora c’è stato un autista di autobus che la portò in campagna, ma la giovane Paola urlò talmente tanto da spaventarlo e farsi aprire le porte.

La stessa forza con cui ha reagito all’onorevole anni fa la ritroviamo adesso che Paola è pronta a riprendersi un posto in Rai dopo essere stata allontanata a causa del famoso cartello sulle donne dell’est mostrato a ‘Parliamone sabato’.

Dal 12 gennaio, ogni venerdì in prima serata su Rai1 andrà in onda ‘Superbrain – Le supermenti’ e sarà la conduttrice ad accompagnarci tra prove di abilità mentali impossibili per l’uomo medio, ma decisamente stimolanti per i più intelligenti.

È grazie al nuovo direttore generale di Viale Mazzini se Paola Perego ha ritirato la causa contro la Rai:

“Stavo preparando una causa per danni morali, di immagine e biologici perché sono stata molto male fisicamente – ha dichiarato ancora – Poi però ho incontrato Mario Orfeo che mi ha detto che sono una risorsa importante per l’azienda”.

Aurora Ramazzotti senza patente: “A cosa mi serve se ho l’autista?”

Aurora Ramazzotti e la patente. La figlia di Michelle Hunziker e Eros Ramazzotti a 21 anni non avrebbe preso ancora la patente. E in una video-intervista a Freeda spiega il perché.
La neo conduttrice racconta una parte della sua vita privata, che è sconosciuta ai fan. Aurora ha infatti un bodyguard, Sergio, che la segue in ogni momento.

aurora-ramazzotti-relaxt-am-strand“Per me era una cosa che stava accadendo – spiega – mi era imposta e quindi ero sempre un po’ scazzata. Poi alla fine lui è una persona così carina, così disponibile…”. Sergio poi è diventato anche l’autista di Aurora, che a 21 anni non ha ancora la patente: “A cosa mi serve se ho Sergio?”.
Come al solito Aurora divide il pubblico, c’è chi condivide la sua scelta e chi la considera un po’ “avvantaggiata” dai genitori vip. E voi che ne pensate?

Nancy Brilli single esce con uno degli uomini più ricchi del mondo

Dopo l’addio a Roy De Vita, Nancy Brilli è stata beccata con uno degli uomini più ricchi al mondo. Nella notte romana l’attrice e Pupi D’Angieri, il 601esimo nella scala di ricchezza stilata da Forbes, vengono fotografati da Novella 2000 durante una cena e un dopocena. Lui vanta 23 Rolls Royce e un maggiordomo che gli stira i giornali perché non macchino le lenzuola quando Pupi legge a letto.

C_2_articolo_3100282_upiImageppGentleman impeccabile, D’Angieri è ambasciatore per gli Affari europei del Belize, ex braccio destro di Arafat. La Brilli è single da quando lei e il chirurgo plastico hanno interrotto la loro relazione durata 15 anni. Pupi e Nancy sorridono e chiacchierano piacevolmente, poi lui la riaccompagna a casa a bordo di una Bentley da 200mila euro con autista. Chissà se l’Onassis dalla vita rocambolesca ha fatto breccia nel cuore dell’attrice…