Paola Perego torna in tv dopo 10 mesi: “Non sono sessista né raccomandata, ma ho ancora gli incubi”

«Ne ho sentite tante nei giorni successivi a quella polemica: molti mi hanno accusato di essere raccomandata solo perché moglie di un agente importante come Lucio Presta. Faccio tv da 34 anni, ben prima di conoscerlo, e di certo a una raccomandata non viene chiuso il programma dal giorno alla notte». A distanza di 10 mesi, Paola Perego è pronta a tornare in tv dopo la polemica che aveva portato alla chiusura della trasmissione ‘Parliamone Sabato’.

1452162670882.jpg-- (1)Lo farà con ‘Superbrain’, un nuovo programma su RaiUno che la conduttrice si augura possa farle dimenticare il caso della ‘lista’ sulle donne dell’Est presentata in trasmissione, che allora fu accusata di sessismo.
«Io sessista? Non accetto simili accuse dopo tutto quello che ho fatto per le donne. Quella lista è stata un grave errore e mi ha fatto star male, ma credo di essere stata un capro espiatorio» – racconta Paola Perego al ‘Corriere della Sera’ – «Ho perso molto peso, sono stati mesi difficili. Ora però voglio dimenticare tutto e ripartire, anche se la notte ho gli incubi. Ho anche sognato di essere in studio e non riuscire a parlare mentre dovevo intervistare due ospiti».

Tanta amarezza ma anche sincera gratitudine verso chi le è stato vicino in questi mesi: «Ho avuto messaggi di affetto e vicinanza anche da colleghe con cui non ho mai avuto particolari rapporti d’amicizia. Una su tutte, Simona Ventura. Gliene sono grata». Ma c’è ancora l’opportunità di togliersi qualche sassolino dalla scarpa: «Non capisco certi attacchi gratuiti da parte della gente. Sono amica di Sonia Bruganelli, la moglie di Bonolis, e non è vero che è una persona frivola sempre pronta a ostentare il lusso. Perché uno come Gianluca Vacchi viene idolatrato e lei insultata? Le critiche poi si soffermano sull’aspetto fisico e sulle rughe: non abbiamo più 20 anni, le abbiamo e le vogliamo avere. Qual è il problema?».
Sul nuovo programma, diviso in quattro puntate in onda da venerdì 12 gennaio, la conduttrice rivela: «Si tratta di una novità molto carina, presenteremo persone con particolari capacità intellettive».

“È un uomo”, il cruciverba fa infuriare Vladimir Luxuria: ecco cosa è successo

Prima l’amarezza, poi lo scontro social: il cruciverba di ‘Chi’ definisce Vladimir Luxuria un uomo ed è subito polemica con l’autore Big Bonvi, al secolo Fabrizio Bonvicini.

vladimir-luxuria-coconuda-A-e1506624500202-1140x593Sul numero 44 del settimanale diretto da Alfonso Signorini, è stato pubblicato un Cruci – Gossip in cui una delle definizioni recitava «Lo è Vladimir Luxuria». La risposta prevista per far ‘quadrarè il cruciverba era la parola «uomo». Fatto che ha scatenato la reazione dello stesso Luxuria («Complimenti per lo scoop», ha scritto l’artista su twitter) ma soprattutto dei suoi fan, che hanno attaccato con insulti via social l’autore de cruciverba. «Dovendo ‘trattare’ il suo sesso – replica l’autore del cruciverba – ho scritto ovviamente uomo. Lo conferma anche l’anagrafe di Foggia, oltre che, immagino, la sua carta d’identità».
Luxuria ha poi dichiarato di aver contattato Alfonso Signorini, direttore del settimanale, che si è scusato per l’accaduto.