Melania Trump veste Dolce & Gabbana, polemica sul web: “Tutti ma non lei!”

Mancano solo 16 giorni all’Inauguration Day, quando Donald Trump farà il suo ingresso ufficiale alla Casa Bianca, eppure, lontano dalle stanze dei bottoni, c’è una questione che da qualche giorno tiene banco Oltreoceano. Chi sarà lo stilista che vestirà Melania Trump? Una polemica apparentemente superficiale, ma che serpeggia da qualche mese tra gli addetti ai lavori, visto che sono molti i designer internazionali che hanno deciso di sabotare lo stile dell’ex modella.

www-adnkronos-comrpubadnkronosassetsimmaginimelania_trump_dg_afp-66444ed2c3dc9f695e5148adbc65512e3a1b3158-420x280

Dalla stilista francese Sophie Theallet, che ha lanciato un appello ai colleghi invitandoli a non vestire Melania Trump, fino a Tom Ford, uno dei creativi più iconici d’America, che ha rivelato di non avere intenzione di proporre le sue creazioni alla first lady. E poi c’è chi sceglie di andare controcorrente, ringraziando pubblicamente la first lady americana per aver indossato un abito della propria collezione. Come Stefano Gabbana, che qualche giorno fa ha postato sul suo profilo Instagram la foto di Melania con indosso un tubino nero firmato Dolce & Gabbana: “Grazie Melania Trump” ha scritto lo stilista, usando l’hashtag #DGWoman. La first lady per la festa di Capodanno a Palm Beach, in Florida si era infatti presentata con un tubino nero da cocktail impreziosito da due nastri gioiello sulle spalline, realizzato dal duo creativo.
Un post che in poche ore ha collezionato oltre 1.200 commenti e 13mila like, scatenando al tempo stesso l’ira di molti utenti. Alcuni hanno definito lo stilista un “ignorante”, altri non hanno usato mezzi termini: “Davvero avete scelto di vestire Melania Trump? – scrive qualcuno – Mi risulta che i princìpi del marito siano quasi del tutto incompatibili con i vostri”. Un commento cui fa eco quello di un altro utente: “Tutti ma non lei”. E ancora: “Stefano dovresti sapere che le nostre elezioni hanno diviso il paese – si legge sotto il post – Molti gay, donne e altre minoranze temono la legislatura che spazzerà via le nostre libertà”. “Per fortuna ho smesso di comprare D&G tanti anni fa” commenta stizzito qualcun altro, mentre c’è anche chi prende le parti dello stilista: “Ma cosa c’entra la politica con la moda??? – si legge ancora – È solo una donna che ha scelto un abito meraviglioso, come tutta la collezione D&G”. “Sei un grandissimo uomo e un grandissimo stilista @stefanogabbana – scrive un altro – lascia perdere chi ti critica in modo meschino”.

Michelle Obama scatenata nel karaoke in macchina con James Corden e Missy Elliott

Scatenata a cantare successi di Stevie Wonder e Beyoncé, con tanto di mossette per ripetere le coreografie dei video. Michelle Obama è stata sicuramente una First Lady moderna e con la sua partecipazione alla trasmissione di James Corden, “Carpool Karaoke”, lo ha dimostrato un’altra volta.

C_2_articolo_3021709_upiImagepp

Duettando anche con la rapper Missy Elliott.Il programma, molto celebre negli Stati Uniti, ha visto sfilare sulla macchina di Corden un gran numero di vip. Ma in genere si tratta di cantanti, come Elton John, Adele, Jennifer Lopez e molti altri. Vedere all’opera la moglie del presidente degli Stati Uniti da un certo effetto. Ancora di più vedendola così sciolta e a proprio agio nel lasciarsi andare alla musica, esattamente come farebbe un gruppo di amici durante un viaggio.
D’altronde Michelle con la musica si è sempre sentita a casa, tanto che uno dei pezzi interpretati durante il programma è “This Is For My Girls”, un singolo realizzato da una serie di artiste per aiutare le giovani donne in tutto il mondo a completare la loro formazione, e che Michelle ha voluto e sponsorizzato fortemente. Quale migliore occasione quindi per dimostrare di sentirlo veramente suo, cantandolo con Missy Elliott?

“Isola dei Famosi 2016″, scintille per un cocco tra Paola Caruso e Gracia De Torres

A “L’Isola dei Famosi” sono di nuovo scintille tra Paola Caruso e Gracia De Torres, che si sono ritrovate a Cayo Paloma, dopo la già difficile convivenza a Playa Desnuda. Stavolta la tensione sale a causa di un cocco, trovato dalla Bonas e aperto dalla modella senza il consenso della bionda ex desnuda: “Ci tenevo ad aprirlo io”, attacca la Caruso.

Gracia-De-Torres-Simona-Ventura-Fiordaliso-Paola-Caruso-Patricia-Contreras-e-Andrea-Preti

“Ogni cosa è un problema”, lamenta la spagnola, mentre Simona Ventura cerca di placare gli animi.”Contiamo fino a dieci!” suggerisce SuperSimo, rivolgendosi alla Caruso.Un comportamento che fa scattare subito l’analisi di Mercedzs sul fatto che la Bonas sia già schierata con la Ventura e il gruppo di naufraghi a lei vicino.
Tra le due ex desnude la tensione è palpabile. “Aprofitta di ogni secondo per litigare. Io la conosco e mi allontano per non avere problemi”, dice Gracia riferendosi a Paola. Ma la modella spagnola ne ha anche per la Ventura, “colpevole” di aver incluso la Bonas nel suo team: “Sarà anche la regina, ma nessuno mi butta giù”.

Virginia Raggi, la candidata grillina a Roma in look sexy e total black da Vespa

Tra una dichiarazione e l’altra, sta facendo parlare di sé, prima sui dipendenti comunali, poi sull’utero in affitto, e ancora sulle buche, le municipalizzate e così via.Virginia Raggi, candidata sindaco a Roma per il Movimento 5 Stelle, ha già conquistato il web per il suo modo di fare e per ciò che dice, ma soprattutto per il suo look.

1586605_490_small (1)

Ospite di Bruno Vespa a Porta a Porta un paio di giorni fa, la Raggi ha bucato lo schermo con un outfit total black che ha messo in risalto la sua bellezza e i punti forti del suo corpo: tacchi alti e collant neri, la bella Virginia ha mandato in tilt Twitter, con tanti commenti positivi (e tanti negativi).

Alba Parietti, ‘venti di guerra’ contro Salvini. Su Facebook: “Ti schiaffeggio pubblicamente”

Venti di guerra tra Alba Parietti e Matteo Salvini. Dopo quache scaramuccia la scorsa estate, la Parietti è tornata all’attacco contro Salvini venerdì a La Zanzara. «Fa discorsi da bar. Non c’è nessun discorso politico, ma sono solo cazzate per raccogliere consensi».

o-SALVINI-PARIETTI-facebookLa replica (su Facebook) di Salvini non si è fatta attendere: «Non so se questa ‘compagna’ fa più ridere o fa più pena». E’ bastato questo per mandare l’Alba nazionale su tutte le furie: «Io uno come lui non lo temo. Lo schiaffeggio pubblicamente. Se ha il coraggio ed è un uomo d’onore accetti la sfida. Siccome vuole dialogare con i rom e con centri sociali, sicuramente sarà in grado di discutere anche con una ‘soubrette’ meno soubrette di lui».  E visto che Salvini (almeno per ora) pare aver scelto un distaccato silenzio, la Parietti è tornata a rincarare la dose, sempre sul suo profilo Facebook. «Allora Salvini accetti o no questa sfida? (…) Io sono a tua disposizione per un dialogo, non per cazzate populistiche, demagogiche. Antropologicamente da ignorante e intellettualmente disoneste». Resta da vedere se Salvini accetterà il “duello”.