Adua Del Vesco, Gabriel Garko e le richieste dei fan: “Ci chiedono di postare foto mentre facciamo l’amore”

“Guardi, la ragione per cui Gabriel e io non volevamo rendere pubblica la nostra storia è proprio questa: non parlare agli altri, stampa compresa, dei nostri sentimenti”. Adua Del Vesco, giovane fidanzata di Gabriel Garko spiega perché i due tengano tento riservata la love story: “Per chi fa questo lavoro – ha fatto sapere a “DiPiù” – è difficile pensarla come noi, ma è orribile vedere pubblicate notizie fasulle che ci riguardano o addirittura interviste completamente inventate.

2243fba8-c143-4184-8c59-0257629b0466

C’è persino gente che su Facebook ci chiede di postare fotografie mentre facciamo l’amore, scrivendo: “Perché ci dovete fare sognare”. Le sembra normale?”.Tra i due la differenza d’età non conta: “Tra me e –Gabriel va alla grande. Che la differenza d’età non mi crea problemi perché il mio fidanzato è un tornado. Non riesce proprio a rilassarsi. Se non ha lezioni di volo, è impegnato in una gara di motocross. Se non sta domando un cavallo, che ha acquistato per la sua scuderia, si esercita al poligono. (…) Si dedica a tutte queste attività dopo aver soddisfatto tutte le mie necessità”.

Elisabetta Gregoraci: al timone o in fresco relax, il bikini di Lady Briatore è bollente

Dopo il topless mozzafiato, Eli… rimane mozzafiato. Si coccola e sbaciucchia il suo Nathan Falco a suon di “Ti stra-amo”. E organizza per lui una festicciola con gli amichetti.

Schermata-2016-08-19-alle-13.21.17

Un’estate in bikini, per la gioia dei suoi followers. Gambe infinite, addominali scolpiti, lato B da urlo, dalla Sardegna e le sue feste “smeralde” alla natìa Calabria. E la sera, via con lo stile fetish..

Mercedesz Henger e Jonas Berami, la “storia” continua: “Vacanza insieme a Ibiza”

Non è finita “l’amicizia” fra i due ex naufraghi Mercedesz Henger e Jonas Berami. Durante l’isola dei Famosi i due avevano stretto un forte legame, con sospetto di love story, e ora sembra che la coppia si ritroverà: “Non è stata un fuoco di paglia né una questione di convenienza l’affettuosa amicizia nata sull’Isola dei Famosi tra la bella Mercedesz Henger e il tenebroso attore spagnolo Jonas Berami – scrive Gabriella Sassone per “Dagospia” -  Lei si era presa fin dall’inizio una bella cotta per il divo de “Il Segreto”, ma lui non ci ha mai provato. Perlomeno davanti alle telecamere.

mercedesz-henger-in-bikini-a-capri-foto-1

Eppure i due si son spalleggiati a vicenda e son stati sempre molto uniti durante il trash-reality isolano. Solo ora, a distanza di mesi, Mercedesz dice di avere capito che quel feeling che sull’Isola aveva scambiato per amore era invece solo una profonda amicizia. “Ma non ci siamo mai persi di vista: ci sentiamo al telefono tutti i giorni e più volte al giorno”, mi dice lei che ho avuto ospite a Pietrasanta, in Versilia, nel mio “SaxLottino del Gossip”. I due si rivedranno presto. “Jonas mi ha invitata e i primi di settembre sarò sua ospite a Ibiza, dove lui vive tutto l’anno”. Mercedesz non sarà sola: partirà con un’amica. Copertura o paura di annoiarsi?”

Juliana Moreira, il pancione è in primo piano

Vacanze in Costa Azzurra per Juliana Moreira che, alla 38esima settimana di gravidanza, è sempre più panciona. Con il sorriso sulle labbra e tante foto di famiglia, la showgirl brasiliana è davvero incontenibile. Ad accompagnare lo scatto social del ventre lievitato in primo piano è il cinguettio del compagno Edoardo Stoppa: “Mamma mia!!! Ho paura che July scoppi! Piccolino…sbrigati a nascere!”.

C_2_fotogallery_3004369_3_image

Juliana, già mamma di Lua Sophie, di 5 anni, a poche settimane dal parto si diverte con il compagno e la figlia mettendo inevitabilmente in mostra il suo ventre materno. Con un costume intero, acciambellata in un salvagente in acqua, tenta di rilassarsi prima del grande evento… ma vittima di un simpatico scherzo in piscina racconta divertita: “Mi volevano far partorire in acqua”.
Sempre in forma e in movimento, Juliana non si lascia intimidire dalle sue curve. Si dedica alla toelettatura del suo amato cane e alla piccola Lua Sophie prima di dedicarsi anche al maschietto, la cui nascita è prevista per settembre.

Mara Venier: “Che spavento, non riuscivo più a camminare”

Per prepararsi alla prova costume, Mara Venier e il marito Nicola Carraro avevano deciso di ‘rinchiudersi’ in una beauty-farm in riva al lago per un trattamento di salute intensivo. Le conseguenze sono però state dolorose per la conduttrice, come ha svelato in esclusiva a Gente: “Non riuscivo a muovermi. Avevo dolori alla schiena talmente forti e incessanti da poterli paragonare alle doglie del parto”.”Piangevo e tremavo dalla paura.

C_2_articolo_3026558_upiImagepp

Pensavo a un’ernia, temevo persino un blocco che avrebbe potuto compromettere i movimenti” ha continuato la Venier, descrivendo l’incubo vissuto sul volo Roma-Olbia. “Per un anno sono stata ferma, senza allenamenti. Per lo sforzo eccessivo, cioè il pilates e la ginnastica fatti in modo intensivo per arrivare più tonica alla prova costume, il mio corpo si è ribellato rispondendo con una lombosciatalgia acuta, curata appena atterrata in Sardegna con iniezioni di cortisone e antidolorifico fatte al pronto soccorso”.

A prua o a poppa, le vip in bikini prendono il largo

Yacht super lussuosi, barche a vela o mega panfili, le vip quest’estate hanno letteralmente preso il largo. Dalla Gregoraci alla Caracciolo, passando per Belen, Simona Ventura e Anna Tatangelo non c’è bellezza dello showbiz che non abbia ceduto alla tentazione della navigazione marittima.

C_2_articolo_3026549_upiImagepp

Più che navigare loro però hanno preferito il dolce far niente, stese al sole o in posa a poppa e a prua sfoggiando le curve seminude e sexy… La più ardita è Elisabetta Gregoraci che sembra una vera capitana al timone, Nicole Scherzinger, l’ex frontman delle Pussycat Dolls, si gode invece sole e divertimento con un balletto sotto la doccia esterna di uno yacht di lusso a largo delle coste croate e condivide il video mozzafiato sui social. Laura Cremaschi sventola la bandiera italiana, mentre Nicole Minetti si fa una doccetta sul pontile mostrando le sue prosperose curve. E poi ci sono Anna Tatangelo, Anna Safroncik, Belen e Simona ventura… non c’è star che non si sia lasciata tentare. Al largo la vacanza è più hot!

Luca Zingaretti a Pantelleria è solo per le sue donne

Sotto il sole di Pantelleria splende la famiglia di Luca Zingaretti e Luisa Ranieri che si godono la loro vacanza tra gite in barca e tramonti spettacolari. Insieme alle piccole Emma, di 5 anni, e Bianca, di appena 2, la coppia di attori si rilassa lontano da occhi indiscreti. L’attrice napoletana ha dichiarato che da quando è nata la secondogenita lei e il marito si sono ritrovati ancora più complici.

C_2_articolo_3026697_upiImagepp

E ora, lontano dai rispettivi set hanno la possibilità di trascorrere qualche giorno insieme in Sicilia.
Entrambi si dedicano con premura alle loro figlie, Luca sorveglia la più grande che si diverte in acqua con un’amichetta al largo dell’isola, mentre Luisa, in splendida forma fisica, accudisce Bianca, pronta a muovere i primi passi, come dimostrano le immagini di “Chi”.
Tra le coppie più belle dello showbiz, Zingaretti e la Ranieri sono anche social. Se lui di recente ha postato un’immagine di Lulu con tanto di dedica: “Giorni fa ho postato da questo stesso posto lo stesso tramonto. Oggi è più bello perché lei è tornata a casa!”, lei su Instagram, di fronte a un panorama mozzafiato, si mostra con un cappello rosa e degli occhiali da sole cinguettando: “Sola sola me ne sto a pensare e ripensare che la sera bisogna andare a dormire un po’ prima e soprattutto bere meno passito! Ahia che mal di testa!”. Anche in vacanza ci vuole uno strappo alla regola!

Michelle Hunziker su Instagram contro gli haters: “Ignoriamoli”

E’ un lungo sfogo quello di Michelle Hunziker, che dal suo profilo Instagram prima ringrazia i fan che la seguono con immenso affetto e poi si scaglia contro coloro che le inviano messaggi d’odio.

2016-01-22_112920-1024x744

“Ho imparato a non vederli neanche più e lo stesso lo fa anche mia figlia Aurora, che ha dovuto diventare fortissima per non badare alle incredibili cattiverie che le scrivono”, scrive la showgirl svizzera.Michelle Hunziker, che circa otto anni fa ha fondato un’associazione a difesa delle donne vittime di violenza insieme all’avvocato Giulia Bongiorno chiamata Doppia Difesa Onlus, ha ringraziato con un lungo post tutti i fan che la seguono quotidianamente dimostrandole affetto e nel contempo ha alzato la voce contro gli insulti ricevuti sui social, ribadendo il motivo per il quale ha deciso di fondare Doppia Difesa: “Prima di ogni altra cosa desidero ringraziare tutte le persone che quotidianamente dimostrano un affetto incredibile nei miei confronti, ma sopratutto moltissimo interesse e partecipazione alla mia vita. Sicuramente anche dedotto dal fatto che io ho sempre condiviso con piacere le mie emozioni, i miei momenti più belli e anche quelli meno belli della vita perché sono convinta che dalle brutte esperienze elaborate bene, si può sempre fare qualcosa per dare una mano a chi magari non ci è ancora cascato. Si chiama “give it back” (“restituire” per gratitudine). Infatti per questo ho creato con l’avvocato Giulia Bongiorno, 8 anni fa Doppia Difesa Onlus”.
Poi Michelle passa “all’attacco” suggerendo di ignorare i commenti pieni d’odio: “Detto questo chiedo a tutte le persone che mi vogliono bene di non badare a chi vuole fare del male o denigrare i personaggi pubblici come me sui social. Queste persone che ci seguono per detestarci (un controsenso unico) non ci fanno del male. Ho imparato a non vederli neanche più e lo stesso lo fa anche mia figlia Aurora, che ha dovuto diventare fortissima per non badare alle incredibili cattiverie che le scrivono. Diciamo che fa parte di questa nuova era!!!! Ovviamente quando il contenuto diventa altamente offensivo lo segnaliamo! Intanto vi bacio tutti con grande affetto e amore. Michelle”.

Turchia, uccisa e mutilata Hande Kader, icona Lgbt del Gay Pride di Istanbul

Ha fatto una fine orribile, Hande Kader, 22 anni, icona del movimento Lgbt turco sin da quando lo scorso anno ha sfidato gli idranti della polizia che voleva disperdere la parata del Gay Pride di Istanbul. Le foto che la ritraggono mentre rimane ferma e decisa davanti ai poliziotti, e poi mentre viene arrestata, fecero il giro del web. Così come ha fatto il giro del web la notizia del ritrovamento del suo cadavere, brutalmente mutilato e carbonizzato, abbandonato sul ciglio di una strada.

155600136-12cfe110-554f-421e-81f3-170bcd65a7b8

Un ritrovamento avvenuto l’8 agosto scorso a Zekeriyaky, un quartiere elegante di Istanbul, ma rimasto nei primi giorni sostanzialmente in sordina, perché le condizioni del corpo erano tali che per arrivare al riconoscimento c’è voluto del tempo. Probabilmente proprio quello che voleva chi l’ha assassinata, per questo ha dato alle fiamme il cadavere.  L’ultima volta che è stata vista viva risale alla fine di luglio. Kader, che si prostituiva, è stata vista salire sull’auto di un cliente, secondo quanto scrive il quotidiano Daily Sabah Turkey. Poi più nulla. Il suo partner aveva lanciato l’allarme quando non era tornata a casa. Una vicenda peraltro drammaticamente simile ad una registrata appena pochi giorni fa, quando è stato ritrovato il cadavere decapitato e mutilato di un profugo siriano gay, Muhammad Wisam Sankari, scomparso alcuni giorni prima nel centro di Istanbul. Fuggito dalla guerra nel suo Paese, Sankari era arrivato in Turchia da un anno, ma dopo esser stato sequestrato e violentato cinque mesi fa, voleva andarsene. «Noi veniamo assassinati e loro non sentono le nostre voci, perché le regole in Turchia non ci proteggono», afferma Emirhan Deniz Celebi, direttore dell’organizzazione Lgbt SPoD di Istanbul. E secondo l’attivista e avvocato Levent Piskin, con la repressione dopo il fallito golpe del 15 luglio, la comunità Lgbt si sente ancora più vulnerabile. Perché «in realtà, non ha mai avuto diritti legali».  L’omosessualità in Turchia è legale sin dalla nascita dello Stato turco, come lo era nel secolo precedente nell’impero Ottomano, ma incidenti, aggressioni e pesanti discriminazioni ai danni persone della comunità Lgbt sono purtroppo all’ordine del giorno in molte città turche, compresa Istanbul, che viene considerata più ‘all’avanguardià. Secondo una recente ricerca del Centro Pew, quasi l’80 per cento dei turchi ritiene che l’omosessualità sia «moralmente inaccettabile». Ma la comunità Lgbt turca e gli attivisti per la difesa dei diritti civili non ci stanno a rimanere in silenzio. Chiedono a gran voce giustizia. Giustizia contro i crimini di odio. E domani, scenderanno ancora una volta in strada per manifestare, sulla Istiklal Avenue di Istanbul. Chiederà giustizia per Hande Kader, e il rispetto dei diritti umani. E allo stesso tempo, verrà lanciata sui social network una campagna di sensibilizzazione sulla triste sorte di Hande Kader, di Wisam Sankari e di altri, e sulla difficile situazione della comunità Lgbt in Turchia.

Mary Patti, da “Non è la Rai” al “lettino”: “Faccio la psicoterapeuta, ma quante gelosie in tv”

“Il pubblico a casa doveva telefonare per indovinare il nome di mia nonna. Grazie a quel gioco, ebbi uno spazio tutto mio e un grande successo”. A parlare una delle protagoniste del mitico programma tv “Non è la Rai”, Mary Patti. Oggi 44 anni l’ex stellina della trasmissione di Gianni Boncompagni ha abbandonato il mondo dello spettacolo: “Dopo la trasmissione – ha fatto sapere a “DiPiù” – mi sono laureata in Psicologia, specializzandomi in psicoterapia, e oggi ho un mio studio in cui ricevo i pazienti”.

C_2_articolo_3026019_upiImagepp

Un sogno che Mary, che oggi è mamma di Andrea, 9 anni, avuto dal marito commercialista, ha sempre coltivato: “per me Non è la Rai era solo un gioco iniziato per caso. Trascinata da una mia amica, ero andata a un provino per Domenica In, diretta da Gianni Boncompagni, che mi aveva scelto come ragazza pompon: fu quella la mia prima esperienza televisiva. Poi Boncompagni mi chiamò per la prima edizione di Non è la Rai, ma inizialmente rifiutai perché avevo appena cominciato l’università e il mio obiettivo principale era laurearmi in Psicologia. Da Non è la Raì mi richiamarono l’anno dopo. lo avevo fatto i primi esami all’università, mi sentivo più tranquilla, e accettai. Ma lo studio era il mio primo pensiero. Avevo sempre i libri nella borsa …”.
Non sono ancate le gelosie: “Inutile nasconderlo, tra le altre ragazze c’era chi mi invidiava e chi mi guardava male, perché la competizione tra noi era fortissima”.